Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Newsletter n. 889

Hot!

News - Una nuova normativa dell'Authority per le comunicazioni, per garantire i passaggi da un gestore Adsl all'altro. (5 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 08-03-2007
Hot!

News - Zio Bill da un lato strizza l'occhio al voice over Ip con una suite per Office, dall'altro lancia HD Photo, un formato proprietario per la gestione delle fotografie. (3 commenti)
di Dodi Casella, 09-03-2007
Robot Hot!

News - Le tre leggi della robotica messe in discussione nella Corea del Sud. (17 commenti)
di Dodi Casella, 09-03-2007
Hot!

News - In attesa che lo scatto alla risposta sia abolito per tutti i telefonini, due profili tariffari di Tim e Vodafone già non lo prevedono. (5 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 07-03-2007
logo Hot!

News - Salutiamo con piacere l'inatteso ritorno al mondo dei computer di un marchio che ha fatto storia. (3 commenti)
di Dodi Casella, 09-03-2007
Hot! psp3

News - L'ambiente virtuale di Sony su prende forma. Sarà gratuito e funzionerà con la Playstation 3.
di Dodi Casella, 09-03-2007
foto di l'otellier simon Hot!

Editoriale - L'Agenzia delle Entrate esclude ancora un volta il Pinguino dai sistemi operativi supportati. (4 commenti)
di Dodi Casella, 09-03-2007
Hot! copertina

Segnalazioni - Un agile vademecum per informatizzati e non.
di Dodi Casella, 08-03-2007
Hot!

News - Una ventina d'anni più tardi, l'inventore del walkman si rimette in discussione e venderà apparecchi multimediali. (1 commento)
di Dodi Casella, 09-03-2007
Hot!

Segnalazioni - L'associazione per le libertà digitali tiene nei prossimi giorni la sua prima assemblea nazionale. (1 commento)
di Pier Luigi Tolardo, 07-03-2007
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1472 voti)
Leggi i commenti (5)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati

web metrics