Lenovo, portatili ThinkPad a rischio incendio per colpa di una vite non avvitata

Il richiamo dei modelli X1 Carbon è già in corso.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2018]

thinkpad x1 carbon vite incendio

Lenovo sta richiamando tutti i ThinkPad X1 Carbon prodotti prima del 1 novembre 2017 perché la batteria rischia di surriscaldarsi e addirittura di prendere fuoco.

Fin qui sembra trattarsi di un "normale" richiamo: per quanto spiacevole, la presenza nei prodotti elettronici di difetti che possono mettere a rischio la salute degli utenti è un'eventualità che ormai non è più eccezionale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Cosa manca nel tuo notebook attuale e vorresti che fosse presente? Aggiungi eventualmente la risposta nei commenti.
Una maggiore risoluzione del display
L'uscita VGA
Un processore più veloce
Più memoria Flash
La possibilità di utilizzare una batteria più capace
La porta LAN
Almeno una porta USB supplementare o una USB 3.0
Più memoria RAM
Il touchscreen

Mostra i risultati (1505 voti)
Leggi i commenti (18)
Ciò che è davvero interessante è però la causa prima del problema: pare infatti che la colpa di tutto sia di una vite non avvitata.

Tale vite, relativamente libera di muoversi all'interno del portatile, può finire con il danneggiare la batteria agli ioni di litio, provocando un corto circuito in una delle celle.

È questo fenomeno che porta al surriscaldamento e alla possibilità che la batteria prenda fuoco (sebbene casi di incendio ancora non siano stati segnalati).

Considerata la natura della causa, la soluzione è molto semplice: basta eliminare la vite. Questa in realtà non ha una sede propria in cui può essere riavvitata: invece è stata lasciata all'interno dei portatili dal processo di produzione per errore, un po' come succede quando un chirurgo dimentica una pinza all'interno di un paziente.

L'operazione di rimozione della vite viene eseguita gratuitamente da Lenovo. L'azienda raccomanda di non utilizzare i ThinkPad X1 Carbon fino a che il problema non viene rimosso.

Di seguito riportiamo la dichiarazione di Lenovo sul richiamo di ThinkPad X1 Carbon:

In collaborazione con la U.S. Consumer Product Safety Commission (CPSC), Lenovo sta mettendo in atto un’azione di richiamo volontaria di un lotto di laptop ThinkPad X1 Carbon di quinta generazione prodotti fra dicembre 2016 e ottobre 2017. Lenovo ha valutato che un numero limitato di macchine possa contenere una vite non correttamente avvitata che potrebbe danneggiare la batteria causando surriscaldamenti, con un potenziale rischio di incendio.

Nell’interesse della sicurezza dei propri clienti, con effetto immediato, Lenovo offre verifiche gratuite su tutti i laptop ThinkPad X1 Carbon interessati, prodotti tra le date indicate sopra.

I dettagli del richiamo sui ThinkPad X1 Carbon di quinta generazione sono disponibili qui. Comunicato U.S. Consumer Product Safety Commission: qui.

La sicurezza dei clienti è la nostra priorità. Siamo spiacenti per qualsiasi inconveniente che questa azione di richiamo possa causare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Fujitsu richiama i portatili a rischio incendio
La falla nei Pc di Lenovo che regala le password agli hacker
HP richiama i portatili: la batteria rischia di prendere fuoco
Il laptop di Lenovo che si arrotola come un tappetino
Perché gli smartphone prendono fuoco?
Intel ritira lo smartwatch che può ustionare l'utente
Canon richiama 70mila fotocamere: irritano la pelle
Da Lenovo un ThinkPad robusto da usare in classe
Sony richiama un milione e mezzo di televisori

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

@SverX Hai ragione o, meglio, avresti ragione se la scelta ci fosse sempre e a pari opportunità e caratteristiche. In realtà io vedo che il mercato viene molto pilotato dai produttori che, per favorire le proprie scelte, orientano quelle dei consumatori/clienti/vacche da mungere nella direzione a loro preferita diminuendo o rendendo... Leggi tutto
14-2-2018 18:57

Purtroppo avete tutti ragione
14-2-2018 12:01

In realtà funziona un po' al contrario. I portatili tendono ad avere batterie NON rimovibili perché in fase di progetto tengono conto che sono proprio pochi quei clienti che, quando la batteria sarà inservibile, vorranno rimpiazzare solo quella e non l'intero computer. A quel punto ha senso (in ottica commerciale intendo - io non... Leggi tutto
14-2-2018 10:11

Eh già, è obsolescenza programmata anche questa. :incupito: E questo avrebbe anche potuto evitare il danneggiamento della batteria dall'interno del dispositivo dal momento che le sedi delle batterie sostituibili sono completamente carterate.
13-2-2018 19:15

Direi che concordo in pieno con ilmanowar - ormai la logica è che butti e cambi.
11-2-2018 22:49

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (1920 voti)
Maggio 2018
Microsoft: con l'April 2018 Update, Edge straccia Firefox e Chrome
Apple prepara tre nuovi iPhone per l'autunno, ma le vendite languono
La multa inflitta dal governo a Vivendi? La pagheranno i dipendenti Tim
Chrome, addio al lucchetto che indica i siti sicuri
Hacker distratti rivelano per sbaglio due falle finora sconosciute
Quasi 30 persone uccise dalle auto ''intelligenti'' senza chiavi
Come attivare la modalità riservata nella nuova Gmail
Google Drive cambia faccia per allinearsi a Gmail
Your Phone, l'app che porta iPhone e smartphone Android sui Pc con Windows 10
Veicolo autonomo di Uber investe e uccide: il software ha deciso di ignorare il pedone
Telegram alle strette rivela il rischio di avere dispositivi chiusi come gli iPhone
Windows 10, tutti i problemi dell'April 2018 Update (e come risolverli)
Sì, Cambridge Analytica ha chiuso. Ma è già rinata
In carcere l'uomo che cercava di allungare la vita ai vecchi Pc
Aprile 2018
Gmail, arriva il restyling: ecco come attivare subito le novità
Tutti gli Arretrati


web metrics