La TV 3D che non ha bisogno di occhialini

La tecnologia Ultra-D regala profondità a tutti i contenuti in due dimensioni, senza perdere in risoluzione o in prestazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-03-2016]

3dtv

Dopo un periodo iniziale in cui sembravano essere il futuro dell'intratte- nimento casalingo, i televisori 3D si sono rivelati sostanzialmente un flop commerciale.

Vari motivi hanno concorso a decretare lo scarsissimo successo di questa tecnologia: la mancanza di contenuti per i quali valesse la pena dotarsi di un televisore 3D, i costi elevati e la necessità di utilizzare scomodi e ingombranti occhiali oppure sottostare alle rigide indicazioni dei sistemi stereoscopici.

Il primo di questi problemi potrebbe risolversi se si riuscisse a trovare una soluzione al terzo: un televisore 3D che non richieda occhiali e che abbia un angolo di visione ampio sarebbe senz'altro un consistente passo in avanti.

La risposta a questa necessità potrebbe essere la tecnologia Ultra-D di StreamTV Networks, dimostrata già nel 2012 e finalmente pronta al debutto sul mercato.

Il segreto degli schermi Ultra-D sta nell'utilizzo di una tecnica proprietaria per la loro realizzazione, grazie alla quale l'azienda riesce a «sovrapporre diverse micro-visuali»: in altre parole, in questo modo l'effetto 3D è visibile da qualunque punto dei 140 gradi dell'angolo di visione, senza dover ricorrere a dispositivi aggiuntivi.

Sondaggio
La televisione in tre dimensioni... (completa la frase)
è la nuova frontiera dell'intrattenimento domestico.
è inutile e in più fa male alla vista.
serve solo a vendere nuovi televisori e decoder.

Mostra i risultati (4941 voti)
Leggi i commenti (11)

«Pieghiamo la luce attraverso il vetro, e così non c'è bisogno di alternare le immagini per l'occhio destro e per il sinistro» spiega Dunsten Sobotta, di StreamTV Networks. «Non c'è nemmeno bisogno di due videocamere o cose del genere... tutto il tradizionale procedimento per i video stereoscopici qui non serve».

Ultra-D permette infatti di trasformare in 3D anche tutti i contenuti realizzati in 2D grazie a un particolare chip realizzato per StreamTV da Qualcomm e a un algoritmo proprietario: così non è più nemmeno necessario realizzare contenuti appositamente in 3D, ma si possono tranquillamente adoperare le tecniche tradizionali e lasciare al televisore il compito di aggiungere profondità.

«Meccanicamente, il vetro non cambia, ma c'è un algoritmo che lavora sull'immagine in ingresso e la disperde, risistemando i pixel in base a ciò che la disposizione del vetro fa a quei pixel» commenta ancora Sobotta. «Date un'immagine e le informazioni sulla profondità, la lente disperde la luce, cosicché gli occhi che fissano un singolo punto dello spazio vedono due cose diverse».

ultra d

Ultra-D promette di essere la soluzione ideale anche per lo sviluppo di giochi 3D, che finora chiedevano agli sviluppatori di scendere a compromessi: a causa della complessità dovute alla gestione della profondità, era necessario abbassare la risoluzione o rimuovere alcuni dettagli grafici, per non eccedere le specifiche delle GPU o dei cavi HDMI. Per non parlare dei lunghi tempi necessari alla programmazione.

Per Sobotta, Ultra-D pone fine a tutti questi problemi. Il Software Development Kit creato da StreamTV permette di trasformare un gioco 2D in un gioco 3D nel giro di poche ore come ha dimostrato il test condotto sul survival horror Pamela, e tutto senza incidere sulle prestazioni o sulla qualità della grafica.

Convinta della bontà della propria tecnologia, StreamTV Networks sta stringendo accordi coi maggiori produttori di televisori per arrivare sul mercato entro la fine dell'anno, iniziando dalla Cina.

Per quanto riguarda i costi, l'azienda afferma che il prezzo sarà circa il 10% più alto rispetto a quello dei normali pannelli 4K delle stesse dimensioni. E, dopo i televisori, l'idea è di puntare anche a smartphone e tablet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
TV 3D senza occhialini? Qualcosa si muove
LG, due prospettive diverse con uno schermo solo
Il 3D di Toshiba non richiede occhialini
LG Cinema 3D, televisori a confronto
La TV in 3D non piace
Toshiba presenta la TV 3D senza occhiali
Toshiba lancia la TV 3D senza occhialini
Televisori 3D pericolosi per i bambini

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Evvabé... ora ho capito un po' meglio cosa intendi. Quel che dico io è che, a quanto affermano, sono in grado di rendere l'effetto 3D aggiungendo le informazioni sulla profondità. Quindi potrebbe essere fattibile per qualsiasi tipo di mela tu stia riprendendo. Quello di cui dubito è che sia così semplice come la mettono giù loro. ... Leggi tutto
3-3-2016 20:09

@Benny Non provo a spiegare meglio quello ce ho cercato di condensare in poche righe, anche perché è difficile intendersi senza un gergo condiviso, però provo almeno a chiarire il "paradosso della mela". Loro dicono letteralmente "Non c'è nemmeno bisogno di due videocamere..." e poi la sintesi di Zeus è: Quindi... Leggi tutto
3-3-2016 13:15

Premettendo che non sto difendendo la TV 3D del futuro che comunque non comprerei perché personalmente non mi interessa, e premesso pure che non sono un tecnico, direi che la tua spiegazione è più complicata di quanto afferamto dal costruttore, quindi non c'ho capito nulla... :wink: Ad ogni modo affermano che: Se nel film c'è una... Leggi tutto
3-3-2016 11:52

È solo la solita supercazzola. La conversione 2D-3D senza avere informazioni di profondità non è possibile. Il cervello umano fa miracoli quando vede un quadro o una altra immagine piatta, al punto che siamo in grado di capire come le cose ritratte si sviluppano in profondità, ma è solo una stima basata su esperienze precedenti: per... Leggi tutto
3-3-2016 09:49

Nemmeno quello creato con due videocamere è un vero 3D. E' un immagine 2D elaborata in modo tale che gli occhi, e quindi il cervello, elabori l'immagine e la faccia apparire in 3D. Di fatto si inganna il cervello con le elaborazioni delle immagini. Se quel che vedi ti da la sensazione delle 3 dimensioni, puoi veramente dire che non sia... Leggi tutto
3-3-2016 09:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (1142 voti)
Novembre 2020
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Tutti gli Arretrati


web metrics