Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-09-2018]

windows store fallimento

Quanti utenti di Windows usano abitualmente il Windows Store per ottenere le loro applicazioni preferite? Un'indagine informale parrebbe che siano proprio pochi, ma finora non c'erano cifre precise.

Adesso però Bloomberg ha pubblicato un documento, fornito da alcuni lavoratori temporanei di Microsoft ora licenziati, che mostra l'importante declino subito dal Windows Store tra il 2014 e il 2016.

Nel 2014 il numero delle app - tra quelle in versione definitiva e scaricabili e quelle soltanto inviate per l'approvazione, oltre ai vari aggiornamenti - era di circa 1,1 milioni.

Nel 2016, quella cifra era calata del 13%: è questo, per inciso, il motivo per il quale quei dipendenti sono stati lasciati a casa. Erano stati assunti con contratti a tempo determinato per testare le applicazioni e scovare i bug, ma la diminuzione delle app ha reso superflua la loro posizione.

Per avere un quadro davvero chiaro è necessario poi ricordare il periodo in cui tutto ciò è avvenuto. Nel 2014 esisteva ancora Windows Phone, l'unica piattaforma davvero dipendente dal Windows Store, e Windows 8 col suo stile Modern stava vivendo l'ultima parte della propria vita.

Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6478 voti)
Leggi i commenti (71)

Poi, con l'uscita di Microsoft dal mercato degli smartphone e l'arrivo di Windows 10, con il sostanziale abbandono della modalità tablet tipica di Windows 8 e il ritorno al paradigma desktop, le app sono diventate sempre meno interessanti.

Oggigiorno la situazione non sembra più rosea, per il Windows Store: le app in stile Modern non sono ancora decollate e anzi Microsoft ha dovuto inventarsi delle soluzioni di compromesso, come le Progressive Web App e le app Centennial (una conversione delle app Win32 per poterle inviare al Windows Store).

Si capisce quindi come mai Microsoft abbia smesso tempo fa di rendere noto il numero delle app presenti nel Windows Store: per gli sviluppatori il futuro, nonostante le intenzioni del colosso di Redmond, pare risiedere altrove.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10 dall'anno prossimo eseguirà le app di Android
Windows 10, un bug misterioso fa restituire alla ricerca risultati sbagliati
Ucciso da Microsoft, Paint risorge nel web con più funzioni
Windows 10, torna il menu Start
Il giorno di Windows 8.1
Windows 8.1, tutti i dettagli
Windows 8 alla conquista di 400 milioni di utenti
Windows Store, l'app store secondo Microsoft

Commenti all'articolo (3)

Quoto in pieno. Soprattutto per il discorso sui giovani inebetiti a cui tutto possono vendere, basta che istagram (sempre meno FB) vada bene. Comunque Metro e dintorni ho sempre bypassato a piè pari con classicshell. Anche lo schermo touch (che non ha preso per nulla piede, guardacaso), utile sono per prenotare treni o giù di lì! Il... Leggi tutto
29-9-2018 11:32

Ho sempre ritenuto che il Windows Store fosse il frutto delle schizofrenia di M$ che, a volte, assurge a vette veramente incommensurabili, questa direi ne sia la prova incontrovertibile...
22-9-2018 14:56

{leonardo}
Ma dai, le 'app' sono in genere delle parodie sottosviluppate (ma graficamente belle, questo si che è importante!) dei programmi. Le poche volte che le ho provate sono rimasto di sale, pensando che una azienda come M$ produce roba che sembra diretta ai bambini e costituisce a tutti gli effetti una involuzione funzionale.... Leggi tutto
20-9-2018 16:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hanno suscitato polemiche in Abruzzo alcuni manifesti pubblicitari con una ragazza in bikini e la scritta: "La diamo a tutti... l'Adsl dove non c'è". Alcuni hanno proposto di farli rimuovere perché lesivi della dignità della donna. Cosa ne pensi?
Sono contrario al ritiro dei manifesti perché sono incisivi e divertenti.
Li trovo volgari ma non credo che si possano proibire.
Bisogna farli rimuovere perché sono vergognosi.
Non penso che aumenteranno gli abbonamenti Adsl, anzi...
Altri gestori hanno fatto di peggio.

Mostra i risultati (4132 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics