UE: vanno oscurati i film pirata, non interi siti

La Corte di Giustizia Europea pone dei paletti al blocco dei siti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-03-2014]

corte ue blocco siti pirata

Bloccare i siti che offrono illegalmente materiale coperto da diritto d'autore si può, ma con un po' di buonsenso.

Tende a salvaguardare capra e cavoli l'ultima decisione della Corte di Giustizia dell'Unione Europea, chiamata a pronunciarsi in un caso portato alla sua attenzione da un provider austriaco.

Il caso che ha dato origine a tutto vede coinvolte due società cinematografiche austriache e, per l'appunto, un provider connazionale.

Le prime due chiedevano che il provider bloccasse l'accesso al sito kino.to, in quanto esso ospitava alcuni film senza detenerne i diritti.

Il provider aveva risposto ponendo diverse obiezioni: da un lato, sosteneva che le case discografiche non potevano dimostrare che i suoi utenti avevano agito in modo illecito. Dall'altro, affermava che qualunque misura presa poteva essere facilmente aggirata. Infine, poneva sul piatto anche i costi elevati che quelle misure avrebbero comportato.

Sondaggio
Quando guidi in città, chi non vorresti incontrare nel traffico?
La Scuola Guida
Il neopatentato
La donna che si trucca in coda
Il manager che legge un quotidiano in coda
L'imbranata: parte in terza e si spegne il motore
L'avvoltoio dei parcheggi: continua a girare fino trovarne uno
La mamma con il SUV davanti alla scuola
L'indeciso sulla strada da prendere
Il vecchio col cappello
Il camion della nettezza urbana

Mostra i risultati (2234 voti)
Leggi i commenti (34)

La Corte di Giustizia ha deciso che, sebbene sia possibile chiedere a un provider di bloccare un sito web in violazione, la scelta del metodo migliore spetta a quest'ultimo.

Inoltre, è bene che si provveda a bloccare soltanto il contenuto oggetto del contendere; non tutto il sito.

Detto con il linguaggio della Corte: «I diritti fondamentali in parola non ostino ad una tale ingiunzione, alla duplice condizione che le misure adottate dal fornitore di accesso non privino inutilmente gli utenti di internet della possibilità di accedere in modo lecito alle informazioni disponibili e che tali misure abbiano l'effetto di impedire o, almeno, di rendere difficilmente realizzabili, le consultazioni non autorizzate di materiali protetti e di scoraggiare seriamente gli utenti dal consultare i materiali messi a loro disposizione in violazione del diritto di proprietà intellettuale».

Insomma, occorre bilanciare i diritti dei produttori di contenuti con quelli degli utenti e quelli dei siti, ai quali può capitare di ospitare materiale perfettamente legale a fianco di altro materiale illecito.

Certo non è facile procedere nel modo indicato dalla Corte anche perché alcuni strumenti - come la deep packet inspection - sono vietati dalla Corte stessa, in quanto lesivi della privacy degli utenti.

Non hanno trovato invece terreno fertile le obiezioni del provider che riguardavano l'incertezza circa il comportamento scorretto degli utenti: «Non è necessario neppure dimostrare che gli abbonati del fornitore d'accesso consultino effettivamente i materiali protetti accessibili sul sito Internet del terzo, poiché la direttiva dispone che le misure che gli Stati membri sono tenuti ad adottare per conformarsi ad essa hanno l'obiettivo non solo di far cessare, ma altresì di prevenire le violazioni inferte al diritto d'autore o ai diritti connessi».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Turchia rimuove blocco Twitter, forse video erotico
Il blocco turco di Twitter non funziona
Erdogan chiude Twitter in Turchia
Torrent, siti pirata sequestrati tornano online
Maxisequestro torrent, sbloccati gli IP
Studio: la censura non fa diminuire la pirateria
RapidGator cancellato da Google
Il Facebook russo bloccato in Italia per Sole a Catinelle
Fiamme Gialle oscurano 13 siti di giornali gratis
Usare Google per accedere ai siti bloccati

Commenti all'articolo (1)

Però, in definitiva, hanno dato torto marcio alla nostra AGCOM... :lol: Ciao
6-4-2014 13:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando guidi in città, chi non vorresti incontrare nel traffico?
La Scuola Guida
Il neopatentato
La donna che si trucca in coda
Il manager che legge un quotidiano in coda
L'imbranata: parte in terza e si spegne il motore
L'avvoltoio dei parcheggi: continua a girare fino trovarne uno
La mamma con il SUV davanti alla scuola
L'indeciso sulla strada da prendere
Il vecchio col cappello
Il camion della nettezza urbana

Mostra i risultati (2234 voti)
Agosto 2020
Windows 10, bloccare la telemetria è una minaccia
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics