La fine del monopolio SIAE, forse

Finalmente ogni artista potrà decidere liberamente a chi affidare la gestione dei diritti connessi al copyright. Ma secondo SIAE non sarebbe esattamente così.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-12-2012]

siae fine monopolio

Quest'anno per gli artisti italiani c'è un regalo di Natale molto particolare e, probabilmente, gradito: la possibilità di affrancarsi dalla SIAE.

Il 20 dicembre, infatti, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Peluffo ha firmato il documento che liberalizza il mercato d'intermediazione dei diritti d'autore, recependo peraltro le indicazioni del Garante del Mercato.

Ogni artista potrà dunque scegliere liberamente a chi affidare la tutela e la gestione dei diritti connessi al diritto d'autore relativo alle proprie opere: l'articolo che dà questa possibilità riguarda «imprese che intendono svolgere o svolgono l'attività di amministrazione e intermediazione dei diritti connessi, indipendentemente dalla specifica forma giuridica o struttura organizzativa adottata».

La riforma prevede uno spazio di manovra e di libertà che prima non era possibile.

Resta ora da vedere quali realtà sorgeranno per prendere il posto della SIAE (alcune alternative in realtà già esistono, ma la legislazione non permetteva una gestione del diritto d'autore libera come invece ora diventa possibile), e quali passi intraprenderanno gli artisti.

Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (364 voti)
Leggi i commenti

Certo per la SIAE la notizia è tutt'altro che buona, e va ad aggiungersi alla situazione disastrosa dal punto di vista economico in cui la Società versa, situazione che da molti viene ritenuta praticamente insanabile.

Aggiornamento 25 dicembre

Il lettore Simone Aliprandi segnala che forse è meglio non farsi prendere troppo dall'entusiasmo e che il nuovo intervento legislativo sarebbe in realtà molto limitato per poter incidere sul monopolio Siae: "La nuova norma liberalizza solo la gestione dei diritti connessi degli artisti interpreti esecutori e non dei diritti d'autore e connessi in senso più ampio".

A questo segue una precisazione ufficiale da parte di Siae stessa che riportiamo di seguito.

I "diritti connessi" al diritto d? autore sono quei diritti che la legge riconosce non all?autore di un?opera, ma ad altri soggetti comunque collegati o affini (si veda al riguardo il Titolo II della legge speciale 633/1941). I diritti connessi più importanti sono quelli riconosciuti agli artisti interpreti ed esecutori, quelli che spettano ai produttori di dischi fonografici o supporti analoghi, quelli dei produttori di opere cinematografiche o audiovisive e quelli riconosciuti alle emittenti radiofoniche e televisive.

Il decreto liberalizzazioni quindi non andrebbe a toccare in maniera diretta SIAE, ma i diritti (degli interpreti e degli esecutori) connessi ai diritti d'autore, della cui riscossione si occupa SCF/Nuovo IMAIE.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
SIAE, una picconata al monopolio
File sharing, legale se per uso personale
SIAE, stipendi d'oro e indennità di penna
Bambini cantano canzone per festa della mamma. Multa!
Tassa equo compenso aumenta del 2000% in Germania
Il virus che intima di pagare la multa
I criteri di ripartizione degli utili adottati dalla SIAE
Copyright e crisi del diritto d'autore
Cara Caterina Caselli, nessuno può giudicare i pirati no-profit... nemmeno tu
L'equo compenso? Lo devono pagare tutti
UE: i social network non sono i poliziotti del copyright
Abolire la SIAE, fioccano le proposte per Monti
Trailer, dalla SIAE non si scappa
Trailer e SIAE, atto terzo
Trailer, la SIAE risponde
Pubblichi un trailer? Devi pagare la SIAE
YouTube toglie i limiti ma solo ai più bravi
Società Consortile Fonografici alla riscossa... letteralmente

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Difficilmente ci libereremo dei problemi legati alla SIAE, non stiamo qui ad esultare.
14-1-2013 18:00

{aldo}
adesso chi si sposa dovrà pagare più di un ente in base alla musica che suona. forse è una delle novità di semplifica-italia. che buffoni.
3-1-2013 06:45

Direi che la fregatura viene spiegata nell'aggiornamento del giorno di Natale - sarà un caso? :wink: - dove appare evidente che si tratta, per l'ennesima volta, di una finta liberalizzazione. Comunque concordo con l'orsetto gommoso - spero non ti offenda ma mi piaceva scriverla così - sul fatto che il passivo SIAE, che è veramente... Leggi tutto
30-12-2012 18:22

Che giochetti odiosi! Quand'è che la ghigliottinano questa SIAE? :evil:
27-12-2012 21:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come proteggi il tuo computer?
Proteggere? Dai ladri, forse?
Ogni tanto utilizzo un antivirus online.
Ho un antivirus e tengo aggiornato il sistema operativo.
Ho antivirus, firewall, antispyware, parental control e ogni sorta di protezione.
Utilizzo Linux.
L'unico computer sicuro è un computer offline.

Mostra i risultati (5412 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics