Elon Musk presenta il primo chip Neuralink funzionante

''È come un Fitbit nel cranio'' ha spiegato l'imprenditore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-08-2020]

musk neuralink maiale fitbit

Si chiama Gertrude il primo essere vivente a ricevere un Neuralink, il "chip nel cervello" su cui sta lavorando Elon Musk, il quale aveva peraltro promesso una dimostrazione prima della fine di agosto.

Gertrude non è però una persona: è un maiale, assolutamente normale in tutti gli aspetti a parte la presenza del chip, grande all'incirca come una moneta (ha un diametro di 8 millimetri).

Secondo Musk, farsi impiantare un Neuralink è «come un Fitbit nel cranio, con minuscoli fili»; l'intera operazione è condotta da un robot, per garantire la massima precisione.

La comunicazione con il cervello avviene tramite 1.024 minuscoli elettrodi inseriti nello strato più esterno del cervello stesso; la comunicazione con altri apparecchi - nel caso di Gertrude, un computer che mostra l'attività cerebrale - avviene invece tramite Bluetooth.

Non ci sono cavetti da collegare, quindi, come si paventava non molto tempo fa, ma il protocollo Bluetooth non è comunque l'unica alternativa che gli scienziati di Musk stanno valutando: l'obiettivo è adottare un sistema di comunicazione senza fili che consenta di trasmettere il maggior quantitativo di dati a parità di tempo.

Lo scopo finale di tutto ciò? Sul lungo periodo, l'implementazione di possibilità futuristiche come la «telepatia concettuale», per consentire a due persone di comunicare direttamente trasmettendo i pensieri l'una all'altra.

Su una scala temporale più ridotta, gli obiettivi comprendono il trattamento di «condizioni neurologiche come l'Alzheimer, la demenza e i danni alla colonna vertebrale», per arrivare a una «fusione tra umanità e intelligenza artificiale».

Naturalmente al momento non è possibile fare previsioni su quando tutta questa tecnologia sarà disponibile.

L'evento di presentazione tenuto da Musk, di cui riportiamo il video qui sotto, aveva lo scopo di mostrare dei primi risultati per invogliare i potenziali collaboratori a partecipare: «Stiamo cercando di convincere i migliori a venire a lavorare per Neuralink» ha affermato Elon Musk.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Neuralink, Elon Musk pronto a iniziare la sperimentazione sull'uomo
Bere tè o caffè riduce il rischio di ictus e demenza
I cani robot adesso sono armati di fucili di precisione
Perché i computer sono stupidi?
Da Turing a Gpt-3, la lunga storia dell’Intelligenza artificiale
Un chip nel cervello: stavolta non è un delirio complottista
Robot assassini crescono
Personal killer robot
Il chip nel cervello di Elon Musk
Anche Facebook collegherà cervello e computer
Così Elon Musk collegherà cervello e computer

Commenti all'articolo (3)

Per il trattamento di patologie e /o condizioni neurologiche potrei essere d'accordo - sempre che si dimostrino fattibilità e positivo rapporto fra rischi e benefici - in quanto al resto penso si stia trascendendo un pochino. Su certi temi bisognerebbe anche fermarsi a ragionare prima di spingersi troppo oltre su strade che potrebbero... Leggi tutto
7-11-2020 14:51

Non scrivere sciocchezze, nessuno è negazionista, nessuno al mondo nega che esista il virus, certe persone sono solo convinte che i sistemi adottati in molte nazioni per combatterlo, non siano i migliori e tolgano un bel pezzo di libertà inutilmente, senza contare i danni all'economia. Hai fatto caso che la stampa mondiale, quasi tutta... Leggi tutto
31-8-2020 10:29

{utente anonimo}
Perché non se lo impianta lui anziche torturare una povera bestia per una cazzata immane che non ha niente a che vedere con studi seri su patologie neurologiche? Telepatia concettuale, roba da pazzi anche per il livello di ignoranza sulle reti neurali che non lo permette, ma dopotutto cosa ci si può aspettare da un... Leggi tutto
30-8-2020 11:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1276 voti)
Gennaio 2022
Iliad smentisce le voci di fusione e lancia la fibra
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 gennaio


web metrics