Arriva la batteria ignifuga, smartphone e tablet non esploderanno più



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-08-2018]

batteria ioni litio ignifuga non esplode

Sono fin troppo frequenti le notizie che riguardano qualche smarpthone o tablet che, di punto in bianco, prende fuoco o addirittura esplode.

Né il fenomeno è limitato a questo genere di dispositivi: dovunque ci sia una batteria al litio è possibile, nonostante le precauzioni prese dai costruttori e quelle che dovrebbero prendere gli utenti, che capiti un incidente anche estremamente distruttivo.

Alcuni ricercatori dell'Oak Ridge National Laboratory (Tennessee, USA) hanno studiato il problema e scoperto un sistema economico che impedirà il verificarsi di certi fenomeni.

L'idea è stata sviluppata traendo ispirazione dall'ooblek, un fluido non newtoniano (costituito da una sospensione di amido in acqua) che si indurisce in seguito a un impatto per poi tornare allo stato originario.

I ricercatori hanno quindi deciso di sostituire l'elettrolita liquido normalmente adoperato nelle batterie agli ioni di litio con un'alternativa che si solidifichi dopo un impatto.

Nelle batterie attuali, i due elettrodi sono separati da un sottile foglio di plastica immerso nell'elettrolita. Se la batteria subisce un colpo e la plastica si rompe, gli elettrodi non sono più separati: si causa un corto circuito che porta al surriscaldamento e all'incendio.

Sondaggio
Qual è il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (3834 voti)
Leggi i commenti (8)

L'uso di un elettrolita che dopo il colpo diventa solido (ma poi non torna allo stato di partenza) impedisce agli elettrodi di entrare in contatto tra loro, e dunque anche le conseguenze.

Gli studiosi del Tennessee hanno scoperto che per ottenere queste proprietà il materiale che meglio funziona è costituito da particelle perfettamente sferiche di silice, che hanno inserito sulla membrana di plastica che separa gli elettrodi prima di iniettare l'elettrolita liquido. Non è stato possibile inserire le sfere nell'elettrolita prima dell'iniezione nella batteria perché questa semplice operazione era sufficiente a causare la trasformazione del fluido in solido.

Quando poi la batteria è completa, le sfere entrano in sospensione nell'elettrolita, trasformandolo in un ooblek che si indurisce immediatamente se viene colpito con una certa forza. I test hanno dimostrato effettivamente che, dopo un impatto, il liquido si trasforma in un solido inerte.

La modifica, per quanto importante per gli effetti che ha sulla sicurezza, è economica e non richiede di cambiare in maniera sostanziale il processo produttivo delle batterie.

Secondo i ricercatori si potrebbe iniziare a utilizzare questa tecnologia nelle batterie dei droni per poi passare alle automobili (dispositivi per i quali gli impatti in grado di danneggiare le batterie tradizionali sono facilmente ipotizzabili) e al resto degli apparecchi a batteria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
iPad esplode nell'Apple Store di Amsterdam, negozio evacuato
Pc portatile in carica esplode e prende fuoco. Le telecamere di sicurezza riprendono tutto
Lenovo, portatili ThinkPad a rischio incendio per colpa di una vite non avvitata
Morde la batteria dell'iPhone e gli esplode in faccia
Apple ammette: ''Rallentiamo i vecchi iPhone di proposito''
Cuffie esplodono in volo, passeggera ferita
Addio ioni di litio, arrivano le batterie in vetro

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Io non so nulla di batterie ma già 10 anni fa ho visto prodotti "a prova di perforazione" Poi nel tempo di incidenti ne ho visti tanti (incidenti con EV, portatili, trapani....) L'ultimo che ho visto: Ho raccolto la batteria di un trapano che a qualcuno è caduta in strada... Involucro esterno di plastica = distrutto Elementi... Leggi tutto
28-8-2018 10:18

Tutte le batterie al litio attualmente esistenti sono li-ion, cioè a ioni di litio, cioè senza elettrodo di litio metallico, ma fatto di sali di litio (che possono essere LiCoO2, LiFePO4, NMC, o altro), da cui si staccano gli ioni di litio e vanno a intercalarsi nel reticolo cristallino dell'elettrodo di carbone. Anche le LiPO sono... Leggi tutto
28-8-2018 09:40

Hai fatto un commento veramente stupido: Le batterie non sono tutte uguali, sapevo benissimo che quella batteria non avrebbe provocato incidenti. Oltrettuto io ho testato una LIPO e tu mi posti una Litio-Ion.
27-8-2018 13:20

Hai fatto una cosa davvero stupida in un modo davvero stupido. Fossi in te andrei ad accendere un cero alla madonna ringraziando per avere ancora mani e occhi. https://www.youtube.com/watch?v=f30fBFitkSM
27-8-2018 11:22

link
26-8-2018 22:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli ultimi 12 mesi hai danneggiato accidentalmente un oggetto tecnologico portatile? (per esempio smartphone, fotocamera, notebook, tablet, ebook reader)
Sì, mi è caduto a terra.
Sì, mi è caduto in acqua (o ci ho versato dei liquidi).
Sì, ci ho lasciato giocare un bambino.
Sì, mi ci sono seduto sopra.
Sì, mentre lo lanciavo a un amico (o sulla scrivania).
No.

Mostra i risultati (2177 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics