Apple rifiuta il caricabatterie unico proposto dalla UE

Secondo l'azienda della Mela, l'adozione di un solo standard soffocherebbe l'innovazione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2020]

apple ue lightning usb

Apple proprio non ci sta: l'Unione Europea avrà anche intenzione di caldeggiare l'adozione di un unico standard per i caricabatterie degli smartphone, ma a Cupertino non hanno intenzione di conformarsi alla proposta.

L'azienda della Mela ha infatti risposto ufficialmente alle autorità di Bruxelles ribadendo quella che da sempre è la sua posizione in merito: abolire il connettore Lightning (magari in favore di Usb-C) adesso sarebbe un errore, in quanto trasformerebbe immediatamente i prodotti esistenti e con esso compatibili in spazzatura elettronica.

Inoltre - ha poi aggiunto Apple - ciò danneggerebbe il mercato, perché la moltitudine di accessori compatibili, realizzati in base alle specifiche Lightning, resterebbe invenduta e una nuova versione sarebbe da riprogettare da capo.

«Crediamo» - ha affermato Apple, secondo quanto riporta l'agenzia Reuters - «che una norma che imponga l'uniformità per quanto riguarda i tipi di connettori degli smartphone soffochi l'innovazione anziché incoraggiarla, e che danneggi i consumatori in Europa, oltre che l'economia nel suo complesso».

«Speriamo» - conclude il gigante - «che la Commissione continui a cercare una soluzione che non limiti la capacità d'innovazione del settore».

Per sostenere la propria posizione Apple cita uno studio condotto da Copenhagen Economics, secondo il quale l'imposizione di un connettore unico comporterebbe costi per 1,5 miliardi di euro, mentre i benefici ambientali associati della stessa mossa ammonterebbero ad appena 13 milioni di euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il Parlamento Europeo spinge per il caricabatterie unico, alla faccia di Apple
La UE vuole il connettore unico per smartphone, e-reader e tablet

Commenti all'articolo (5)

USB-PD è una specifica successiva ad USB-C - vedi link [/url]- che può utilizzare il cavo USB-C ma necessita di un sistema di alimentazione che soddisfi la specifica di [url=http://forum.zeusnews.com/link/690281]USB-PD quindi , in realtà, Apple ha ancora una volta seguito una specifica innovativa per mantenere la distanza sui suoi... Leggi tutto
22-3-2020 16:23

Bhe peggio per Apple. Sono lo che non si sono mai unificati allo standar. Purtroppo è solo un "consiglio", quindi se ne sbatteranno
6-2-2020 16:06

{ice}
a parte che sono un paio di anni che apple è passata a USB-PD come standardi di alimentatori sia per i notebook che per iPad e iPhone quindi in realtà mi sembra che siano già allineati
26-1-2020 16:46

{lollorenzo}
Naturalmente quando hanno cambiato standard in favore del lighting i costi sono stati irrisori e i prodotti precedenti sono rimasti validi ;):-)
26-1-2020 07:13

{jo}
caspita, pure paladini dell'ambiente ora... che la faccenda tocca le loro tasche
25-1-2020 10:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono trasferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (1561 voti)
Maggio 2021
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 maggio


web metrics