Android L aumenta drasticamente la vita della batteria

La nuova versione straccia Android 4.4 KitKat.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-07-2014]

android l

All'ultimo Google I/O l'azienda di Mountain View ha mostrato Android L, successore della versione 4.4 KitKat del popolare sistema operativo per smartphone e tablet.

Al di là della nuova interfaccia, le novità di Android L riguardano in maniera consistente le prestazioni, a partire dalla sostituzione di Dalvik con la nuova macchina virtuale ART (Android Runtime).

Delle nuove API (oltre 5.000), ve ne sono alcune specificamente sviluppate per migliorare la durata della batteria e, insieme ad altri accorgimenti, vanno sotto il nome di Project Volta.

Google sa bene che l'autonomia è un valore importante per gli utenti e ha quindi deciso di concentrare buona parte dei propri sforzi nel tentativo di migliorarla.

Android L riesce a gestire meglio i processi secondari, dispone di una cronologia dell'utilizzo della batteria che consente di individuare e gestire quelle attività che ne consumano molta e dispone anche di una modalità di risparmio energetico particolarmente aggressiva che si attiva quando l'autonomia scende sotto il 15%.

Sondaggio
Qual è il prodotto più obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda è passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: è bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non può competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (2119 voti)
Leggi i commenti (8)

Dato che la Developer Preview di Android L è già disponibile, Ars Technica ha voluto mettere alla prova tutte queste novità per scoprire se le promesse siano davvero mantenute.

Il risultato è decisamente positivo: Android L riesce ad allungare l'autonomia di un buon 36% rispetto ad Android 4.4 KitKat, senza nemmeno utilizzare la modalità di risparmio energetico aggressiva.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Arrivano Nexus 6 e Nexus 9 con Android 5.0 Lollipop
HTC aggiorna gli smartphone One M8 con Android 4.4.3
Il Nexus 6 arriva a novembre con Android L
La batteria biodegradabile si scioglie in acqua in 3 settimane
Le batterie zuccherine che si ricaricano come le cartucce

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

@Gladiator: Piuttosto inesatto. nexus 5 e telefoni dell'ultimo anno lo riceveranno di sicuro... galaxy s4 è a rischio... moto g e moto x lo riceveranno di sicuro... Il supporto degli update è di norma 18 mesi dall'uscita... tutti gli altri possono ricorrere all'ampia gamma di rom su xda ;) Leggi tutto
19-7-2014 20:32

Galaxy S3, con Android 4.1.2. Gia' adesso, grazie a Greenify e Root App delete (serve preventivamente rootare il dev), vedo miracoli in quanto a durata della batteria. Il tutto completato dal kernel Boeffla :wink: Probabilmente queste nuove versioni ufficiali di Android inglobano di default cio' che ora bisogna installarsi... Leggi tutto
18-7-2014 02:19

Questo è praticamente certo anche se, probabilmente, non per ragioni tecniche come del resto sottolinea anche interceptor... :twisted: Leggi tutto
17-7-2014 19:01

Galaxy S3 con Android 4.3. E mi sa che lì rimarrò. Mauro
17-7-2014 15:35

Il mio ha ancora 4.2.2! :P
16-7-2014 18:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2343 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics