Telecom e le bugie al mercato

Tronchetti itorna sui rapporti avuti con Prodi e ammette che al mercato sono state dette delle bugie.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-10-2006]

Foto di Victor Machado

In un'intervista al Financial Times, Tronchetti ritorna sulla vicenda dei rapporti e di ciò che avrebbe detto a Romano Prodi nei due colloqui avuti con lui, per sostenere di aver messo al corrente il premier di ciò che di lì a poco avrebbe deciso il consiglio di amministrazione di Telecom Italia.

La vicenda sta diventando stucchevole: infatti in tutto il mondo, anche negli iperliberisti Usa, una grande impresa e il governo possono avere motivi di contrasto ma non la fanno così lunga e, soprattutto, non discutono se si siano detti o meno certe cose ma vanno al merito delle questioni.

Ora Tronchetti afferma che avrebbe detto a Prodi che Telecom Italia aveva bisogno di flessibilità e che c'era la possibilità di vendere parte di Tim e parte della rete. Potremmo discutere a lungo del significato del termine "flessibilità" e concludere che forse avrebbe dovuto più correttamente dire: "Ho un sacco di debiti, non so come pagarli, mi viene bene vendere qualcosa" ma ha preferito usare il termine flessibilità e va bene.

Bisogna ammettere che così Tronchetti smentisce ufficialmente il gioco che il presidente Rossi sta cercando di portare avanti con azionisti e sindacati, cioè far credere che lo scorporo in due società separate di Tim e rete non serva alla vendita. Tronchetti invece lo dice a chiare lettere: "c'è la possibilità di vendere".

Quindi o Tronchetti mente, sul fatto di aver detto a Prodi le sue reali intenzioni, o ha mentito ai mercati e alla Consob quando ha negato (più volte) ufficialmente di aver intenzione di vendere la rete o Tim. Non ne esce bene comunque, e anche l'accusa a Prodi di aver rivelato le trattative segrete con Warner e General Electric lascia un po' il tempo che trova: c'è da dubitare che queste trattative non ci siano mai state.

Con Murdoch è possibile che oltre ai contenuti si sia parlato molto di partecipazioni finanziarie, cosa che Murdoch non ha mai assolutamente escluso per un lungo tempo, essendo un prudente uomo d'affari mentre lo fa oggi vista la situazione così intricata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

l'ingenuità si paga cara... Leggi tutto
5-10-2006 20:18

soldi facili o investimento sicuro? Leggi tutto
5-10-2006 19:46

{Ancora tu}
Rossi Colannino Provera Rossi siamo alla frutta Leggi tutto
5-10-2006 18:29

{marco bassi}
Le bugie più gravi Leggi tutto
5-10-2006 18:18

Come non darti, dolorosamente, smisuratamente ragione? Affermare che questo sia un paese di furbi allo sbaraglio è sicuramente retorica da Talk Show ma se questa è la realtà, perché fingere snobismi e autoaccusarsi di essere troppo polemici? Leggi tutto
5-10-2006 14:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni concordi maggiormente?
Il cloud computing può migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale.
Il cloud computing può aumentare la capacità di innovazione dei dipartimenti IT.
La mia azienda ha già implementato servizi cloud o progetta di farlo.
I servizi cloud sarà una componente importante per il successo della mia azienda nei prossimi 12 mesi.
Il cloud computing consente una riduzione dei costi di manutenzione dell'IT.
Il cloud computing consente una diminuzione dei costi IT e di gestione e miglioramento nell'efficienza dei processi.
Il cloud computing offre maggiori vantaggi per il business rispetto all'outsourcing tradizionale.

Mostra i risultati (585 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics