Da Microsoft un laptop con doppio schermo per le videochiamate



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-07-2018]

Intel Tiger Rapids keyboard
Il Tiger Rapids di Intel somiglia molto al dispositivo ideato da Microsoft.

È da molto tempo che si parla di un dispositivo pieghevole prodotto da Microsoft e dotato, anziché di uno schermo e di una tastiera come un normale laptop, di un doppio schermo.

Gli è stato dato anche un nome in codice - Andromeda (da non confondere con l'Andromeda di Google) - ma finora non un prototipo è stato visto.

Qualcosa però sta iniziando a muoversi. All'inizio di luglio è emerso un brevetto, registrato proprio da Microsoft, e che riguarda un dispositivo mobile con una particolare attenzione verso le videochiamate, pieghevole e dotato di doppio schermo.

Al momento non è chiaro se il brevetto si riferisca a uno smartphone (anche se questa possibilità sembra la meno probabile), a un laptop o a un tablet, magari un 2-in-1.

La descrizione delle specifiche tecniche comprende un accelerometro e due display, entrambi dotati di videocamera.

L'idea è che la configurazione «consenta al primo e al secondo display di mostrare rispettivamente e contemporaneamente le immagini catturate dalla videocamera secondaria e le immagini ricevuto da un dispositivo remoto».

Sondaggio
Secondo te qual è l'estensione più utilizzata in Italia, tra le ultime nate?
.app
.art
.casa
.cloud
.design
.holiday
.hotel
.online
.shop
.srl
.store
.web

Mostra i risultati (1162 voti)
Leggi i commenti (1)

Insomma, il dispositivo - che si può tenere in verticale, con i due schermi affiancati come le pagine di un libro, o in orizzontale, come un normale laptop - dovrebbe consentire di effettuare una videochiamata mostrando su uno schermo l'interlocutore e sull'altro l'utente stesso.

Quando non ci sono conversazioni in corso, il dispositivo descritto dal brevetto può essere usato in maniera più tradizionale: uno dei due schermi mostra - per esempio - il desktop di Windows; l'altro fa apparire una tastiera virtuale tramite la quale lavorare come con un classico portatile, ma si potrà anche interagire con uno stilo (come una tavoletta grafica) e anche con le dita.

Se e quando Microsoft passerà dal brevetto alla realtà, come al solito, non è dato sapere.

microsoft brevetto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il notebook di Asus con un touchscreen per trackpad
Project Precog, il notebook con doppio schermo che predice ciò che farà l'utente
Sarà Dell a produrre il Surface Phone di Microsoft
Apple brevetta i MacBook a doppio schermo e senza tastiera
Windows 10 diventa Polaris: modulare e leggerissimo, ma non retro compatibile
Arriva Andromeda, nato dalla fusione di Android e Chrome OS
Da Asus un notebook con doppio display

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2093 voti)
Dicembre 2018
Il (brutto) maglione delle feste col logo di Windows 95
Il malware che cancella gli hard disk ricomincia a far vittime in Italia
False scatole di Amazon per arrestare i ladri di pacchi
Italia, carta d'identità obbligatoria per iscriversi ai social network
Mail di porno-estorsione, versione italiana: siamo ai saldi
L'open Internet rischia di chiudersi
Robot di Amazon manda all'ospedale 24 dipendenti
Le aziende si preparano a sostituire il Wi-Fi con reti 5G private
Lo smartphone con Linux e KDE che non è un telefono cellulare
Hacker viola 50.000 stampanti per invitare tutti su un canale Youtube
Novembre 2018
Facebook e il caso dei messaggi zombie
Malware nei portatili Lenovo, utenti risarciti con 7,3 milioni di dollari
Gioca dal vivo a PUBG e uccide l'amico
Amazon, nomi e indirizzi email degli utenti rivelati per errore
Bethesda e la patch da quasi 50 gigabyte per Fallout 76
Tutti gli Arretrati


web metrics