Fioriscono i cloni di The Pirate Bay, ma l'originale non risorge

La Rete pullula di mirror della Baia dei Pirati; ma occhio alle truffe.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-12-2014]

The Pirate Bay cloni

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
The Pirate Bay e Eztv non raggiungibili

È ormai passata una settimana dal sequestro dei server di The Pirate Bay, che ha causato l'improvvisa scomparsa dalla Rete di uno dei siti di torrent più popolari.

Da allora, le alternative hanno visto crescere la propria popolarità grzie agli orfani della Baia, mentre il ritorno del sito scomparso, che pareva possibile in tempi brevi, ancora non s'è concretizzato.

Intanto, però, hanno iniziato a fiorire i cloni. Si tratta in generale di siti che si appoggiano sul vecchio database di torrent di The Pirate Bay e non permettono l'upload ma consentono soltanto di scaricare i file indicizzati sino al momento della chiusura.

È importante tenere presente che si tratta di siti non collegati a The Pirate Bay: non sono "cloni ufficiali", non sono gestiti dallo staff originario e, in linea di principio, è bene fare attenzione quando li si visita; non è impossibile imbattersi in siti creati al solo scopo di diffondere malware.

Alcuni cloni, in particolare, hanno acquisito una certa popolarità e sono, al momento in cui scriviamo, relativamente sicuri.

Il primo è l'ormai noto thepiratebay.cr, che adopera un TLD della Costa Rica.

Esso deve la sua popolarità al fatto che, erroneamente, nei giorni immediatamente successivi alla caduta di The Pirate Bay molti media lo indicavano come «la nuova casa» del sito, credendo che il nuovo load balancer avesse adottato la Costa Rica come patria.

In realtà si tratta di un semplice mirror che, come dicevamo, permette di accedere all'archivio aggiornato sino alla chiusura del sito, senza possibilità di upload.

Un altro mirror della Baia che ultimamente ha guadagnato in popolarità è thepiratebay.ee, il quale usa il TLD dell'Estonia.

Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2531 voti)
Leggi i commenti (24)

Come il precedente, anche questo riprende l'aspetto di The Pirate Bay e non permette l'upload.

Al momento l'utilizzo di questa alternativa è libero e gratuito, ma fino a pochi giorni fa thepiratebay.ee richiedeva il pagamento di una quota per accedere ai torrent; anche se non succede più, si tratta sempre di un comportamento passato da tenere presente qualora la politica cambi di nuovo.

Due cloni che meritano una menzione particolare in quanto ospitano anche un po' di materiale nuovo sono thepiratebay.hk e thepiratebay.org.es; entrambi forniscono anche un comodo link per accedere a una lista di ulteriori proxy per The Pirate Bay.

L'ultimo mirror che citiamo si differenzia dai precedenti perché chiarisce senza possibilità di dubbio di non avere legami diretti con l'originale The Pirate Bay e di non essere la sua nuova incarnazione.

L'indirizzo è Oldpiratebay.org e il nome ufficiale ne chiarisce l'origine: si chiama infatti The Pirate Bay Search by IsoHunt.

Lo staff di IsoHunt ha infatti voluto creare un clone della Baia affinché i torrent continuino a essere accessibili fino al ritorno di The Pirate Bay.

Occorre dire tuttavia che molti dei torrent presenti su The Pirate Bay non sono presenti su questa sua versione, che in realtà sembra essere più che altro IsoHunt con una interfaccia "pirata".

Sul sito campeggia in bella vista un'avvertenza - «@oldpiratebay [un account Twitter, NdR] is a fake account» - che informa gli utenti di come qualcuno abbia cercato di approfittare del nome per attirare gli ingenui. Al momento @oldpiratebay è stato sospeso da Twitter, ma la sua esistenza è un segno importante: bisogna fare molta attenzione prima di dare fiducia a uno dei molti cloni che vanno apparendo.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
The Pirate Bay è pronta a tornare

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ritorno di The Pirate Bay, ma nell'anarchia
The Pirate Bay diventa open source: chiunque può aprirne una

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli ultimi due anni, quante volte hai formattato l'hard disk del PC?
Nessuna
Una
Un paio
Quattro o cinque
Una decina
Di pi¨

Mostra i risultati (3967 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics