La vicenda TIM? È come il gioco dell'oca

Si torna al punto di partenza, ossia all’OPA degli americani di KKR.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-03-2022]

All'inizio c'era stata l'OPA su TIM di KKR, il fondo americano coinvolto da Luigi Gubitosi, interessato a lanciarla ma senza fretta e in modo non ostile per poi separare la società in due tronconi, uno per la rete e uno per i servizi.

Poi Gubitosi, costretto a lasciare TIM perché accusato di tenere troppo il bordone agii americani, è stato sostituito da Pietro Labriola il quale, dopo un po' di elucubrazioni, ha tirato fuori un piano che non si scostava sostanzialmente da quello degli americani: prevedeva sempre due TIM al posto di una, ma affermava più chiaramente che dovessero essere sempre sotto il controllo di una unica holding, controllata ancora da CDP e Vivendi.

Dopo l'annuncio di questo nuovo piano industriale, le azioni TIM sono però crollate scendendo ai valori più bassi di sempre a causa di una speculazione che aveva sperato troppo nell'OPA di Kkr.

Allo stesso tempo, la decisione ormai ufficializzata di dividere l'azienda - insieme all'annuncio di 6.000 nuovi esuberi - portava alla rottura con i sindacati dei lavoratori, culminata con una giornata nazionale di sciopero.

Attualmente il valore del titolo TIM, intorno ai 25 centesimi, è meno della metà di quanto avrebbe offerto KKR per acquisire l'intera azienda e toglierla dalla Borsa: per questo motivo i consiglieri cosiddetti indipendenti hanno voluto una convocazione straordinaria del Consiglio di Amministrazione, che ha deciso di dare mandato al Presidente Rossi di riaprire il confronto con KKR.

Dopo quasi cinque mesi si torna quindi al punto di partenza: il passaggio di TIM da public company a proprietà di un fondo americano che intende suddividerla e poi, probabilmente, venderla di nuovo a pezzetti.

In questo scenario, da un lato il governo Draghi si è dichiarato neutrale e rispettoso del mercato, che ora sembrerebbe aver deciso, e dall'altro i venti di guerra che soffiano sull'Europa sembrano aver ormai fatto sparire dal radar dei partiti il caso TIM, nonostante le tantissimi dichiarazioni dell'ultimo anno sul valore strategico dell'azienda, o per lo meno della sua rete, per la difesa e la sicurezza nazionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Fusione Tim e Open Fiber, l'Europa non può che approvare
Tim, trovato l’accordo per la società per la rete unica
Tim, gli azionisti vogliono una rete unica per la fibra
Tim, i piccoli azionisti vogliono la fibra ma l'azienda pensa al 5G

Commenti all'articolo (1)

Un altro pietoso episodio della saga prima Telecom e poi TIM. FinirÓ che la vendono comunque agli americani per metÓ di quello che avrebbero realizzato 6 mesi fa... incapacitÓ o dolo? :roll: :blackhumour:
19-3-2022 15:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A partire da quale etÓ Ŕ utile un telefono cellulare?
Prima degli 8 anni
Da 8 a 10 anni
Da 10 a 12 anni
Da 12 a 14 anni
Da 14 a 16 anni
Da 16 a 18 anni
Dopo i 18 anni

Mostra i risultati (3604 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 settembre


web metrics