Internet of Things, dispositivi usati per perpetrare abusi domestici

Termostati, telecamere e assistenti digitali diventano nuovi strumenti per i carnefici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-06-2018]

internet of things abusi

Le comodità introdotte dalla diffusione dei dispositivi della Internet of Things vanno di pari passo con i problemi.

Per esempio, se posso gestire da remoto la videocamera di sorveglianza, alla scoperta di una falla potranno fare lo stesso dei malintenzionati; se il frigorifero è un computer, può essere infettato e diventare parte di una botnet.

Ora il New York Times segnala che si sta diffondendo un nuovo tipo di problemi: capita infatti sempre più spesso che i dispositivi smart vengano utilizzati per compiere abusi domestici.

I casi raccontati vanno da quello della donna che accende il condizionatore salvo poi accorgersi che questo si spegne senza che sia intervenuta, a quello della donna che ogni giorno resta chiusa fuori di casa perché il codice della serratura intelligente viene cambiato quotidianamente.

In tutti i casi, i dispositivi vengono manipolati da remoto per intimidire il partner, ma anche per spiarlo: videocamere e microfoni vengono usati per ascoltare le conversazioni private o per osservare la vittima senza che questa ne abbia coscienza.

La situazione mostra che spesso, in una relazione, soltanto una delle due persone coinvolte si assume il compito di imparare come gestire i dispositivi della Internet of Things. E troppo spesso se ne approfitta, magari dicendo a sé stessa che è «soltanto uno scherzo» quando invece lo sconfinamento verso l'abuso è dietro l'angolo, se non è stato già raggiunto.

Quando il termostato all'improvviso schizza oltre i 100 gradi Fahrenheit (circa 37 Celsius) e l'altoparlante si accende e inizia a riprodurre musica a tutto volume, e cose del genere capitano quotidianamente, chi è all'interno dell'abitazione «sente di sta perdendo il controllo della propria casa» come spiega Graciela Rodriguez, che gestisce un centro di accoglienza per vittime di abusi domestici in California.

Sondaggio
Secondo te Internet...
E' stata la più importante innovazione tecnologica degli ultimi anni.
Ha reso le relazioni umane troppo impersonali.
Ha reso più facile la vita di tutti i giorni.
E' stata un toccasana per l'economia mondiale.
E' riuscita a facilitare le relazioni umane.
Ha contribuito a confondere le identità dei popoli.

Mostra i risultati (2556 voti)
Leggi i commenti (12)

Non è soltanto questione di non avere le conoscenze o l'interesse per imparare come funzionano questi apparati. Una donna (le vittime sono quasi sempre donne) che lavora presso un'azienda tecnologica della Silicon Valley è stata comunque sottoposta ad abusi condotti tramite la Internet of Things perché il marito, un ingegnere, s'è incaricato di installare tutti gli apparecchi e poi ha preteso per sé il controllo assoluto di termostati, luci e musica.

«Le relazioni violente si basano su potere e controllo» ha poi raccontato. «E lui usa la tecnologia».

Eliminare il dispositivo usato impropriamente spesso non è una soluzione, anzi: le vittime raccontano che ciò può far crescere il conflitto, fino a scatenare l'uso della violenza fisica.

«All'apparire di una nuova tecnologia» - conclude Katie Ray-Jones, Ceo della National Domestic Violence Hotline - «spesso la gente pensa "Wow, la mia vita diventerà molto più sicura". Ma i sopravvissuti alle violenze domestiche ci dimostrano che sovente accade il contrario».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Router D-Link sotto attacco, e la patch ancora non c'è
L'Internet of Things
L'Internet delle Cose diventa un'arma: come difendersi

Commenti all'articolo (1)

L'essere umano - generalmente di sesso maschile - riesce sempre a tirare fuori il peggio da qualsiasi scoperta scientifica o innovazione tecnologica e vedo che ancora una volta non questo assioma non si smentisce. :incupito:
30-6-2018 14:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1818 voti)
Gennaio 2019
Un futuro senza chiavette USB
Facebook sotto accusa: giochini per ''spennare'' gli utenti più giovani
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Tutti gli Arretrati


web metrics