La Democrazia della Sorveglianza

Cassandra Crossing/ Come si comportano le democrazie europee (e non) riguardo alla privacy dei loro cittadini.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-09-2021]

surveillance

Da cosa discende l'importante attributo di democrazia che viene dato ad alcuni dei pezzi in cui il nostro pianeta è tuttora diviso? La risposta è evidente a tutti, ma è quella sbagliata. "Sono democratici quei paesi la cui base legale è ispirata ai principi democratici."

La risposta corretta è invece che sono democratici quei paesi il cui operato (dei poteri legislativo, esecutivo, giudiziario) è nella sostanza aderente ai principi democratici. Qui purtroppo la maggioranza dei paesi cosiddetti "a democrazia compiuta" ricadono, in misura maggiore o minore, nel gruppo di quelli "diversamente democratici".

Un esempio lampante è dato dal recente comportamento delle istituzioni dell'UE la quale, essendo formata da paesi "a democrazia compiuta" dovrebbe, transitivamente, essere tale. Ma da molti punti di vista non sembra davvero essere così.

Se esaminiamo le ultime creazioni che provengono da Strasburgo e da Bruxelles, troviamo cose come i nuovi poteri investigativi dati ad Europol, la direttiva Chatcontrol e la fresca iniziativa della Banca Centrale Europea, che ha comunicato di voler dar vita al CDBC, un "Euro Digitale" ancorato alla corrispondente moneta tradizionale, al fine di contrastare l'ascesa delle criptovalute e di intercettarne contemporaneamente i vantaggi.

L'argomento del "Bitcoin Europeo" viene ottimamente esposto in questo articolo di Matte [mrk4m1] sulla newsletter The Privacy Chronicles.

In questa sede, anche per difetto di competenza e conoscenza, a Cassandra non interessano gli aspetti economici e finanziari di questo progetto futuribile, ma neanche troppo. Interessa invece l'atteggiamento verso la privacy e i diritti digitali dei cittadini europei che lo permea, che è disgraziatamente (e volutamente) identico a quello che ritroviamo nella norme sulla gestione di flussi di dati tra le agenzie investigative europee, e che si materializzano appieno nella direttiva Chatcontrol.

In sintesi, la democrazia dei paesi comunitari in campo cyber si esprime solo tentando di difendere i loro cittadini dallo strapotere del Capitalismo della Sorveglianza di Zuboffiana memoria. Lodevolissimo; applausi a scena aperta e auguriamoci che ci riescano.

Fallimento totale invece, certamente voluto, per quanto attiene la difesa dei cittadini europei dall'invadenza dei loro stessi stati. Ecco che qui la mano "paternalistica" delle nostre democrazie, inclusa quella italiana, si manifesta appieno.

Infatti i mezzi che vengono negati, almeno in linea di principio, alle grandi dotcom, perché invasivi, eccessivi e immorali, sono invece concessi, nella sostanza, agli stati, che non hanno barriere nell'usare i metodi digitali per invadere la vita privata dei loro cittadini, restringendone gli spazi di libertà e privacy in maniera certamente più pericolosa.

A ulteriore conferma di ciò, il Bitcoin Europeo sarà una moneta totalmente tracciata, con solo qualche briciola di privacy concessa, a precise, ristrette e probabilmente aggirabili condizioni, ai cittadini europei.

Cassandra ritiene che mantenere una vigilanza, gridando "Il Re è nudo" quando serve, sia condizione essenziale per meritarsi i diritti democratici, e quindi quelli digitali. Non abbiamo certamente bisogno che la Banca Centrale Europea si trasformi in un nuovo, ennesimo occhio per il Grande Fratello.

In questo particolare caso è quindi necessario rilevare come, ancora una volta, importanti poteri democratici appaiono incapaci, o del tutto non intenzionati, ad applicare limiti democratici ai nuovi poteri che si attribuiscono, ignorando quindi i principi fondanti del concetto stesso di democrazia.

Sono principi comuni anche con le altre carte costituzionali di oltremanica e oltreoceano; separazione dei poteri e tutela dei diritti di propri cittadini, che nel mondo moderno non dovrebbero mai cedere il passo, nemmeno ai nuovi metodi di lotta al pedoterrosatanismo, grande alibi autoritario anche delle "democrazie" del terzo millennio.

Resta quindi doveroso ed essenziale, per coloro che si ritengono cittadini di un paese democratico e di una comunità di paesi democratici, esercitare una continua pressione sulla politica e sui centri di decisione nazionali ed europei, affinché i nuovi poteri degli stati tutelino prima di tutto, senza se e senza ma, la libertà e i diritti civili dei propri cittadini. Per non ritrovarci, presto e tutti quanti, cittadini di una Democrazia della Sorveglianza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mozilla contro Google: Chrome 94 viola la privacy degli utenti
WhatsApp, i messaggi crittografati non sono poi così privati
False dicotomie, reloaded
Amazon vuol mettere un keylogger sui Pc dei dipendenti
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Rinunciare allo smartphone
Chatcontrol, a rimetterci saranno le vittime di abusi
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
Green pass, niente foto sui social network
Canon, ingresso vietato ai dipendenti che non sorridono
Sottratti e messi in vendita i dati di vaccinazione Covid di 7,4 milioni di italiani?
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
La privacy è morta?
Siate i follower di voi stessi
Facebook, niente foto negli ospedali
e-privacy: lasciateci la faccia
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
App di giochi, a rischio la privacy dei bambini

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Qui non ho capito nulla io. Leggi tutto
4-10-2021 14:26

non prendertela, non era un attacco diretto - io non conto più di te in nessun caso :ciao: Leggi tutto
4-10-2021 13:17

{utente anonimo}
...le persone normali e i pirla...
4-10-2021 08:43

{klaracataca}
@SverX non importa se non ho capito nulla, io conto poco. Quello che importa è che ci sia qualcno come te, che abbia capito tutto quello che io non ho capito, anche di quello che ho scritto. @Maary79 Come scrive Calamari, il miglior modo di vivere serenamente una realtà troppo complessa è dividerla in due, creando... Leggi tutto
1-10-2021 12:51

[img:e37c0016cd]https://i.ibb.co/WcxCkz9/bfe32cb5-955e-421d-b0a9-0f8ae4471b9c.jpg[/img:e37c0016cd]
30-9-2021 18:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2328 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 ottobre


web metrics