Il televisore trasparente di Xiaomi

Le immagini sembrano galleggiare nell'aria.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-08-2020]

xiaomi tv trasparente

Pressoché in ogni casa c'è un televisore; in altre parole, pressoché in ogni casa c'è una "finestra sul mondo" che però diventa rettangolo nero più o meno grande quando non viene usata.

Esiste un modo per rendere meno appariscente un televisore spento, affinché si confonda con il resto dell'arredamento? Xiaomi pensa di sì, e a questo scopo ha inventato un Tv trasparente.

Si chiama Mi TV Lux Oled Transparent Edition e, quando non è in uso, di esso sono visibili soltanto cornice e base: attraverso lo schermo si vede infatti proprio come attraverso una finestra.

Quando invece il televisore è acceso, le immagini - a detta di Xiaomi - «sembrano galleggiare nell'aria».

Come il nome lascia intendere, l'apparecchio usa uno schermo Oled o, per la precisione, Toled (Transparent Organic Light Emitting Diode): ciò significa che non c'è bisogno di una lampada che fornisca l'illuminazione, perché ogni Led è in grado di emettere luce.

Lo schermo ha una diagonale lunga 55 pollici; offre una velocità di refresh di 120 Hz e un tempo di risposta di 1 millisecondo.

Il televisore Mi TV Lux Oled Transparent Edition è nato per celebrare il decimo anniversario di Xiaomi, e sarà in vendita in Cina - dove potrà essere ordinata dal 16 agosto - al prezzo di 49.999 yuan (circa 6.000 euro).

Al momento Xiaomi non ha annunciato piani per un'eventuale commercializzazione al di fuori dei confini patrii.

Qui sotto, il video di presentazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Xiaomi e Motorola svelano la ricarica wireless a distanza
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
Schermi trasparenti al posto dei finestrini della metro
LG brevetta lo smartphone pieghevole e trasparente
Il televisore invisibile di Panasonic

Commenti all'articolo (5)

Considerato che dietro al televisore ho una parete monocolore non capisco il valore aggiunto... :umpf:
10-10-2020 14:43

Interessante ma mi sa che per vedere qualcosa bisognerà metterci un cartone dietro.
17-8-2020 09:27

Io invece aspetto ancora il televisore monstre grande come una porta, così sostituisco quelle delle stanze.
16-8-2020 22:12

assurdo.
15-8-2020 19:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2355 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 marzo


web metrics