Meltdown e Spectre, arrivano i primi malware che sfruttano le falle nelle Cpu

L'attacco è imminente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-02-2018]

meltdown spectre malware

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Falla critica nei processori Intel, la patch rallenterà tutti i Pc

Finora, tutta la storia delle falle Meltdown e Spectre nei processori trattava di patch, di rilasci e di contrordini, senza che all'orizzonte si palesasse una minaccia concreta.

La tedesca AV-Test ha però scoperto che adesso lo scenario è cambiato: ha infatti identificato 139 esemplari di malware scritti per sfruttare i bug.

La nota positiva è che la maggior parte di questi malware sfrutta del codice proof-of-concept noto, elaborato da vari esperti di sicurezza e quindi facilmente identificabile dai software di sicurezza. Tuttavia, il semplice numero - non certo indifferente - dei malware lascia intendere che i cybercriminali si stanno muovendo.

AV-Test afferma che è difficile capire quali malware siano davvero efficaci nello sfruttare le falle: pare insomma che i creatori di questi software stiano più che altro cercando di capire se sia possibile sfruttare le falle senza troppe complicazioni, così da trarne un guadagno con relativa semplicità, un po' come avviene con i ransomware.

«A causa del numero estremamente elevato di sistemi/compute coinvolti» - ha commentato Andreas Marx, Ceo di AV-Test - «e della difficoltà di risolvere le vulnerabilità, sono certo che gli autori di malware stanno cercando il modo migliore di estrarre informazioni dai computer, e in particolare dai browser».

Le varie aziende produttrici di antivirus già possiedono le firme necessarie per difendere i Pc dal codice attualmente usato, ma non è detto che i software di sicurezza siano anche in grado di individuare con precisione le varianti che sorgeranno in futuro: il complicato scenario all'interno del quale agiscono non permette loro di garantire serenità agli utenti.

Perciò, Marx suggerisce che, se non c'è bisogno del Pc anche solo per qualche decina di minuti, sia una buona idea spegnerlo; consiglia inoltre di chiudere sempre il browser quando ci si allontana dal computer (per esempio quando si va in pausa pranzo) al fine di «minimizzare la superficie d'attacco».

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Intel rilascia una nuova patch per Meltdown e Spectre, questa volta senza errori

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intel: ''Non installate le patch per Meltdown e Spectre''
Meltdown e Spectre, arrivano le patch: ecco quanto rallenterà il Pc

Commenti all'articolo (3)

{Paolo Del Bene}
Ho appena trovato questa notizia: "INTEL AMD GOOGLE RESPOND GOVERNMENT MELTDOWN SPECTRE link
25-2-2018 10:12

{Paolo Del Bene}
Stavo leggendo link[/url] quando ho trovato questa notizia di un amico: The Intel Management Engine: an attack on computer users' freedom [url=http://forum.zeusnews.com/link/525027]link Saluti
24-2-2018 06:04

Certo che su questi aspetti la chiarezza mi sembra ancora piuttosto una chimera...
10-2-2018 14:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque pu˛ vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (825 voti)
Febbraio 2019
WinRAR, falla vecchia di 14 anni minaccia 500 milioni di utenti
Blu-ray in declino, Samsung cessa la produzione di lettori
Chiavette USB per rilevare eventuali cyberattacchi
Microsoft chiede agli utenti di non usare Internet Explorer
Cassandra Crossing/ Colore viola addio
Microsoft: Non comprate Office 2019
Storia di un attacco informatico a una banca
Lasciate Facebook per un mese: vi farà bene
Windows Update irraggiungibile, ma torna a funzionare cambiando i DNS
Prosecco italiano sotto accusa: distrugge le colline da cui nasce
Gennaio 2019
Cassandra Crossing/ Truffati o indotti in errore?
La lavastoviglie compatta che lava i piatti in 10 minuti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Facebook vuole unificare Instagram, Messenger e WhatsApp
Windows Lite farà piazza pulita delle ''piastrelle'' nel menu Start
Tutti gli Arretrati


web metrics