Nuovo furto di immagini intime

Stavolta di minori che hanno creduto alle promesse di SnapChat.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-10-2014]

fotolia

L'ultimo esempio della falsità del mito del "nativo digitale", secondo il quale i giovani d'oggi sarebbero istintivamente capaci di gestire le tecnologie informatiche, arriva con un avvertimento forte: non trafficate con l'ultimo lotto di immagini intime rubate, perché diffondereste pedopornografia.

È infatti in circolazione in Rete un nuovo, immenso lotto di immagini intime rubate. Si parla di circa 13 gigabyte, per un totale di circa centomila fotografie. Ma sono foto intime di minorenni, e come tali farle circolare (o scaricarle tramite circuiti peer-to-peer) comporta il rischio di essere accusati del reato di diffusione di pedopornografia.

Il furto sarebbe avvenuto, stando ai primi dati, tramite un'app Android, SnapSave (ora scomparsa), che è un client di SnapChat, un servizio che promette foto che si cancellano automaticamente e irrevocabilmente dal dispositivo del destinatario dopo che sono state viste; l'ideale, pensano molti, per foto intime da condividere in modo effimero.

Secondo le dichiarazioni di alcuni dei distributori di questo nuovo lotto, denominato The Snappening, SnapSave conservava di nascosto una copia di tutte le foto "temporanee". SnapSave nega tutto.

Snapchat si è dichiarata estranea al furto. Intanto gli utenti di 4chan, che sono fra quelli che distribuiscono le immagini, stanno creando un database che associa le foto ai nomi degli utenti.

Chiunque creda alla promessa di foto che si autocancellano su un dispositivo altrui non è un nativo digitale: è un analfabeta che tocca icone senza capire cosa sta succedendo dentro il lucido giocattolo che ha in mano.

Una volta che un dato finisce sul dispositivo di qualcun altro, non c'è nessun modo di garantire che venga realmente cancellato e che non possa essere recuperato: è un concetto fondamentale dell'informatica.

Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1330 voti)
Leggi i commenti (13)

Non solo ci sono app che salvano automaticamente le foto di SnapChat, come faceva appunto SnapSaved: basta fare uno screenshot della foto, o fotografare lo schermo del dispositivo ricevente mentre mostra la foto.

La colpa di questo analfabetismo, però, non sta solo negli utenti. Servizi come SnapChat andrebbero denunciati per quel che sono: truffe che promettono una cosa tecnicamente impossibile e alimentano l'illusione che esista davvero la possibilità di condividere qualcosa temporaneamente con i mezzi digitali.

Mi spiace, nativi digitali minorenni che componete la metà dell'utenza di Snapchat: l'informatica non funziona così, una cosa condivisa è condivisa per sempre, e gli adulti sono bastardi disposti a mentire spudoratamente pur di guadagnare sulla vostra pelle. E gli adulti che creano i social network sono ancora più bastardi.

Mettete giù un attimo il telefonino, e invece di farvi un selfie, fate di questa vicenda una lezione di vita.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Fotografare sotto le gonne non è reato
Adult Friend Finder, rubati i dati di 3,9 milioni di utenti
Dropbox, violati 7 milioni di account
Foto rubate da iCloud, le celebrità fanno causa a Google
Il Fappening travestito da malware
Snapchat ha ufficialmente ingannato i consumatori
Ancora problemi di privacy per Snapchat
Viber intercettabile, non cifra i dati
9 alternative a WhatsApp
Snapchat, pubblicati i dati di 4,6 milioni di utenti
Snapchat, un bug mette in piazza i numeri degli amici
Il primo tablet non si scorda mai: 20 consigli utili
Snapchat e l'ingenuità dei nativi digitali

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 28)

Già... dipende da cosa intendi esattamente come "nemici"... :) :wink: Leggi tutto
19-11-2015 09:44

Allora caro Erma, non ti prendo in giro, è il mio modo di esprimermi... E sei pure permalosetto...te l'ho spiegato prima che scherzavo... :wink: il discorso è pesante, alleggerirlo un po' era praticamente d'obbligo. Ma sai con quanti utenti mi sono trovata in disaccordo? Una marea. E con quanti ne è nata una discussione così, solo tu!... Leggi tutto
10-11-2015 12:29

Scusa se non ho risposto prima, ma in questi giorni ho avuto un pò da fare. A me, sinceramente, per il modo che stai usando per rispondermi, mi sta venendo sempre più forte il dubbio che mi stai prendendo anche un pò in giro... ma magari è solo una mia "sgradevole" impressione... :? In ogni caso: Curioso da leggere, ma... Leggi tutto
6-11-2015 23:41

Sei ripetitivo, vuoi convincermi che sbaglio, se non ti do "pane da contestare" vai a quotare cose scritte prima, a volte sei duro a capire (e mi tocca di ripetere o scrivere con altre parole)...e in particolare non hai il senso dell'humor, ma avrai anche dei pregi comunque! :wink: Per me l'argomento è chiuso, lo so che... Leggi tutto
21-10-2015 11:26

Scusa se rispondo solo ora, ma come sai a me impegna parecchie ore e non le ho sempre disponibili... :wink: Beh, che scrivo molto me ne rendo conto... ma certi argomenti non puoi riassumerli in 2 battute. Per i flammes o gli ignore è un altro discorso che sarebbe da disquisire caso per caso. Ma già che ci sono, a tuo modo di... Leggi tutto
20-10-2015 04:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1728 voti)
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Pirateria, la soluzione è sospendere Telegram
Tutti gli Arretrati


web metrics