Microsoft Money ritorna in vita come plugin di Excel

Gestisce il bilancio familiare e si sincronizza con il banking online.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2020]

Money in Excel

Undici anni fa, Microsoft mise la parola "fine" alla storia di Money, software per la gestione del bilancio familiare che negli anni aveva radunato una piccola schiera di appassionati grazie alla sua efficienza e facilità d'uso.

Ora Money ritorna, ma non come software a sé stante: una funzionalità dallo stesso nome è stata infatti annunciata per Excel.

Si tratta di un modello (template) sviluppato con lo stesso scopo dell'originale Microsoft Money: facilitare la gestione del proprio bilancio personale e familiare, garantendo anche la sincronizzazione con i servizi online di diverse istituzioni finanziarie.

Grazie al plugin Plaid, infatti, Money può connettersi al conto bancario online, alla carte di credito e agli account di prestiti e investimenti: il lavoro manuale da parte dell'utente è quindi ridotto, poiché gli aggiornamenti sono eseguiti in automatico.

Il template offrono funzioni per gestire l'inserimento di obiettivi particolari (un certo risparmio, o un limite di spesa) e per suddividere le varie voci di spesa del proprio bilancio. In base a queste si possono poi generare report e grafici.

Money in Excel - questo il nome esatto - è parte di Microsoft 365 Personal e Microsoft 365 Family, ma al momento è disponibile soltanto negli Stati Uniti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Microsoft abbandona Money

Commenti all'articolo (4)

A volte ritornano... forse che M$ pensa di vendere più abbonamenti a 365 con questo template? O pensa di riuscire a ficcanasare meglio nei conti correnti degli utenti?
4-7-2020 14:52

{ranx}
Io sto ancora usando Money 99 e fa ancora un eccellente lavoro. Non tiene conto della parte decimale degli euro ma è un bug da poco.
20-6-2020 09:37

Alex, per adesso e' usabile solo in USA: Available for Microsoft 365 Family and Personal subscribers in the US only. https://templates.office.com/en-us/money-in-excel-tm77948210 e comunque non dicono niente riguardo l'import da Money classico (quindi non credo). .
19-6-2020 12:18

{Alex}
Si sa se si potrà importare i dati di Microsoft Money in questo plug-in?
18-6-2020 11:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1396 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics