UE, multa miliardaria al cartello dei tubi catodici

Philips, Samsung, Panasonic, Toshiba, LG, Chunghwa, MTPD e Techicolor. ''Erano tutti d'accordo per spartirsi illegalmente il mercato''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-12-2012]

cartello crt multa ue

Quasi un miliardo e mezzo: a tanto ammonta la multa inflitta dall'Unione Europea a sette produttori di TV e monitor per comportamento anticoncorrenziale.

I fatti a causa dei quali la sanzione - che per la precisione ammonta a 1,47 miliardi di euro - è stata comminata si sono svolti tra il 1996 e il 2006, anni in cui il tubo catodico era ancora il padrone incontrastato, o quasi, del mercato dei televisori e dei monitor per PC.

La Commissione Europea ha appurato che in quel periodo i sette maggiori produttori avevano costituito due cartelli per tenere artificialmente alti i prezzi e dividersi il mercato a tavolino, concordando le strategie e spartendosi la torta, ossia gli acquisti degli utenti.

Chunghwa, LG Electronics, Philips e Samsung SDI sono state condannate a pagare per aver partecipato sia al cartello dei monitor che a quello delle TV; soltanto al secondo hanno invece partecipato Panasonic, Toshiba, MTPD (oggi Panasonic) e Technicolor (ex Thomson).

A ciascuna di queste aziende spetta una parte, più o meno grande a seconda del coinvolgimento, della multa; l'unica a cui la sanzione è stata condonata è Chungwa (che avrebbe dovuto sborsare 17 milioni di euro) perché è stata lei a rivelare l'esistenza dei due cartelli alla Commissione Europea.

Sondaggio
Quanto spesso utilizzi un Pc o un dispositivo mobile mentre guardi la Tv?
Sempre
Spesso
A volte
Raramente
Mai
Non guardo la Tv.

Mostra i risultati (3409 voti)
Leggi i commenti (3)

Joaquín Almunia, Commissario alla Concorrenza, spiega la gravità della situazione che esisteva in quegli anni: «Questi cartelli per i tubi a raggio catodico sono cartelli da manuale: racchiudono tutte le peggiori caratteristiche dei comportamenti anticompetitivi, rigorosamente proibiti alle aziende agiscono in Europa».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
UE: chi vince premi non deve sostenere spese
Antitrust, Apple rischia lo stop delle vendite in Italia
Microsoft e Antitrust, piccolo sconto sulla multa milionaria
Antitrust multa Acer Italia per scorrettezze sulla garanzia
Antitrust: banca dati dei prezzi alla pompa
L'occhio dell'antitrust europeo sui brevetti di Motorola
Il guanto che trasforma i vecchi monitor in schermi touch
L'Antitrust europeo indaga su Telecom e Vodafone
LED LCD, Plasma o LCD? Tecnologie a confronto
Apple, l'Antitrust italiana indaga sulla garanzia troppo breve
IBM: l'era del PC è agli sgoccioli

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

E invece ci tocca di gioire, assai rarmente comunque, per cose che dovrebbero essere naturali e ovvie come sanzionare pesantemente chi droga i mercati o, sostanzialmente, deruba i clienti o gli utenti o fa anche di peggio sui mercati finanziari... Eh no! Questi ultimi non li tocchiamo comunque, mi stavo facendo trascinare... Leggi tutto
10-12-2012 19:11

Concordo. Sono cose che andrebbero smascherate e sanzionate più tempestivamente e più spesso.
7-12-2012 11:38

Chissà perché ognuno di quei "professori" (spesso il loro Cv è ingannatorio) spesso è coinvolto in affari pochi chiari. Poi diciamo il liberalismo all'Americana ma guardate che gli USA sono uno Stato tra più protezionistici del mondo, strapieno di regole commerciali: Altro che Libero Mercato!!! :lol: Ciao Leggi tutto
6-12-2012 21:00

Riempiendo le Casse Europee poi queste possono imprestare denaro con bassissimo interesse (alla fine della trafila,tu paghi il mutuo della tua casa più basso) e la tua azienda può avere più aiuti economici Europei e quindi il tuo posto di lavoro è al sicuro, senza contare le infrastrutture Europee (tra Stato e Stato Europeo) che... Leggi tutto
6-12-2012 20:36

{Carlo Leonardi}
Ma no! E chi se lo sarebbe mai aspettato! Ma allora tutti quegli Apostoli che predicavano (e predicano) il Libero Mercato? In specie tutti i vari "Bocconari" portatori del Verbo...!
6-12-2012 14:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Vuoi scaricare la canzone 'Yesterday' dei Beatles; esistono varie opzioni su Internet. Quale file scarichi tra i seguenti?
Yesterday-Beatles-Song.scr
Beatles_All_songs.zip
Beatles_Yesterday.mp3.exe
Betles-Yesturday.wma

Mostra i risultati (1510 voti)
Gennaio 2022
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 gennaio


web metrics