I nuovi MacBook Pro sono così potenti che si surriscaldano. E rallentano drasticamente

Gli utenti hanno già iniziato a restituirli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-07-2018]

macbook pro i9 surriscaldamento

Se siete rimasti affascinati dalla potenza che il nuovo MacBook Pro da 15 pollici con processore Intel Core i9 è in grado di sprigionare (raggiungendo, grazie al Turbo Boost, la ragguardevole frequenza di 4,8 GHz), aspettate prima di cercare di procurarvene uno.

Diversi utenti di Reddit stanno infatti segnalando che il portatile, proprio quando è impegnato nelle elaborazioni più impegnative, all'improvviso rallenta.

La prima segnalazione del fenomeno è stata fatta dallo YouTuber David Lee, il quale ha notato un anonimo rallentamento durante il rendering di un video con Adobe Premiere.

Il motivo di questo strano comportamento? Il surriscaldamento. Pare che il calore generato durante il funzionamento della Cpu al massimo della potenza sia troppo per il sistema di raffreddamento, che non riesce a smaltirlo.

La temperatura del processore comincia quindi a salire senza fermarsi e, una volta raggiunta la soglia di guardia, intervengono le protezioni automatiche che limitano le prestazioni del povero Core i9 a rischio fusione il quale, rallentando, si salva.

Tutto ciò non può naturalmente far piacere a quanti hanno acquistato un nuovo MacBook Pro, i quali si trovano costretti a poterlo usare soltanto con il freno a mano tirato.

E infatti, come segnala Business Insider, alcuni utenti hanno già iniziato a restituire i loro portatili, o a cancellare i preordini.

Sebbene da Apple ancora non siano arrivate informazioni ufficiali, che la colpa di tutto sia del surriscaldamento è praticamente certo.

Sondaggio
Cosa manca nel tuo notebook attuale e vorresti che fosse presente? Aggiungi eventualmente la risposta nei commenti.
Una maggiore risoluzione del display
L'uscita VGA
Un processore più veloce
Più memoria Flash
La possibilità di utilizzare una batteria più capace
La porta LAN
Almeno una porta USB supplementare o una USB 3.0
Più memoria RAM
Il touchscreen

Mostra i risultati (1856 voti)
Leggi i commenti (18)

David Lee ha scoperto che il suo MacBook Pro da 15 pollici non riesce nemmeno a mantenere la velocità normale di 2,9 GHz senza produrre troppo calore.

Provando poi, quasi per scherzo, a mettere il computer in freezer, il tempo necessario ad Adobe Premiere per completare il rendering è sceso da 40 a 27 minuti.

Per una macchina che può tranquillamente costare oltre 2.000 euro, ed è stata presentata da Apple come «il notebook più potente e veloce che abbiamo mai costruito», è sicuramente un difetto a dir poco imbarazzante.

Qui sotto, il video di David Lee che illustra il problema.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

IStufa e IFornello, se lo giri a coperchio in giù, venderanno poi molte IRicette sull'ICluod.. :twisted: Leggi tutto
26-7-2018 00:43

:lol: :lol: :lol: Mi hai rubato le parole di bocca... :wink: Leggi tutto
24-7-2018 19:23

:malol: :malol: :malol: Leggi tutto
24-7-2018 07:08

{Cioccolata}
Sai che novità ... Forse non hanno mai provato un macbook pro o Windows ed i portatili di altre marche. Una workstation degna del suo nome deve essere desktop.
23-7-2018 23:32

"It's a feature" [cit.] Tra un po' aumenteranno il prezzo perché è inclusa la iStufa :lol:
23-7-2018 17:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prodotto più obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda è passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: è bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non può competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (2154 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 ottobre


web metrics