Laser italiano per ripulire i cieli di Pechino

Il LIDAR è nato da una collaborazione tra le università italiane: analizzerà l'atmosfera della capitale cinese rilevando le particelle inquinanti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2013]

pechino inquinamento laser italiano

Il problema dell'inquina-mento, che in generale affligge le grandi città, a Pechino è particolarmente sentito.

Per venire in aiuto alle autorità cinesi intente a risolvere il problema un paio d'anni fa è stato avviato il programma LIDAR (Laser Imaging Detection And Ranging), che si avvale di uno speciale apparecchio al laser per individuare gli inquinanti presenti nell'atmosfera.

LIDAR è un'invenzione in buona parte italiana: è stato creato dal Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze Fisiche della Materia (CNISM) in collaborazione con l'Istituto di Ricerca di Telemetria di Pechino (BRIT).

Il laser ottico alla base del dispositivo utilizzato è stato realizzato all'Università Federico II di Napoli dal gruppo di ricerca guidato da Nicola Spinelli, mentre la costruzione di alcune componenti principali è stata affidata alla Bright Solutions di Pavia.

Il LIDAR ha un funzionamento diverso rispetto a quello del laser normale: «A differenza del radar tradizionale che invia microonde che rimbalzano su un oggetto e permettono di individuarlo, si avvale di impulsi di luce. Questi impulsi vengono sparati da una sorgente laser basata a terra nell’atmosfera, dove le particelle da monitorare riflettono la luce, che poi viene captata da un telescopio sottostante» spiega Ezio Puppin, presidente del CNISM.

Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3403 voti)
Leggi i commenti (26)

Le caratteristiche della luce riflessa permettono di individuare le particelle presenti nell'atmosfera, e il tempo necessario agli impulsi per "andare e tornare" permette di stimarne la distanza e, dunque, l'altezza.

Si tratta di una soluzione che trova applicazioni anche in meteorologia (per controllare la velocità dei venti) e in vulcanologia, per monitorare le ceneri delle eruzioni vulcaniche.

Le apparecchiature nate da questo lavoro e in seguito all'accordo di due anni fa sono ora pronte per essere spedite a Pechino: dopo l'invio di un primo prototipo, a breve verranno inviati altri apparecchi così da riuscire a formare una "griglia" di rilevamento degli inquinanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Lo zainetto che misura l'inquinamento
A Taiwan un grattacielo con migliaia di pale eoliche
Un grattacielo per catturare i rumori e trasformarli in energia
Quando il bucato purifica l'aria
Il laser italiano che misura l'età dei reperti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

E senza nemmeno essere Kopimisti! :lol: Leggi tutto
19-6-2013 22:57

Anche il peggio del Made in Italy??? :roll:
19-6-2013 21:02

Eh.... ma i cinesi son famosi per copiare il Made in Italy... :D
19-6-2013 20:38

@zingiber Geniale! Ma sembra più una mossa da italiani che da cinesi... :lol: :lol: :lol:
19-6-2013 19:02

Una volta stabiliti i livelli di inquinamento per i vari agenti inquinanti, stabiliranno nuovi limiti di legge, per renderli legali e quindi non pericolosi. :) Leggi tutto
19-6-2013 15:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2436 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 ottobre


web metrics