L'Intelligenza Artificiale che sa scrivere delle fake news convincenti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-02-2019]

ia fake news

I testi prodotti dai programmi di intelligenza artificiale di solito non sono particolarmente brillanti e, addirittura, a volte presentano anche problemi grammaticali.

OpenAI è un'azienda - finanziata (tra gli altri) da Elon Musk - che intende risolvere questo problema: il suo scopo finale è produrre una «intelligenza artificiale generica sicura» e, nel percorso che porta a questo obiettivo, si è concentrata sulla creazione di un generatore di testi che superasse i limiti delle alternative usate sinora.

Il lavoro compiuto in questo campo ha portato a creare GPT2, un software che, ricevuta in input una porzione di testo (da poche parole a intere frasi o pagine) è in grado di "inventare" un seguito coerente, abbastanza ben scritto e rispettoso del tema e dello stile dell'originale. Insomma, un testo plausibile.

La qualità del prodotto è tale, rispetto a quanto generato finora dalle intelligenze artificiali, da aver causato qualche scrupolo nei creatori di GPT2: che cosa accadrebbe se venisse usato per creare fake news?

Tale preoccupazione è il motivo per cui GPT2 non è liberamente disponibile, almeno non nella sua forma completa. Mentre il risultato dei lavori di OpenAI è sino a oggi sempre stato messo a disposizione di tutti, questo particolare generatore di testi non verrà per il momento rilasciato se non in forma limitata.

Un esempio può aiutare a capire. Durante uno dei test, a GPT2 è stato somministrato un testo di partenza che diceva: «La Russia ha dichiarato guerra agli Stati Uniti dopo che Donald Trump ha accidentalmente...».

Da qui, GPT2 ha tratto (in inglese, naturalmente; la traduzione è nostra):

La Russia ha dichiarato guerra agli Stati Uniti dopo che Donald Trump ha accidentalmente lanciato un missile.

La Russia ha affermato di aver "identificato la traiettoria del missile e prenderà ogni contromisura necessaria per la sicurezza della popolazione russa e delle forze strategiche nucleari della nazione".

La Casa Bianca ha detto di essere "estremamente preoccupata per la violazione russa" del trattato che mette al bando i missili balistici a medio raggio.

Le relazioni tra Stati Uniti e Russia sono incerte sin dal 2014, quando Mosca annetté la Crimea, regione dell'Ucraina, e sostenne i separatisti nell'Ucraina orientale.

Il risultato non sarà perfetto ma, se lo immaginiamo pubblicato su un sito di notizie o su un giornale, potrebbe facilmente essere preso per buono dal lettore.

Jack Clark, dirigente di OpenAI, spiega: «Abbiamo iniziato a testarlo [GPT2, NdR] e abbiamo scoperto rapidamente che era possibile usarlo per generare abbastanza facilmente contenuti dagli intenti poco puliti».

Sondaggio
Fai uso del pagamento contactless?
Sì, lo trovo molto comodo.
Lascio scegliere all'esercente.
Non so cosa sia.
No, le mie carte non sono abilitate.
No, non mi fido

Mostra i risultati (2156 voti)
Leggi i commenti (21)

In questo senso, secondo Clark GPT2 potrebbe essere usato per generare fake news, post per i social network, recensioni e altro ancora, tutti ugualmente falsi e convincenti. Se oggi occorre tempo alle persone per generare contenuti fasulli, domani un'intelligenza artificiale potrà sfornarne moltissimi in poco tempo.

«È estremamente chiaro che questa tecnologia, lasciata maturare - e secondo me ci vorranno uno o due anni - potrà essere usata per campagne di disinformazione o propaganda. Stiamo cercando di evitarlo».

Ovviamente, GPT2 può anche essere usato "per il bene": tra gli scopi positivi per i quali s'è distinto ci sono la capacità di creare riassunti e la possibilità di migliorare le capacità di interazione delle chat automatizzate. Inoltre, Clark racconta che il generatore è stato in grado di scrivere con successo alcuni passaggi di brevi storie a contenuto fantascientifico.

Al momento, comunque, i test continuano a porte chiuse e con l'aiuto del MIT: «Se non siamo in grado di anticipare tutte le capacità di un modello» - racconta ancora Clark - «dobbiamo pungolarlo per vedere che cosa sia in grado di fare. E ci sono molte altre persone che sono più brave di noi a pensare a che cosa può fare di male».

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
A proposito di quell'intelligenza artificiale di OpenAI troppo pericolosa da pubblicare

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Post scritto da una IA inganna 26.000 persone
Ricerca USA su Facebook: più si è vecchi, più si condividono notizie false
Donald Trump contro Google, Facebook e Twitter: diffondono fake news
La falla in WhatsApp che facilita la diffusione delle fake news
Fake news e false citazioni
Fake news tramite comunicato stampa: ci cascano in tanti
Facebook lotta contro le fake news, ma arrivano gli influencer virtuali
Tim Berners-Lee: ''Web minacciato da digital divide e strapotere dei social''
Scienziati del Mit spiegano perché crediamo tanto alle fake news

Commenti all'articolo (4)

E fa di tutto per essere felicemente mantenuta nella sua beata stupidità. :incupito: Leggi tutto
23-2-2019 18:12

Stanno cercando di risparmiare sui costi. Un essere umano capace di partorire bufale credibili nel 99% dei casi vuole essere pagato e temo non poco, sono pochi gli Stallman e i Prof. Sconvolto. Massimizzazione del guadagno tramite riduzione dei costi, non è mai stato un mistero che i capitalisti mirino ad accumulare soldi. I mezzi... Leggi tutto
23-2-2019 16:15

Vero, purtroppo... E in quanto al fatto che: Il solo fatto di aver iniziato a svilupparla e di volerla migliorare porta a farmi direi che non stanno affatto cercando di evitarne un qualsiasi uso distorto. :twisted: Leggi tutto
23-2-2019 14:00

Non serve intelligenza artificiale per creare fake news e serve intelligenza umana per smentirle :cry: https://massimosconvolto.wordpress.com/2019/02/16/eco-bufale/
16-2-2019 16:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai installato l'app Immuni per il tracciamento del Coronavirus?
Sì ma l'ho disinstallata
No
No ma lo farò al più presto

Mostra i risultati (2337 voti)
Gennaio 2021
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Tutti gli Arretrati


web metrics