Pubblicità su Netflix, ora c'è la data

Si avvicina il debutto dell'abbonamento economico ma con annunci pubblicitari.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-10-2022]

netflix abbonamento pubblicita

È il 3 novembre il giorno fissato da Netflix per il debutto del nuovo livello di abbonamento economico, pensato per chi voglia spendere poco ma sia allo stesso tempo disposto a sorbirsi un po' di pubblicità.

Il lancio avverrà in 12 Paesi: oltre all'Italia l'elenco comprende Australia, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Giappone, Messico, Regno Unito, Spagna e, naturalmente, Stati Uniti.

In cambio di 5,49 euro (7 dollari negli USA) mensili, l'abbonato potrà accedere a un catalogo lievemente ridotto rispetto agli abbonamenti più costosi ma privi di pubblicità: la riduzione, secondo quanto dichiarato dal COO di Netflix, Greg Peters, sarà di circa il 5-10% e sarebbe dovuta a problemi legati alle licenze per i contenuti.

Per ogni ora di trasmissione ci saranno complessivamente quattro o cinque minuti di pubblicità, suddivisa in spot da 15 oppure 30 secondi da mostrare prima, durante e dopo i contenuti. È inoltre possibile che agli utenti venga richiesto di rispondere a delle domande; in base alle risposte Netflix personalizzerà gli annunci mostrati.

Questo particolare livello di abbonamento ha anche un importante limite: la massima risoluzione alla quale i contenuti saranno disponibili sarà limitata a 720p: la più bassa, tra quelle dei vari servizi di streaming che offrono piani economici comprensivi di pubblicità.

Per Netflix, la mossa serve non soltanto a eguagliare l'offerta dei concorrenti, ma anche a offrire un'alternativa che possa fermare l'emorragia di utenti: a giugno questi erano 220,7 milioni, e certamente non sono pochi, ma soltanto all'inizio dell'anno quel numero era più alto di 1,2 milioni di unità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Opera 57 ti consiglia quali film vedere su Netflix
Decreto anti-Netflix, tre mesi dal cinema allo streaming
Prime Video, streaming, videogiochi e non solo
UE, addio ai blocchi regionali per Netflix e soci
Netflix, niente app per gli Android rootati
Pirati dei Caraibi ricattati dai pirati del web

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

...col non trascurabile vantaggio che si parla sempre di servizi, qualcosa di cui nel caso peggiore potresti vederti addebitato il costo anche se non usufruibile (come ad esempio quando il fornitore taglia la corda).
24-10-2022 13:09

Eh già, tanto vale sparare nel mucchio che prima o poi qualche gonzo ci casca...
23-10-2022 18:12

Il fatto che abbiamo così tanti plus si spiega proprio perché siamo in quella fase del mercato in cui tutti ci provano ben sapendo che alla fine molti faranno fiasco, ma meglio un uovo oggi...
23-10-2022 16:11

Però bisogna anche saperla raccontatore ed essere convincenti e per questo non credo basti un plus in fondo, a volte anche prodotti decisamente migliori di altri hanno fatto una brutta fine perché il racconto non è stato sufficientemente convincente e coinvolgente.
23-10-2022 15:35

Ma certo che c'è: prendi un oggetto qualsiasi, mettigli un plus in fondo al nome e hai ottime probabilità di centrare un servizio di streaming che esiste davvero.
23-10-2022 10:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sempre più siti richiedono dati personali in fase di registrazione. Tu come ti comporti?
Li concedo senza problemi.
Piuttosto rinuncio al servizio.
Inserisco dati falsi.
Li concedo solo se ho vera necessità del servizio e comunque solo se il sito mi sembra serio.

Mostra i risultati (5653 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics