Google beccata a barare sulle capacità della sua IA

La demo di Gemini è fin troppo impressionante: infatti è stata realizzata con qualche trucco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-12-2023]

google ia gemini bara

Lo scorso 6 dicembre, Google ha pubblicato su YouTube un video (che riportiamo in fondo all'articolo) per dimostrare le strabilianti capacità della nuova «IA multimodale» Gemini.

Il video è davvero impressionante: guadandolo, si vede Gemini interagire con l'utente in tempo reale conversando con lui, riconoscendo per esempio "al volo" quanto viene disegnato su un foglio, aggiustando le risposte in base all'aumentare dei particolari e riuscendo poi a distinguere tra immagini e oggetti fisici.

Il problema è che le cose, in realtà, non sono andate esattamente come mostrato nel video. L'impressione è che ci sia una conversazione tra l'utente e la IA; la realtà è che il tutto è invece avvenuto tramite la digitazione di istruzioni ben più articolate di quelle enunciate nel video.

Ancora: l'impressione è che Gemini capisca le brevi istruzioni fornite e risponda in maniera altrettanto concisa e precisa; la realtà è che le risposte reali non sono diverse da quelle più articolate e meno precise di altre IA.

Aggiungiamo poi il fatto che, se dal video si trae l'impressione che Gemini riconosca quanto succede in tempo reale, in realtà alla IA vengono passate immagini statiche su cui applicare i propri algoritmi di riconoscimento.

Né si può ignorare che le interazioni tra l'uomo e la macchina paiono avvenire con tempistiche del tutto analoghe a quelle di un'interazione tra due esseri umani: ciò perché i ritardi nella risposta, dovuti all'elaborazione, sono stati tagliati nel montaggio del video.

Certo, un'avvertenza posta all'inizio del filmato recita: «Per questa demo, la latenza è stata ridotta, e le risposte di Gemini sono state accorciate per brevità», ma l'impressione che Google abbia voluto distrarre gli utenti con un po' di prestidigitazione è piuttosto forte.

Chiamata in causa da CNBC, Google si è difesa dicendo che il video è soltanto una «rappresentazione illustrativa delle possibilità di interazione con Gemini, basata su prompt multimodali reali e su risultati di test»: l'azienda insomma non ha mentito, ma ha "abbellito" un po' l'esperienza, senza pretendere di mostrare un resoconto accurato di come si interagisce con la IA.

Perché mai fare una cosa del genere? La risposta sta ancora nella dichiarazione resa a CNBC: perché il 13 dicembre Gemini Pro andrà online. Mostrando meraviglie, è più facile suscitare interesse e sottoscrizioni.

Il trucco non sminuisce eccessivamente le capacità di Gemini, ma spinge a chiedersi perché mai Google sia stata disposta a rischiare una figuraccia che è già arrivata ma che sarebbe arrivata comunque nel prossimo futuro, poiché questo genere di artefatti non restano nascosti a lungo e certamente non lo saranno dopo il 13 dicembre, quando gli sviluppatori potranno "mettere le mani" direttamente sulla IA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

In un mondo in cui barare o, quantomeno, abbellire e presentare al meglio il proprio prodotto, non stupisce affatto che Google, che peraltro è l'ultima arrivata e con un bel po di distacco da recuperare, si adegui alla consuetudine vigente. Del resto sono quasi certo che la cosa non le nuocerà affatto come, del resto, sempre più di... Leggi tutto
7-1-2024 11:21

La IA è il nuovo Eldorado, è inevitabile che fra tanti Indiana Jones colmi di tesori ci sia più di un Allan Quatermain che finisce in fondo ad una cascata magari già il primo giorno. =)
11-12-2023 16:38

il vaporware era già stato generato, ed ormai Google non poteva rimangiarsi la puntata al tavolo da poker, è quindi ha tentato un bluff, sperando che nessuno chiamasse per vedere le carte! :rocklicker: Poi vediamo se le due misere coppie in mano a Google verranno superate dagli scartini in mano agli altri :player:
11-12-2023 15:42

{vtol}
Ormai tutti si stanno adeguando al modello Apple: i problemi e i trucchi non sono mai tali, ma precise scelte di progetto.
11-12-2023 10:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste affermazioni sul ruolo del digitale nella fotografia è secondo te più corretta?
Ha svilito l'arte fotografica. Oggi conta più essere bravi con i programmi di fotoritocco che dei buoni fotografi
L'era digitale è quella del falso. Praticamente non esiste foto su giornali, calendari e manifesti che non venga alterata al computer prima della pubblicazione.
Moderno strumento di democrazia, il digitale ha consetito di avvicinare per qualità il mondo degli amatori a quello dei professionisti.
I vantaggi economici e tecnici dello scattare in digitale hanno riportato interesse nella fotografia, che in ambito non professionale stava soccombendo sotto la diffusione delle videocamere.

Mostra i risultati (4769 voti)
Febbraio 2024
Flipper Zero non è un gadget per “hackerare tutto”
Windows 11, malfunzionamenti a raffica dopo l'ultimo update
L'attacco informatico con gli spazzolini da denti
Malware di fabbrica nei mini PC venduti su Amazon
Samsung, beccata a barare, la butta sul filosofico
Google dice addio alla cache delle pagine web
LibreOffice 24.2 è pronto per il download
Gennaio 2024
Windows 11, sparisce la barra delle applicazioni
Al posto di Windows 12, un Windows 11 più snello e pieno di IA
IA, clonare le voci per truffare il prossimo è un gioco da ragazzi
No, le auto elettriche non vanno in tilt per il freddo
Errore 0x80070643 in Windows Update: la soluzione è un po' nerd
Rilasciato Scribus 1.6, la soluzione open source per il desktop publishing
Microsoft lancia il tasto Copilot
SSD, prezzi in aumento
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 febbraio


web metrics