Scarsità di chip, televisori più cari del 30%

Presto aumenteranno sensibilmente anche portatili, smartphone, e componenti elettronici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2021]

chip scarsita rincaro televisori prodotti elettron

È ormai da un paio di mesi che si parla di problemi nell'approvvigionamento di chip che rischiano di durare - secondo alcune previsioni - fino al 2023, e i primi effetti sul mercato stanno iniziando a farsi vedere.

I primi prezzi che, in conseguenza di questo fenomeno, presto saliranno in maniera sensibile saranno quelli dei dispositivi dotati di schermo: dagli smartphone agli smartwatch, dai tablet ai laptop, fino ovviamente ai monitor e ai televisori.

Proprio in merito a questi ultimi, Samsung ha già lanciato l'allarme: l'azienda coreana prevede che la scarsità di componenti, con il conseguente aumento dei costi, produrrà un aumento medio dei prezzi finali addirittura del 30% per i modelli di dimensioni maggiori rispetto ai prezzi praticati la scorsa estate.

A incidere su ciò, oltre alla mancanza di chip, è l'aumento dei costi di produzione dei pannelli: quelli dei TFT già dall'anno scorso sono per esempio aumentati del 50%, e non sono previsti cali significativi nel corso del 2021.

Chi avesse deciso di attendere l'anno in corso o il prossimo per cambiare il televisore contestualmente al lancio del DVB-T2 in Italia dovrà quindi prepararsi a rifare i conti: il budget stanziato per l'acquisto potrebbe non essere più sufficiente.

Se a tutto ciò si aggiunge un generale rincaro di moltissime materie prime, si prevede facilmente un immediato futuro in cui certi prodotti verranno posposti e quelli disponibili saranno significativamente più costosi rispetto a quanto eravamo abituati.

Esempi già tangibili di questi fenomeni sono la decisione di Apple di rinviare l'avvio della produzione dei nuovi iPad e MacBook e l'annuncio, da parte di Micron, di un inevitabile aumento dei prezzi delle DRAM dovuto al calo delle forniture. Il problema si sente anche in altri campi, da quello dei portatili (in cui la produzione non riesce a star dietro alla domanda e le scorte vanno assottigliandosi, a sentire i produttori) a quello dei router, dove si registrano ritardi anche di 60 giorni tra la creazione di nuovi ordini e la consegna dei prodotti finiti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Samsung può bloccare ogni televisore da remoto
TIM, parte da Trento l'addio al rame in favore della fibra
Risparmiare online: i giorni e le fasce orarie più convenienti
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Il televisore trasparente di Xiaomi
La casa intelligente e sempre connessa con meno di 2500 euro
La TV smart non è mica tanto smart
Samsung avvisa gli utenti delle sue smart TV che si possono infettare. Poi ci ripensa
Il TV verticale di Samsung dedicato ai Millenial
Smart TV sempre più ficcanaso
Attenzione: il set-top box con Kodi può ucciderti
Arriva il DVB-T2, dovremo cambiare il televisore: come scegliere quello giusto
Il televisore invisibile di Panasonic

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Infatti temo che questo sia uno dei momenti peggiori che io ricordi per cambiare PC, i componenti sono tutti in aumento a causa dell'aumento generalizzato dei costi dei chip. Il brutto è che le previsioni non danno segnali di miglioramenti fino alla fine dell'anno... anzi.
4-6-2021 17:30

Ho cominciato a guardarmi attorno per assemblare un PC da zero (mi manca tutto, compreso il monitor) e devo dire che ho notato prezzi in aumento rispetto a un anno fa (non li guardavo all'epoca, ma me ne accorgo leggendo le recensioni degli utenti). Le schede video sono proibitive già da un po' per via dei miner. :?
4-6-2021 17:23

Difficile darti torto, sono ben pochi i programmi che meritano di essere visti... o, quantomeno, possono essere guardati con un minimo di interesse e soddisfazione.
3-6-2021 10:04

{Sergio}
Per la programmaione Italiana TV non vale la pena nemmeno accendere il televisore figuriamoci rinnovarlo.
2-6-2021 14:49

Certo che demandare le produzioni a pochi player che, in sostanza, producono tutto ciò che serve al mondo - come la Cina ad esempio - non denota proprio una lungimiranza estrema e questo è solo l'ovvio primo risultato negativo di scelte operate oltre vent'anni fa e portate avanti a dispetto di qualsiasi buonsenso e in spregio a duna... Leggi tutto
23-5-2021 17:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3518 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 ottobre


web metrics