La UE vuole il connettore unico per smartphone, e-reader e tablet

Nel mirino c'è Apple, che usa il connettore proprietario Lightning.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-01-2020]

ue lightning usb

Tanto tempo fa, quando i cellulari erano "stupidi" e servivano solo per telefonare e inviare messaggi di testo, ogni marca e quasi ogni modello aveva un proprio connettore per il caricabatterie.

Ciò era notevolmente scomodo per gli utenti e contribuiva ad aumentare i rifiuti elettronici, dato che i caricabatterie non potevano essere riutilizzati quando si cambiava il telefonino.

Poi l'Unione Europea decise di prendere di petto questo problema e consigliò caldamente il connettore micro USB come unico standard, e così arrivammo alla situazione che viviamo ancora oggi: sugli smartphone troviamo semplicemente delle porte micro USB o, al limite, nella più recente versione USB Tipo-C.

La fiaba si potrebbe concludere qui con un "e vissero per sempre felici e contenti" se solo non ci fosse Apple, che ha sempre deciso di fare di testa propria: infatti sui prodotti con la mela morsicata troviamo non un connettore USB, ma il connettore proprietario Lightning.

A quanto pare ora a Bruxelles devono averne abbastanza perché alcuni europarlamentari hanno deciso che i tempi sono maturi per un nuovo intervento, «incoraggiando il settore» ad adottare un connettore unico per «telefoni cellulari, tablet, lettori di e-book e altri dispositivi portatili».

È chiaro come la pecora nera agli occhi della UE sia in questo caso sempre Apple, che è l'unica a differenziarsi dagli altri produttori di hardware, e lo fa sostenendo che accettare il caricabatterie unico equivarrebbe ad uccidere l'innovazione.

Non solo: secondo Apple, che espresse la propria opinione già oltre un anno fa, proprio il passaggio da Lightning a un altro standard, come per esempio USB, causerebbe a questo punto un aumento dei rifiuti elettronici, in quanto tutti gli attuali caricabatterie Lightning finirebbero nella spazzatura.

Questa, almeno, è la posizione a oggi. Da tempo si vocifera che per l'iPhone 12 Apple intenda adottare di propria iniziativa la porta USB Tipo-C, che dopotutto è già stata introdotta su iPad e MacBook.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Parlamento Europeo spinge per il caricabatterie unico, alla faccia di Apple
Apple rifiuta il caricabatterie unico proposto dalla UE

Commenti all'articolo (4)

In effetti, oggi, i caricabatterie degli smartphone e dei tablet hanno tutti un'uscita USB femmina standard A poi la differenza la fanno i cavetti di collegamento tra il caricabatterie ed il dispositivo da mettere sotto carica che possono avere una uscita diversa in funzione di come stato realizzato il dispositivo da caricare. La... Leggi tutto
8-3-2020 15:09

Ecco, appunto, se gli utonti invece di continuare a cambiare per correre dietro all'ultima uscita, prestano maggiore attenzione e cambiano solo quando il dispositivo diventa inutilizzabile per guasto, questo problema ,che stato giustamente pi volte sottolineato e sul quale la UE ha gi espresso una propria risoluzione, va verso una... Leggi tutto
8-3-2020 15:05

{Sempre scarico}
"Non solo: secondo Apple, che espresse la propria opinione già oltre un anno fa, proprio il passaggio da Lightning a un altro standard, come per esempio USB, causerebbe a questo punto un aumento dei rifiuti elettronici, in quanto tutti gli attuali caricabatterie Lightning finirebbero nella spazzatura." Il caricabatterie... Leggi tutto
20-1-2020 12:47

L'UE farebbe meglio a preoccuparsi del fatto che smartphone e simili vengono aggiornati solo per pochi mesi esponendo gli utenti a rischi informatici vari ed aumentando l'obsolescenza tecnologica. Ma tanto noi utonti continuiamo a comprare...
15-1-2020 22:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1031 voti)
Novembre 2020
Flash muore ma i giochini sopravviveranno nell'Internet Archive
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
Tutti gli Arretrati


web metrics