Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-09-2019]

huawei deepin

Non è solo l'impossibilità di accedere ad Android a mettere in difficoltà Huawei, azienda cinese ormai da mesi nel mirino dell'amministrazione americana e che produce sia smartphone che laptop.

Se per i primi la soluzione almeno temporanea è adottare una versione di Android - il cui cuore è open source - senza le applicazioni di Google, per i secondi si pone il problema di sostituire Windows 10 con un altro sistema operativo.

Ovviamente Huawei non può semplicemente abbandonare il settore dei computer portatili, in cui le scelte di design dell'azienda le hanno procurato un generale apprezzamento, tanto che alcuni si sono spinti a definirla «la Apple cinese».

Così, i dirigenti dell'azienda cinese hanno deciso di puntare su Linux, e in particolare sulla distribuzione Deepin, una derivata di Debian che da un lato è sviluppata proprio in Cina e dall'altro ha fatto delle scelte estetiche e dell'attenta progettazione dell'ambiente desktop un proprio punto di forza.

I portatili Huawei con Linux Deepin per il momento sembrano essere limitati al mercato cinese, dove sono in vendita tramite il negozio online Vmail: vi si trovano i modelli MateBook 13, Matebook 14 e Matebook X Pro, tutti equipaggiati con il sistema del pinguino.

Sondaggio
Qual è il prodotto più obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda è passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: è bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non può competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (1915 voti)
Leggi i commenti (8)

Considerati i rapporti tra Huawei e il governo USA, in costante evoluzione e caratterizzati da successivi irrigidimenti e ammorbidimenti, non è possibile predire se l'adozione di Linux Deepin sui portatili Huawei sia qui per restare o se invece, qualora dovesse risolversi tutto in amicizia, la possibilità di scegliere sarà spazzata via dal ritorno di Windows 10.

La situazione dell'azienda cinese dovrebbe però essere l'occasione per far riflettere quanti operano in nazioni estere rispetto agli USA e appoggiano tutte le proprie attività su tecnologie da cui, in linea di principio, possono restare esclusi quasi dall'oggi al domani, cosa impossibile adottando soluzioni open source.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Huawei: l'Europa dovrebbe creare un proprio Android
Si chiama Harmony OS l'alternativa ad Android
Lo smartphone senza Android di Huawei arriverà entro la fine dell'anno
Dopo Google anche ARM abbandona Huawei
Google taglia fuori Huawei da Android

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Ah certo, ci sono galli e Galli... :lol:
28-9-2019 14:30

@Gladiator Dipende da Galli che trovano ad aspettarli negli altri pollai. :lol:
28-9-2019 10:59

Il problema, caro @etabeta, è che per certi galli il pollaio di riferimento non è il loro stato sovrano ma il mondo intero, e allora cominciano i caxxi... :roll: Leggi tutto
23-9-2019 19:01

Vero anche questo, e molto probabile. Ma un sistema Linux in più, preinstallato, non guasta. Chissà poi, se l'utonto tipo, non sapendo bene cosa acquista, correrà ad installarci Windows. Magari pagando una licenza. Queste installazioni andranno a buon fine?
21-9-2019 21:35

Ce ne vorrà per far conoscere GNU/Linux a chi ha bisogno della stessa icona con lo stesso disegno nello stesso posto. Comunque Deepin io personalmente la eviterei e la evito come evito puppy linux. Hanno creato un clone di Windows come modus operandi, clicca e installa e/o sbagliati a cliccare perché non ne sai e sputtani il istema. ... Leggi tutto
21-9-2019 14:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (696 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics