Facebook, dopo il Mi Piace arriva il Grazie

Debutta lo strumento per creare filmati di ringraziamento personalizzati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-11-2014]

saythanks

Dopo Mi piace, adesso Facebook permette anche di dire Grazie.

La novità è stata introdotta in previsione del Giorno del Ringraziamento, festività americana che si tiene il quarto giovedì di novembre.

Il nome ufficiale del servizio è Di' grazie a qualcuno (Say Thanks, in inglese) e, in sostanza consente la creazione di un video tramite dei temi preimpostati, tramite il quale ringraziare un amico su Facebook. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Sei mai stato escluso da una bacheca Facebook di un amico?
No, mai.
Sì, da un mio ex partner.
Sì, da una donna o da un uomo che ho corteggiato insistentemente.
Sì, per le mie idee in politica.
Sì, per un commento relativo al calcio.
Sì, per una critica.
Sì, senza un motivo apparente.
Non uso Facebook.

Mostra i risultati (1886 voti)
Leggi i commenti (28)
I brevi filmati che è possibile creare conterranno messaggi di apprezzamento, sono completi di musica ed è possibile personalizzarli aggiungendo delle foto.

Di' grazie a qualcuno è disponibile sia in versione desktop sia in versione mobile, utilizzabile da smartphone e tablet.

Una volta che la cartolina virtuale è completa, il pulsante Condividi video permette di pubblicarla; una notifica viene inviata all'amico destinatario del lavoro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
YouTube toglie il conteggio dei “Non mi piace”
YouTube nasconde il numero dei “Non mi piace”
Freethenipple, sì al topless libero nei social network
Stallman: sì a Twitter, no a Facebook
Social network, 5 profili per me posson bastare
Facebook rilancia le chat anonime sullo smartphone
Facebook diffida la DEA dall'aprire falsi profili
Apple e Facebook pagano le dipendenti che congelano gli ovuli

Commenti all'articolo (1)

Della serie "Mai più senza"!!! :lol:
16-11-2014 10:32

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5324 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics