UE, primo accordo per le batterie rimovibili negli smartphone

Porteranno vantaggi evidenti per gli utenti e per la riduzione dei rifiuti elettronici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-12-2022]

smartphone ue batterie rimovibili

Come ormai tutti probabilmente sanno, l'Unione Europea ha deciso che tutti gli smartphone dovranno essere dotati di porta USB-C, per la ricarica e la connessione al PC, entro il 28 dicembre 2024, e che lo stesso dovrà accadere ai computer portatili entro il 28 aprile 2026.

Meno nota è invece un'altra proposta in discussione a Bruxelles, frutto di quello che al momento è un accordo provvisorio tra il Parlamento Europeo e il Consiglio dell'Unione Europea: la reintroduzione delle batterie rimovibili negli smartphone (ma anche nei tablet e in generale negli apparecchi a uso domestico).

L'idea, a dire il vero, non è nuovissima: già un paio d'anni fa se ne parlava, proprio quando la UE stava valutando anche l'obbligo di adottare lo standard USB-C per smartphone, tablet e portatili: dopotutto, un tempo era già così.

All'inizio dell'era dei cellulari, infatti, e nei primi tempi dell'era degli smartphone, era normale acquistare apparecchi con una batteria facilmente sostituibile dall'utente: la praticità stava chiaramente nel fatto che, anziché acquistare un telefonino nuovo quando la batteria iniziava a non garantire più un'autonomia adeguata, era sufficiente sostituire la batteria stessa, con gran risparmio per l'utente e anche con una riduzione evidente dei rifiuti elettronici rispetto alla situazione attuale.

Oggigiorno, infatti, trovare smartphone o tablet che consentano di cambiare la batteria è un'impresa: le case produttrici affermano che la stretta integrazione della batteria con il resto dell'apparecchio è necessaria per poter realizzare dispositivi tanto sottili quanto quelli cui siamo oggigiorno abituati, e non ingombranti quanto quelli delle prime generazioni, oltre che perfettamente impermeabili.

L'Unione Europea ritiene però che avere in tasca un telefonino men che sottilissimo sia un compromesso perfettamente accettabile per godere della possibilità di sostituire con poca spesa la sola batteria quando questa sia l'unico punto di debolezza di uno smartphone altrimenti perfettamente funzionante.

Inoltre, le autorità di Bruxelles non intendono rubricare a preoccupazione di secondo piano la questione dei rifiuti elettronici (e-waste), tanto che la proposta prevede non soltanto che gli utenti siano informati adeguatamente sulla possibilità di sostituire la batteria, ma anche che le aziende siano obbligate ad accettare e riciclare le batterie vecchie, accollandosi anche i relativi costi.

«Complessivamente, il nostro obiettivo è dar vita a una robusta industria europea del riciclaggio, in particolare per quanto riguarda il litio, e in generale a un settore industriale competitivo; ciò sarà cruciale nei decenni venturi ai fin della transizione energetica del continente e per l'intero mercato globale delle batterie» scrivono i relatori della proposta.

Come già per altre proposte, è improbabile che i produttori siano soddisfatti di questa. In ogni caso, occorrerà del tempo prima che la proposta diventi una norma europea. Una volta che Parlamento e Consiglio avranno trovato un accordo definitivo ci saranno ancora tre anni e mezzo di tempo per completare l'adeguamento dei prodotti immessi sul mercato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Spiati dal cellulare anche quando è spento
Apple brevetta la SIM che non si può togliere
La protezione informatica... in vacanza

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

Se mi ricordo bene, nel caso del GSM dei miei non c'era un 'pacco batteria', solo delle stilo ricaricabili (4). In casi estremi, tiravi fuori quelle e mettevi 4 alkaline. Mai successo a noi. Leggi tutto
13-4-2023 15:20

Ora che me lo hai messo in mente ricordo anche io di alcuni telefoni con la possibilitÓ di usare le (mini)stilo; lo ha avuto anche mia moglie, era un Alcatel (ma non era l'unico). La furbata era che il pacco batteria era fatto in modo che in caso di necessitÓ si poteva togliere la batteria al NiMH ed al suo posto si potevano inserire... Leggi tutto
13-4-2023 06:52

Ma quanto duravano?
12-4-2023 18:59

il primo GSM che i miei genitori comprarono, intorno al 1994 credo, aveva le batterie stilo e non sto scherzando! :o
12-4-2023 15:10

Condivido la considerazione di Cedco67, anche quello Ŕ un aspetto molto utile.
11-4-2023 18:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spesso utilizzi un Pc o un dispositivo mobile mentre guardi la Tv?
Sempre
Spesso
A volte
Raramente
Mai
Non guardo la Tv.

Mostra i risultati (3512 voti)
Giugno 2023
Pirati del web in lutto: Rarbg chiude per sempre
Venti di tecnocontrollo in Spagna
Maggio 2023
Stack Overflow è la prima vittima della IA
WhatsApp, ora i messaggi si possono modificare dopo l'invio
HP e l'aggiornamento che rende inutilizzabili le stampanti
Windows 10 21H2, aggiornamento forzato in vista
Google Chrome dirà addio al lucchetto da settembre
WhatsApp accede di nascosto al microfono. Solo un bug di Android?
Western Digital agli utenti: gli hacker hanno i vostri dati
Il “Padrino della IA” lascia Google per avvertire il mondo dei pericoli
Aprile 2023
WhatsApp introduce il supporto a più smartphone
La UE metterà il naso negli algoritmi dei giganti del web
Con la vendita della Rete TIM avremo le tariffe più alte
Windows 11 in versione live
Western Digital violata, sottratti 10 Tbyte di dati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 giugno


web metrics