Bug processori, il rimedio di Microsoft è peggiore del male: la patch blocca i Pc con Amd

L'unica soluzione è reinstallare Windows.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-01-2018]

windows 10 meltdown patch bricked amd

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Falla critica nei processori Intel, la patch rallenterà tutti i Pc

Come promesso, Microsoft ha iniziato a rilasciare le patch di emergenza necessarie per mitigare le conseguenze dei difetti di progettazione Meltdown e Spectre scoperti nei processori Intel, Amd e Arm.

Era stato previsto che correzioni tanto delicate, che coinvolgono parti del kernel di Windows, su alcune macchine avrebbero potuto avere conseguenze impreviste: e così è stato.

Diversi utenti stanno segnalando una possibile grave incompatibilità della patch rilasciata da Microsoft con alcune Cpu Amd: in particolare, dopo l'installazione del fix il sistema operativo si rifiuterebbe di avviarsi.

Sotto accusa è la patch KB4056892, che rende certi Pc inutilizzabili generando inoltre un errore 0x800f0845, che rende impossibile tornare alla situazione precedente l'installazione della patch.

In particolare sembra che a digerire male la correzione siano i Pc con processore Athlon: diventa impossibile accedere a Windows, e l'unica soluzione è reinstallare da capo il sistema.

Sebbene il numero di utenti che segnalano il problema continui ad aumentare, nel momento in cui scriviamo Microsoft deve ancora affrontare ufficialmente la questione.

Allo stato attuale, se il vostro computer con Cpu Amd si è bloccato dopo l'installazione dell'ultima patch, il modo migliore di procedere è reinstallare Windows da zero e disabilitare immediatamente Windows Update fino a che il problema non sarà risolto.

Per quanti dispongono di Windows 10 Pro, per bloccare Windows Update è sufficiente usare il Group Policy Editor (Editor dei Criteri di Gruppo, in italiano).

Per farlo, premere Win + R per aprire l'interfaccia del comando Esegui, quindi digitare gpedit.msc e premere Invio.

Nella finestra che si aprirà, bisognerà seguire il seguente percorso: Configurazione del computer -> Modelli Amministrativi -> Componenti di Windows -> Windows Update.

Lì bisogna variare l'impostazione Configurazione degli Aggiornamenti Automatici impostandola a 2 - Invia una notifica per il download e per l'installazione.

Aggiungiamo per completezza la seguente precisazione di Amd:

Amd è a conoscenza di una problematica con alcuni processori di vecchia generazioni a seguito dell’installazione di un aggiornamento di sicurezza Microsoft pubblicato nel weekend. Amd e Microsoft stanno già lavorando a un nuovo update che risolva il problema e prevedono di distribuirlo a breve agli utenti coinvolti in questa problematica.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Meltdown e Spectre, arrivano le patch: ecco quanto rallenterà il Pc

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 81)

7 e 8.1 sono correntemente ancora supportati
12-3-2018 10:23

{Paolo Del Bene}
Ho appena trovato questa notizia: "INTEL AMD GOOGLE RESPOND GOVERNMENT MELTDOWN SPECTRE link
25-2-2018 10:07

{Paolo Del Bene}
Stavo leggendo link[/url] quando ho trovato questa notizia di un amico: The Intel Management Engine: an attack on computer users' freedom [url=http://forum.zeusnews.com/link/525020]link Saluti
24-2-2018 05:49

Cio quando progettano i chip/firmware/driver/patch/etc. prevedono quanti riavvii dovr fare il sistema? :o Leggi tutto
24-1-2018 13:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il Garante Privacy ha istituito - ormai da anni - un servizio che in teoria dovrebbe tutelare la privacy dei cittadini iscritti, vietando ai call center di chiamare i loro numeri telefonici. Secondo la tua esperienza, il Registro delle Opposizioni funziona?
S. Sono iscritto e non mi scocciano praticamente mai.
Non lo so. Non sono iscritto.
No. Sono iscritto e continuo a ricevere telefonate con proposte commerciali.

Mostra i risultati (2473 voti)
Novembre 2018
Il Garante privacy boccia la fattura elettronica
Windows 10, ritorna l'October Update
Tim in piena tempesta: sfiduciato l'amministratore delegato Genish
Windows 10, aggiornamento problematico: non ricorda le associazioni dei file
Il bug di Windows 10 Pro che spinge gli utenti a passare alla versione Home
Il primo ibrido smartphone-tablet che si piega davvero
Microsoft abolisce il servizio Hotfix per Windows
Visita 9.000 siti a luci rosse dall'ufficio e infetta l'intera rete aziendale
Google si allea con iRobot per mappare le case degli utenti
Surriscaldamento globale entro 15 anni, per colpa dei Bitcoin
Ottobre 2018
IBM compra Red Hat Linux per 34 miliardi di dollari
La SIM che si connette direttamente a TOR
Adottando uno smart meter si può far calare la bolletta del 20 per cento
Ladri rubano una Tesla Model S armati soltanto di tablet e smartphone
Giovanissimi in fuga da Facebook
Tutti gli Arretrati


web metrics