PosteMobile regala 100 giga per scusarsi dei disagi

Dopo i disservizi, l'operatore virtuale cerca di farsi perdonare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-09-2020]

postemobile 100 giga disservizi

Nei giorni scorsi gli utenti di PosteMobile hanno dovuto affrontare diversi disservizi (dovuti a problemi durante una manutenzione programmata): impossibilitati a chiamare e a navigare su Internet, hanno potuto solo aspettare che l'operatore virtuale risolvesse i problemi.

Ora che la situazione è tornata alla normalità, PosteMobile si scusa e, per cercare di rabbonire gli utenti inferociti (soprattutto dalla mancanza di informazioni nel periodo dei guasti) ha deciso di elargire una sorta di bonus.

Tutti gli utenti privati e i titolari di Partita Iva attiva prima del 28 settembre 2020, rimasti vittime del disservizio, otterranno in regalo fino a 100 GByte di traffico gratis (102.400 crediti del piano Creami).

I giga possono essere adoperati soltanto in Italia e tramite l'APN wap.postemobile.it, sono validi per 30 giorni e non sono cumulabili con il mese successivo qualora non vengano consumati interamente nel tempo a disposizione.

Per l'attivazione del bonus non c'è nulla da fare: un Sms avviserà gli utenti dell'abilitazione del traffico "regalato".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Beh, se fosse stati 100 Gb senza scadenza sarebbe stato, forse, più corretto. In definitiva un bel gesto ma non ottimale... (IMHO)
29-11-2020 15:19

{Roberto}
buongiorno,vorrei ringraziare il portale Zeus news per l'occasione concessami e il responsabile di postemobile per il regalo ,anche se 100 gb nn verrano utilizzati completamente rimane un gran bel regalo che pochi si espongono a fare Grazie
7-10-2020 17:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In che anno hai comprato il tuo primo tablet?
2010
2011
2012
2013
2014
Non ho mai comprato un tablet.
Lo comprerò quest'anno.

Mostra i risultati (2505 voti)
Dicembre 2020
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Tutti gli Arretrati


web metrics