Stampanti, Microsoft caccia i driver di terze parti da Windows Update

Alla fine tutte dovranno usare il driver IPP fornito da Microsoft e dalla Mopria Alliance.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-09-2023]

windows update driver stampanti

Di recente Microsoft ha annunciato un cambiamento nel modo in cui Windows gestisce i driver delle stampanti che, pur avendo una portata piuttosto rivoluzionaria, potrebbe essere del tutto trasparente per gli utenti oppure creare difficoltà a non finire nel momento in cui si installa una nuova stampante.

Detto cambiamento, che inizia ad attuarsi in questi giorni ma arriverà a completamento nel 2027, prevede l'eliminazione dei driver di terze parti per le stampanti da Windows Update, per sostituirli con i driver universali realizzati in base allo standard definito dalla Mopria Alliance.

Attualmente, quando si collega una stampante al PC, Windows consulta Windows Update e, se li trova, scarica i driver appropriati: questi driver sono spesso forniti dal produttore della stampante e contengono anche tutta una serie di opzioni che consentono di regolare i vari parametri dell'apparecchio tramite la schermata delle proprietà, realizzata secondo le "storiche" specifiche Win32.

Sin dalla fine dello scorso anno, però, Windows 10 e 11 hanno introdotto il supporto alle stampanti compatibili con lo standard Mopria, che vengono gestite tramite il Microsoft IPP Class Driver, senza bisogno di driver di terze parti (ossia quelli realizzati dai produttori).

Poiché il Microsoft IPP Class Driver è tanto efficiente da essere l'unico di cui gli utenti avranno mai bisogno, ecco quindi che Windows, nel corso dei prossimi anni, eliminerà da Windows Update i driver di terze parti, diventati ormai inutili.

La roadmap prevede che da questo mese, settembre 2023, Windows il supporto all'uso del Microsoft IPP Class Driver durante il collegamento di una nuova stampante via USB o in rete, sia abilitato; poi, dal 2025, i driver inviati dai produttori di stampanti a Windows Update non saranno più accettati, ma quelli già inseriti resteranno a disposizione; quindi, nel 2026, il driver di Microsoft avrà la priorità. Infine, nel 2027, i driver di terze parti saranno eliminati.

A quel punto, chi tra quattro anni vorrà installare una nuova stampante vedrà che il sistema saprà riconoscerla e gestirla automaticamente per le operazioni di base (compresa eventualmente la scansione) tramite il driver IPP di Microsoft; se poi vorrà configurare i parametri avanzati, dovrà scaricare l'apposita applicazione sviluppata dal produttore secondo le specifiche UWP (già ora HP per esempio ne mette a disposizione una, chiamata HP Smart) dal Microsoft Store.

Windows consentirà comunque di installare driver di terze parti scaricandoli direttamente dal sito del produttore; soltanto, questi non saranno più disponibile tramite Windows Update e non saranno quindi aggiornati automaticamente insieme al resto del sistema, a meno che i driver stessi non dispongano di un sistema di aggiornamento automatico.

La possibilità di consentire l'installazione indipendente di driver di terze parti è d'altra parte indispensabile poiché, sebbene la Mopria Alliance comprenda un vasto numero di produttori di stampanti, non tutti ne fanno parte: se l'utente non potesse agire in autonomia, rischierebbe di non poter più utilizzare un prodotto non certificato Mopria.

Secondo Microsoft, tutto ciò non farà altro che migliorare la sicurezza di Windows poiché i driver per stampanti forniti dai vari produttori fin troppo spesso contengono vulnerabilità che non vengono corretti per anni. Prendendo l'intera gestione nelle proprie mani le correzioni dovrebbero arrivare in tempi più celeri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Fintanto che M$ si considererÓ l'unica depositaria della valutazione di cosa Ŕ vulnerabilitÓ e cosa no e della gravitÓ della stessa mi sa che non siamo messi troppo bene, se poi le correzioni avranno lo stesso failure rate degli aggiornamenti di Windows si salvi chi pu˛... :roll: Leggi tutto
19-9-2023 18:25

Primo MOPRIA non comprende tutti i produttori di stampanti, e "vasto" Ŕ un termine generico. Secondo il sito sono partecipanti: ADOBE fornitore solo di software CANON HP KONICA MINOLTA SAMSUNG XEROX BROTHER DELI EFI Bios standard EPSON FUJIFILM KYOCERA LEXMARK MICROSOFT fornitore solo di software OKI PANTUM PRIMAX QUALCOMM... Leggi tutto
18-9-2023 15:54

{Zbear}
I driver di stampante microsoft sono una porcheria senza fine .... ne vedremo delle belle. 11 si allontana SEMPRE di più .....
17-9-2023 14:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ stata secondo te la scoperta tecnologica pi¨ imponente, tra queste?
La fotografia
La riproduzione dei suoni
Il laser
L'elettromagnetismo
Il motore diesel
I computer
I raggi X
I robot
Vorrei suggerirne un'altra, nei commenti qui sotto

Mostra i risultati (2295 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics