Pixel e Pixel XL sono i nuovi smartphone di Google

Arriveranno a ottobre insieme alla realtà virtuale di Daydream e a un rinnovato Chomecast.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-09-2016]

google pixel

Se a settembre l'attenzione sarà monopolizzata dall'iPhone 7 (atteso entro pochi giorni), Google si appresta invece a catturare tutti gli sguardi nel mese di ottobre.

Secondo quanto riporta Android Police, il prossimo 4 ottobre saranno ufficialmente svelati Pixel e Pixel XL (precedentemente noti come Sailfish e Marlin), due nuovi smartphone prodotti da HTC e destinati a raccogliere l'eredità del marchio Nexus.

La differenza principale tra i due, riflessa nel nome, è presto spiegata: Pixel avrà uno schermo da 5 pollici, mentre Pixel XL avrà uno schermo da 5,5 pollici.

I nomi scelti da Google sono peraltro significativi: segnano infatti l'inizio del rientro dell'intera offerta di hardware della Grande G sotto un unico marchio che ha già debuttato tempo fa sui notebook, con i Chromebook Pixel, e sui tablet con il Pixel C.

Le indiscrezioni sostengono che Pixel offra una risoluzione di 1080x1920 pixel, un SoC quad core a 2 GHz, 4 Gbyte di RAM, 32 Gbyte di memoria interna, fotocamera posteriore da 12 megapixel, fotocamera anteriore da 8 megapixel, porta USB Tipo-C, Bluetooth 4.2 e batteria da 2.770mAh.

Pixel XL, invece, oltre allo schermo più grande offre anche una risoluzione superiore (2560x1440 pixel), la stessa quantità di RAM abbinata a un SoC quad core prodotto da Qualcomm (non è chiaro se si tratti dello Snapdragon 820, 821 o 823), le medesime fotocamere del modello inferiore, 32 o 128 Gbyte di memoria interna, Bluetooth 4.2, porta USB Tipo-C e una batteria da 3.450 mAh.

Per entrambi i modelli, naturalmente, il sistema operativo è il recente Android 7.0 Nougat.

Sondaggio
Sim o Wi-Fi?
Con Sim e piano dati attivo.
Con Sim ma senza piano dati.
Ho Sim e piano dati ma uso soprattutto il Wi-Fi.
Solo Wi-Fi.

Mostra i risultati (1391 voti)
Leggi i commenti (4)

Stando alla fonte interna che ha rivelato l'esistenza dei due smartphone, Google ha intenzione di investire massicciamente nel marketing di questi dispositivi minimizzando il ruolo di HTC nella loro creazione e sottolineando che essi offrono «un'esperienza e un design unicamente di Google».

Pixel e Pixel XL non saranno però le soli star della presentazione di ottobre: in quel giorno dovrebbe debuttare anche Daydream, la piattaforma per la realtà virtuale elaborata a Mountain View e pronta ad accogliere partner volenterosi che desiderino produrre visori e controller compatibili.

Sempre a ottobre arriverà anche la nuova versione di Chromecast, un dispositivo che non viene aggiornato dall'anno scorso e che in questa rinnovata veste introdurrà il supporto alla definizione Ultra Alta 4K.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google, i nuovi Pixel arrivano a ottobre
Google riconosce i problemi audio nei Pixel e Pixel XL
Il mistero dei Pixel che si bloccano all'improvviso
Arriva Andromeda, nato dalla fusione di Android e Chrome OS
Google lancerà il successore del Nexus 7
Google dice addio ai Nexus
La realtà virtuale di Google è pronta al lancio
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
Da HP un Chromebook Pixel che costa la metà del predecessore

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A Milano l'Ecopass si è trasformato in congestion charge: si paga per accedere al centro anche se si ha un'auto poco inquinante. Sei d'accordo?
Sono favorevole a questo modello, per le grandi città: bisogna usare meno l'auto.
Sono contrario in generale: non serve, è solo una tassa per spillare quattrini ai cittadini.
Era meglio il vecchio modello, in cui le auto meno inquinanti non pagavano (o pagavano di meno).
Il problema non mi tocca: non vivo e non vado mai né a Milano né in altre grandi città.

Mostra i risultati (2298 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics