Google, autenticazione a due fattori obbligatoria per milioni di utenti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2021]

google autenticazione 2 fattori obbligatoria

A volte percepita come seccante, l'autenticazione a due fattori può fare la differenza tra la violazione di un account e la sua impenetrabilità.

Se la sicurezza è affidata unicamente a una password, e specialmente nel caso in cui questa sia facilmente indovinabile, la probabilità che qualche malintenzionato riesca a ottenere l'accesso è decisamente più alta rispetto a una situazione in cui, oltre a inserire la password, è necessario anche rispondere a una notifica sullo smartphone o inserire un codice ricevuto via SMS.

Per questo motivo Google da tempo sta cercando di convincere i propri utenti ad attivare l'autenticazione a due fattori (che essa chiama «Verifica in due passaggi») e, ultimamente, ha deciso di forzare loro la mano.

Entro la fine dell'anno 2 milioni di account YouTube appartenenti a creatori di contenuti (dunque non a semplici fruitori) saranno obbligati ad adottare l'autenticazione a due fattori, ma essi non saranno i soli.

Altri 150 milioni di account Google saranno costretti a fare lo stesso: utenti comuni, che magari si limita a utilizzare Gmail (o magari hanno sottoscritto un account Google soltanto per configurare il proprio smartphone Android) prima dell'inizio del 2022 dovranno abituarsi a utilizzare la verifica a due passaggi.

L'obiettivo finale, naturalmente, è rendere questa pratica attiva di default convincendo tutti della sua bontà; evidentemente, però, Google non si fida dell'adesione volontaria dei propri utenti, e preferisce costringerli.

D'altra parte è bene ricordare che in questo modo la presenza di uno smartphone vicino e funzionante diventa essenziale ogni volta che si desidera accedere a un servizio di Google in cui non sia già stato fatto login in precedenza: la dipendenza da telefonino viene così ad aumentare un altro po'.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Gli account Microsoft perdono le password
La seduttrice informatica assetata di bitcoin
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Furti di account WhatsApp: occhio alle richieste di mandare codici
Phishing: accedere sfruttando l'ingegneria sociale
La firma nascosta nella fotocamera
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Se in casa ti suona l'allarme nucleare...
Perché mai mi dovrebbero rubare la rubrica degli indirizzi mail?
"Mandatemi le vostre criptovalute, ve le raddoppierò". Indovinate come va a finire
Ecco perché si raccomanda di usare password differenti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

@gomez Come preferisci... :wink: Io preferisco l'autenticazione a due fattori anche se renderla obbligatoria non la ritengo un'opzione adeguata.
19-10-2021 18:42

Se il cell è bloccato ok, ma possono rubartelo un secondo dopo che sul bus l'hai usato e l'hai messo in tasca di fretta perché è la tua fermata, le pw quasi tutti le memorizzano nel browser, le applicazioni più sensibili come l'home banking hanno già di default l'autenticazione a due fattori... Continuo a considerare maggiori i contro... Leggi tutto
18-10-2021 20:53

@gomez Se ti rubano il cellulare autenticato, il suo PIN e la password dell'email, mi sembra sempre un pochino più difficile rispetto a rubare la sola password.
18-10-2021 18:45

Quindi se mi rubano il cellulare già autenticato il ladro può accedere a tutto senza il minimo ostacolo, mi pare assolutamente geniale, un po' come aprire la prima volta l'auto nuova e poi parcheggiarla con le portiere sbloccate e le chiavi inserite... chi lo ha inventato merita un pacco di lauree e master assortiti e almeno un paio di... Leggi tutto
18-10-2021 10:48

Forse occorrerebbe inventarsi un metodo più sicuro di quello utilizzato ora (qualcosa di diverso dallle password inserite come le inseriamo oggi oppure qualcosa di completamente diverso dalle password di oggi) e non invece aggiungere un altro strato. Affidarsi poi ai telefonini come se noi ormai fossimo il nostro telefonino e come se i... Leggi tutto
17-10-2021 10:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (12088 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 ottobre


web metrics