Facebook brucia 500 miliardi di dollari: è l'inizio della fine?

Il metaverso non entusiasma e Apple si ribella alle pubblicità traccianti: l'impero di Mark Zuckerberg inizia a vacillare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2022]

Meta 500 miliardi

Nonostante tutta la passione di Mark Zuckerberg, il "metaverso" non sembra portare troppa fortuna a Facebook: da quando l'azienda ha cambiato nome in Meta, infatti, il suo valore di mercato è calato di ben 500 miliardi di dollari.

Bisogna precisare che la colpa, ovviamente, non è del cambio di nome in sé quanto di una serie di fattori che si stanno verificando tutti contemporaneamente.

Secondo quanto riporta il New York Mag, la perdita che ha fatto sparire Meta dalla top ten delle aziende maggiori per capitalizzazione si deve innanzitutto e in buona parte alle recenti scelte di Apple, che vanno a incidere pesantemente sul modello di business della creatura di Zuckerberg, che si regge sulla pubblicità personalizzata.

Con iOS 14, infatti, gli utenti possono disattivare gli spot mirati e anche bloccare il tracciamento tra le diverse app, vanificando quindi l'efficienza degli algoritmi di Facebook, che si trovano così a corto di dati su cui lavorare. Secondo Meta ciò ha già causato una perdita di 10 miliardi di dollari nelle entrate di quest'anno, e questa rivelazione è ciò che ha causato (in un solo giorno) un crollo del valore di mercato pari a 232 miliardi.

Il resto dei 500 miliardi se n'è andato per altri motivi, tra i quali il fatto che Google ha intenzione di seguire le orme di Apple implementando funzionalità analoghe a quelle di iOS 14 nelle prossime versioni di Android: è pur vero che ci vorranno due anni prima che le promesse diventino realtà, ma la prospettiva non fa certo piacere agli investitori.

Facebook stesso, nel senso del social network, sembra iniziare ad accusare un serio calo di popolarità: il numero di utenti giornalieri è calato leggermente per la prima volta nel corso dell'ultimo trimestre del 2021, fenomeno che ha portato a una riduzione del 20% del valore delle azioni di Meta.

A tutto ciò bisogna aggiungere una perdita di 10,2 miliardi di dollari registrata dalla divisione che si occupa di realtà virtuale e aumentata (i Reality Lbas) e il fatto che il metaverso sembra entusiasmare solo le aziende, non gli utenti.

A parte i singoli folli disposti a spendere mezzo milione di euro per uno yacht in formato NFT, buona parte del pubblico sembra considerare il metaverso e le parole d'ordine che lo accompagnano - come per l'appunto NFT e Web 3.0 - niente più che una sorta di Second Life con in aggiunta la realtà virtuale o, come dice Microsoft, semplicemente videogiochi: nulla, insomma, per il quale andare pazzi.

Attualmente Meta vale, sul mercato, 561 miliardi di dollari: circa la metà di quanto valesse alla fine del 2021. Il New York Mag sostiene che potremmo essere di fronte all'inizio della fine per l'impero in blu, ma bisogna pur ricordare che le entrate per il quarto trimestre del 2021 ammontano alla rispettabile cifra di 33,67 miliardi di dollari. Certamente non si tratta dei numeri di un'azienda che si trovi sull'orlo del collasso.

È possibile quindi che, se il metaverso in cui Zuckerberg crede tanto non si rivelerà quella gallina dalle uova d'oro che sembrava essere, Meta possa subire un ridimensionamento anche consistente; prevederne la scomparsa, però, è forse ancora prematuro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{al}
Il mio gatto era in vendita a 1M¤ ma è morto. Significa che sono andati in fumo 1M¤? Non penso proprio.
26-2-2022 23:33

In pratica è una guerra fra bande di spacciatori, FB o Meta come oggi si fa chiamare, Apple, Google, ecc. Leggi tutto
26-2-2022 14:16

Beh, ognuno di noi brucia ciò che si può permettere... :roll: Leggi tutto
26-2-2022 14:14

Ti do perfettamente ragione. Il mio non era certo un fiducioso proclamo ma soltanto una sterile provocazione. L'inabissamento era già stato previsto da anni (a favore di Instagram, ad esempio) ragion per cui il Roscio ZuckerBeccamxrto acquisì Insta ed altre realtà. Purtroppo sì, è esattamente come qualsiasi altra droga. Togliere uno... Leggi tutto
24-2-2022 01:44

E noi, che per scaldarci bruciamo gas, ci lamentiamo dell'aumento delle bollette di qualche decina di euro :D Leggi tutto
23-2-2022 18:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove alloggerai (o hai alloggiato) durante le vacanze, quest'anno?
In un campeggio.
In un hotel.
In una casa in affitto.
In un villaggio turistico.
In un agriturismo.
In un ostello della gioventù.
Nella mia seconda casa.
A casa di parenti o di amici.
A casa mia: niente vacanze quest'anno.

Mostra i risultati (2839 voti)
Febbraio 2023
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 febbraio


web metrics