Intel: ''Non installate le patch per Meltdown e Spectre''

Rischiano di fare più male che bene.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2018]

intel patch meltdown spectre

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Falla critica nei processori Intel, la patch rallenterà tutti i Pc

Sembrava che la telenovela fosse ormai conclusa, o comunque che si avviasse verso la conclusione. Invece, la storia dei bug Meltdown e Spectre si arricchisce di una nuova puntata.

Quando tutti ormai s'erano messi il cuore in pace e avevano iniziato a installare le patch messe a disposizione dai vari produttori, Intel stessa ha cambiato le carte in tavola.

Il colosso dei chip ha infatti invitato tutti a fermare la distribuzione delle patch attuali, poiché pare che esse possano «introdurre un numero maggiore di riavvii rispetto a quanto previsto e altri comportamenti imprevedibili del sistema».

In altre parole: le patch fino a ieri in distribuzione sembrano fare più male che bene alle macchine cui sono dedicate.

Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1206 voti)
Leggi i commenti (33)

I problemi sarebbero particolarmente evidenti sulle piattaforme Broadwell e Haswell, ma anche Skylake, Kaby Lake, Ivy Bridge e Sandy Bridge potrebbero essere interessate dal medesimo malfunzionamento.

Intel sostiene anche di star lavorando alacremente insieme agli altri produttori a una versione definitiva delle patch, che non solo correggerà le falle ma manterrà stabili i sistemi sui quali sarà installata: bisogna avere soltanto un po' di pazienza.

Tutto ciò ha però comprensibilmente causato sconcerto e irritazione nell'intero mondo informatico: il sempre focoso Linus Torvalds, "padre" di Linux e che già aveva riservato all'azienda parole di fuoco, ha accusato Intel di fare «cose irragionevoli, senza senso» e di diffondere «patch spazzatura».

Secondo Torvalds, infatti, la patch per Spectre sarebbe stata progettata malamente al fine di evitare impatti negativi sulle prestazioni: Intel avrebbe semplicemente deciso di inserire un flag di protezione, da attivare in automatico all'avvio, chiamato IBRS_ALL.

Tale flag, se attivato, avrebbe un peso importante sulle prestazioni, per cui verosimilmente nessuno deciderà di utilizzarlo: Intel però sarebbe al riparo da qualsiasi grana legale perché avrebbe fornito la soluzione al problema, anche se poi non è stata utilizzata. Una soluzione - secondo Linus Torvalds - soltanto di comodo.

Più corretto sarebbe, sempre secondo il creatore di Linux, implementare delle patch che agiscono a livello più profondo, come le Riptoline di Google, messe a disposizione sotto licenza open source.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Intel: processori senza falle a 10 nanometri entro la fine dell'anno

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Meltdown e Spectre, la conferma: niente patch per i processori più vecchi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 81)

7 e 8.1 sono correntemente ancora supportati
12-3-2018 10:23

{Paolo Del Bene}
Ho appena trovato questa notizia: "INTEL AMD GOOGLE RESPOND GOVERNMENT MELTDOWN SPECTRE link
25-2-2018 10:07

{Paolo Del Bene}
Stavo leggendo link[/url] quando ho trovato questa notizia di un amico: The Intel Management Engine: an attack on computer users' freedom [url=http://forum.zeusnews.com/link/525020]link Saluti
24-2-2018 05:49

Cioè quando progettano i chip/firmware/driver/patch/etc. prevedono quanti riavvii dovrà fare il sistema? :o Leggi tutto
24-1-2018 13:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi costretto a scegliere: un mese senza sesso o un mese senza smartphone, cosa sceglieresti?
Il problema non si pone: non faccio sesso.
Il problema non si pone: non ho uno smartphone.
Rinuncerei più volentieri al sesso piuttosto che separarmi dallo smartphone.
Rinuncerei più volentieri allo smartphone piuttosto che fare a meno del sesso.

Mostra i risultati (3545 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics