The Pirate Bay è pronta a tornare

Un portavoce ha rotto il silenzio stampa: ok i cloni, ma torneremo presto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2014]

pirate bay parla staff

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
The Pirate Bay e Eztv non raggiungibili

Nel complicato panorama fatto di cloni, mirror, proxy e siti che si spacciano per «la vera Pirate Bay», una voce finora è mancata: quella dallo staff del sito originale.

Dopo il raid, tutti i membri sono rimasti per così dire alla finestra a osservare lo svolgersi degli eventi, per lo meno sino a ora.

Mr 10100100000, uno dei gestori di The Pirate Bay, ha infatti rotto il "silenzio stampa" e in un'intervista a TorrentFreak ha raccontato la vicenda dal punto di vista dello staff, oltre a dare qualche indicazione sui piani futuri.

«Non siamo rimasti sorpresi dal raid» ha dichiarato Mr 10100100000. «È una cosa che è parte del gioco. In realtà, non potrebbe importarci di meno».

L'intervento della polizia, lungi dall'essere considerato una sciagura, pare invece essere stato preso come l'occasione per una pausa di riflessione: «Quanto a lungo dovremmo andare avanti? A che scopo? Eravamo anche un po' curiosi di vedere come avrebbe reagito il pubblico».

Sondaggio
Quanto spendi di elettricità ogni mese?
Meno di 30 euro
Tra 30 e 50 euro
Tra 50 e 75 euro
Tra 75 e 100 euro
Tra 100 e 150 euro
Più di 150 euro

Mostra i risultati (2773 voti)
Leggi i commenti (4)

La realtà è che nemmeno lo staff di The Pirate Bay sa se il sito tornerà online: «Ricominceremo? Ancora non lo sappiamo. Ma se e quando lo faremo, sarà con un'esplosione».

Dato che non c'è un amministratore al quale sono demandate le decisioni sul futuro della Baia, l'intero staff - tra le 30 e le 50 persone - sta al momento discutendo e confrontandosi per decidere che cosa fare; l'esito della discussione è tutt'altro che scontato.

Nel frattempo però, Mr 10100100000 e soci guardano con un certo favore ai cloni, pur rendendosi conto che il comportamento scorretto di certi siti sia un problema: per esempio il fatto che la versione originale di thepiratebay.ee costringesse gli utenti a pagare.

«Abbiamo sempre vissuto secondo il Kopimi. Adoriamo essere clonati. Sarebbe fantastico se, come nel film classico Spartacus, ognuno si alzasse e dicesse "Io sono The Pirate Bay"» conclude Mr 10100100000.

Notizia del giorno, infine, è che la persona arrestata nel raid della scorsa settimana è stata rilasciata, anche se rimane oggetto di indagine.

Si crede infatti che si tratti di uno dei moderatori del sito.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Nel datacenter di The Pirate Bay ci sarebbero altri 40 siti illegali

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ritorno di The Pirate Bay, ma nell'anarchia
The Pirate Bay diventa open source: chiunque può aprirne una
Un BitTorrent anonimo, decentralizzato e impossibile da chiudere

Commenti all'articolo (1)

Allora, tantissimi auguri. Purchè lo facciano a debita distanza da me. :lol: Leggi tutto
26-12-2014 01:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1592 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 ottobre


web metrics