Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Newsletter n. 1334

mtv Hot!

News - La Tv musicale e giovanile del gruppo Telecom Italia licenzia 70 giovani redattori che non vogliono essere "buttati via". (13 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 19-07-2009
Hot! msy

Editoriale - Restano ormai pochissimi dubbi sul varo della joint venture tra i due giganti: gli accordi ormai sono già stati conclusi. (2 commenti)
di Dodi Casella, 19-07-2009
riaa Hot!

News - Una ragazza madre è stata giudicata colpevole di aver condiviso con Kazaa 24 brani: dovrà pagare 80.000 dollari per ciascuno. (26 commenti)
di Dodi Casella, 19-07-2009
Hot!

News - L'ex monopolista accetta di trasformare i licenziamenti al 1254 in contratti di solidarietà: godrà del bonus fiscale previsto dal governo. (5 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 17-07-2009
comdata milano Hot!

News - L'azienda di call center Comdata ha sottoscritto un accordo con Cgil, Cisl e Uil per mantenere gli attuali livelli occupazionali fino al 2010. (2 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 17-07-2009
Hot! La torre di BT a Londra

News - La branca italiana di British Telecom ritira i licenziamenti e li sostituisce con cassa integrazione e outsourcing. (2 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 19-07-2009
gos Hot!

News - Bill Gates e Steve Ballmer attaccano il progetto di Mountain View: "Un nuovo sistema operativo non è necessario". (14 commenti)
di Dodi Casella, 17-07-2009
Hot!

News - Aggiunta la funzionalità per la ricerca di immagini liberamente riutilizzabili. (4 commenti)
di Riccardo Valerio, 14-07-2009
sciopero Hot!

Segnalazioni - Un sito promuove lo sciopero dei messaggini il 1 agosto, per chiedere la parità di costo tra Sms in Europa e Sms in Italia. (7 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 18-07-2009
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1464 voti)
Leggi i commenti (5)
Luglio 2020
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Tutti gli Arretrati

web metrics