Le pornostar lanciano campagna contro pirateria su Internet

I contenuti gratuiti stanno affossando l'industria a luci rosse.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-05-2014]

M pirateria porno

C'è soltanto un'industria che si lamenta più della RIAA e della MPAA per la pirateria: è l'industria del porno.

L'avvento di Internet e dei siti che, imitando YouTube nella forma, offrono contenuti per adulti ha messo in ginocchio il mercato dei film a luci rosse, o così sostengono coloro che ne fanno parte.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata un'uscita di Samuel Jackson: l'attore ha dichiarato che siti come RedTube sono uno dei più grandi successi della cultura popolare.

L'affermazione ha scatenato l'ira delle pornostar, che hanno dato il via a una campagna volta a difendere le produzioni originali: la Pay For Your Porn Campaign.

«Acquistare i contenuti assicura che il prodotto sia migliore, fornito in formati di qualità maggiore, e permette la creazione di nuovi contenuti per adulti» sostengono i promotori della campagna. «La pirateria del porno fa male a tutti, dai creatori dietro le scene alle pornostar che i fan amano guardare».

Sondaggio
Qual il prodotto pi obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non pu competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (1947 voti)
Leggi i commenti (8)

«Tutti hanno bisogno di guadagnarsi da vivere» proseguono i promotori. «Il furto non fa altro che portar via la possibilità di farlo a decine di migliaia di persone che lavorano nell'industria dei contenuti per adulti».

Secondo David Kay, di Porn.com, anche l'industria del porno deve però cambiare il proprio modo di porsi.

«Il mercato deve adottare un sistema di prezzi alla Netflix, chiedendo sette o dieci dollari al mese anziché gli attuali 39,95 dollari al mese comunemente richiesti. Noi siamo passati a questo regime di prezzi anni fa, e siamo una delle poche aziende in buona salute».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dopo Twitter, Erdogan adesso chiude YouTube
Un terzo della Baia è porno
Pornodipendenti come per alcol e droga
Il Regno Unito dichiara guerra al porno online
L'Europa blocca la protesta contro la censura del porno
Troppi video-tweet porno, Vine vietato ai minori
Scarica cartoni animati per l'asilo ma era un porno

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 27)

Emh...pardon :oops:
22-6-2014 16:25

Questa e' veramente geniale, complimenti :D Leggi tutto
22-6-2014 14:57

Disattivarle lo fanno, mai detto il contrario, si pu anche dall'app che ogni operatore ha, dove si pu accedere al proprio profilo, per qualsiasi operazione. Piuttosto di chiamare il numero che scrivono nel sms di avvenuta attivazione. E' il discorso della backlist che non vogliono fare. Se violano la legge, come dovrebbe tutelarsi un... Leggi tutto
23-5-2014 09:40

Dipende forse dalla potenza dei tuoi dispositivi...o della rete dati, io quando carico una pagina da smartphone non si impalla niente carica tutto nel giro di 2 - 3 secondi, non farei in tempo a premere indietro, mi capitato di premere un banner poco tempo fa...non mi ha attivato il servizio, mi ha solo portata in una pagina dove... Leggi tutto
23-5-2014 09:29

Ma io non dico che non succede. Ti dico come deve funzionare. E gli operatori dei callcenter devono disattivarti se gli chiedi di farlo. E devono metterti in blacklist se gli chiedi di farlo. So bene come funziona questa roba. Purtroppo il settore pieno di aziende che fanno come dici tu ma stanno violando la legge.
23-5-2014 07:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Da dove scarichi di solito i file (app, film, libri, giochi)?
Scarico i file da fonti sempre diverse
Scarico file da siti di cui mi fido
Non scarico molti file e presto sempre attenzione al sito da cui li scarico
Scarico i file solo da negozi online e da app store di fiducia
Non scarico nulla

Mostra i risultati (1319 voti)
Febbraio 2020
Il primo smartphone con Windows 10
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics