The Pirate Bay è pronta a tornare

Un portavoce ha rotto il silenzio stampa: ok i cloni, ma torneremo presto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2014]

pirate bay parla staff

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
The Pirate Bay e Eztv non raggiungibili

Nel complicato panorama fatto di cloni, mirror, proxy e siti che si spacciano per «la vera Pirate Bay», una voce finora è mancata: quella dallo staff del sito originale.

Dopo il raid, tutti i membri sono rimasti per così dire alla finestra a osservare lo svolgersi degli eventi, per lo meno sino a ora.

Mr 10100100000, uno dei gestori di The Pirate Bay, ha infatti rotto il "silenzio stampa" e in un'intervista a TorrentFreak ha raccontato la vicenda dal punto di vista dello staff, oltre a dare qualche indicazione sui piani futuri.

«Non siamo rimasti sorpresi dal raid» ha dichiarato Mr 10100100000. «È una cosa che è parte del gioco. In realtà, non potrebbe importarci di meno».

L'intervento della polizia, lungi dall'essere considerato una sciagura, pare invece essere stato preso come l'occasione per una pausa di riflessione: «Quanto a lungo dovremmo andare avanti? A che scopo? Eravamo anche un po' curiosi di vedere come avrebbe reagito il pubblico».

Sondaggio
Quanto spendi di elettricità ogni mese?
Meno di 30 euro
Tra 30 e 50 euro
Tra 50 e 75 euro
Tra 75 e 100 euro
Tra 100 e 150 euro
Più di 150 euro

Mostra i risultati (2739 voti)
Leggi i commenti (4)

La realtà è che nemmeno lo staff di The Pirate Bay sa se il sito tornerà online: «Ricominceremo? Ancora non lo sappiamo. Ma se e quando lo faremo, sarà con un'esplosione».

Dato che non c'è un amministratore al quale sono demandate le decisioni sul futuro della Baia, l'intero staff - tra le 30 e le 50 persone - sta al momento discutendo e confrontandosi per decidere che cosa fare; l'esito della discussione è tutt'altro che scontato.

Nel frattempo però, Mr 10100100000 e soci guardano con un certo favore ai cloni, pur rendendosi conto che il comportamento scorretto di certi siti sia un problema: per esempio il fatto che la versione originale di thepiratebay.ee costringesse gli utenti a pagare.

«Abbiamo sempre vissuto secondo il Kopimi. Adoriamo essere clonati. Sarebbe fantastico se, come nel film classico Spartacus, ognuno si alzasse e dicesse "Io sono The Pirate Bay"» conclude Mr 10100100000.

Notizia del giorno, infine, è che la persona arrestata nel raid della scorsa settimana è stata rilasciata, anche se rimane oggetto di indagine.

Si crede infatti che si tratti di uno dei moderatori del sito.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Nel datacenter di The Pirate Bay ci sarebbero altri 40 siti illegali

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ritorno di The Pirate Bay, ma nell'anarchia
The Pirate Bay diventa open source: chiunque può aprirne una
Un BitTorrent anonimo, decentralizzato e impossibile da chiudere

Commenti all'articolo (1)

Allora, tantissimi auguri. Purchè lo facciano a debita distanza da me. :lol: Leggi tutto
26-12-2014 01:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione più aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi più facilmente sulle attività di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe più ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualità dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe più peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni più appropriate.

Mostra i risultati (848 voti)
Aprile 2021
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 aprile


web metrics