La NSA spia tutte le telefonate dall'aereo

Intercettata ogni chiamata fatta col cellulare sin dal 2005.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-12-2016]

nsa cellulari aereo intercettati

La possibilità per tutti di effettuare chiamate dall'aereo con il proprio cellulare è relativamente recente.

Eppure, stando a quanto rivelano Le Monde e The Intercept, sin dal 2005 la NSA è attrezzata per intercettare qualsiasi telefonata fatta durante il volo.

La tecnologia per ottenere questo risultato deriverebbe da una collaborazione anglo-americana, sfociata nel programma Southwinds.

Questo software, operante dal 2005 fino almeno al 2012 (ma si vocifera che sia tuttora operativo), sarebbe stato in grado di intercettare tutte le comunicazioni cellulari effettuate sui voli commerciali e avrebbe registrato non soltanto le voci e i contenuti ma anche i dati e i metadati relativi alle chiamate.

Perché Southwinds potesse funzionare era necessario che l'aereo si trovasse in volo a un'altitudine di almeno 10.000 piedi (circa 3.000 metri). Soddisfatta questa condizione, ogni comunicazione inviata a un satellite affinché venisse ritrasmessa a terra veniva registrata da alcune stazioni poste al suolo.

Sondaggio
Qual è il tuo operatore principale di telefonia mobile?
Tim
Vodafone
Tre
Wind
Un operatore virtuale (Carrefour, PosteMobile, ecc.)
Utilizzo più Sim
Non ho il cellulare... ma non mi crede nessuno

Mostra i risultati (4732 voti)
Leggi i commenti (9)

Le varie agenzie di spionaggio incrociavano poi i dati così raccolti con quelli riguardanti il volo, come la lista passeggeri, per completare il quadro del chiamante.

Oggigiorno, telefonare dall'aereo è molto più frequente di quanto non fosse una decina di anni fa, quando la NSA già aveva messo in funzione la propria infrastruttura di intercettazione.

Come commenta Jacques Follorou, di Le Monde, «Tutto ciò coinvolge una popolazione ben più ampia dei sospetti di terrorismo. La sorveglianza per motivi politici o economici di passeggeri di prima classe o di classe business sui voli a lunga percorrenza può avere molti altri usi».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Yahoo spiava le email degli utenti per ordine della NSA
Cisco, più grave del previsto l'exploit relativo all'NSA
NSA ''hackerata'', l'opinione di Edward Snowden
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Il cellulare in aereo? Si può

Commenti all'articolo (2)

E così oltre a tutto il resto, l'NSA si autofinanzia anche rivendendo informazioni rilevanti di qualsiasi tipo intercettate in questo modo. Viviamo veramente in un mondo in cui ogni parvenza di onestà e rettitudine sono materiale preistorico e completamente desueto. :blackhumour: Leggi tutto
18-12-2016 11:52

{heston}
"Questo software, operante dal 2005 fino almeno al 2012 (ma si vocifera che sia tuttora operativo)"; penso che oggi sia ben più utile di ieri, non vi sembra? "Tutto ciò coinvolge una popolazione ben più ampia dei sospetti di terrorismo." Perché, tutte le altre misure "antiterrorismo" cosa fanno, invece?
10-12-2016 14:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1174 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics