UE, multa miliardaria al cartello dei tubi catodici

Philips, Samsung, Panasonic, Toshiba, LG, Chunghwa, MTPD e Techicolor. ''Erano tutti d'accordo per spartirsi illegalmente il mercato''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-12-2012]

cartello crt multa ue

Quasi un miliardo e mezzo: a tanto ammonta la multa inflitta dall'Unione Europea a sette produttori di TV e monitor per comportamento anticoncorrenziale.

I fatti a causa dei quali la sanzione - che per la precisione ammonta a 1,47 miliardi di euro - è stata comminata si sono svolti tra il 1996 e il 2006, anni in cui il tubo catodico era ancora il padrone incontrastato, o quasi, del mercato dei televisori e dei monitor per PC.

La Commissione Europea ha appurato che in quel periodo i sette maggiori produttori avevano costituito due cartelli per tenere artificialmente alti i prezzi e dividersi il mercato a tavolino, concordando le strategie e spartendosi la torta, ossia gli acquisti degli utenti.

Chunghwa, LG Electronics, Philips e Samsung SDI sono state condannate a pagare per aver partecipato sia al cartello dei monitor che a quello delle TV; soltanto al secondo hanno invece partecipato Panasonic, Toshiba, MTPD (oggi Panasonic) e Technicolor (ex Thomson).

A ciascuna di queste aziende spetta una parte, più o meno grande a seconda del coinvolgimento, della multa; l'unica a cui la sanzione è stata condonata è Chungwa (che avrebbe dovuto sborsare 17 milioni di euro) perché è stata lei a rivelare l'esistenza dei due cartelli alla Commissione Europea.

Sondaggio
Quanto spesso utilizzi un Pc o un dispositivo mobile mentre guardi la Tv?
Sempre
Spesso
A volte
Raramente
Mai
Non guardo la Tv.

Mostra i risultati (3434 voti)
Leggi i commenti (3)

Joaquín Almunia, Commissario alla Concorrenza, spiega la gravità della situazione che esisteva in quegli anni: «Questi cartelli per i tubi a raggio catodico sono cartelli da manuale: racchiudono tutte le peggiori caratteristiche dei comportamenti anticompetitivi, rigorosamente proibiti alle aziende agiscono in Europa».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Samsung accusata di rallentare artificialmente gli smartphone
UE: chi vince premi non deve sostenere spese
Antitrust, Apple rischia lo stop delle vendite in Italia
Microsoft e Antitrust, piccolo sconto sulla multa milionaria
Antitrust multa Acer Italia per scorrettezze sulla garanzia
Antitrust: banca dati dei prezzi alla pompa
L'occhio dell'antitrust europeo sui brevetti di Motorola
Il guanto che trasforma i vecchi monitor in schermi touch
L'Antitrust europeo indaga su Telecom e Vodafone
LED LCD, Plasma o LCD? Tecnologie a confronto
Apple, l'Antitrust italiana indaga sulla garanzia troppo breve
IBM: l'era del PC è agli sgoccioli

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

E invece ci tocca di gioire, assai rarmente comunque, per cose che dovrebbero essere naturali e ovvie come sanzionare pesantemente chi droga i mercati o, sostanzialmente, deruba i clienti o gli utenti o fa anche di peggio sui mercati finanziari... Eh no! Questi ultimi non li tocchiamo comunque, mi stavo facendo trascinare... Leggi tutto
10-12-2012 19:11

Concordo. Sono cose che andrebbero smascherate e sanzionate più tempestivamente e più spesso.
7-12-2012 11:38

Chissà perché ognuno di quei "professori" (spesso il loro Cv è ingannatorio) spesso è coinvolto in affari pochi chiari. Poi diciamo il liberalismo all'Americana ma guardate che gli USA sono uno Stato tra più protezionistici del mondo, strapieno di regole commerciali: Altro che Libero Mercato!!! :lol: Ciao Leggi tutto
6-12-2012 21:00

Riempiendo le Casse Europee poi queste possono imprestare denaro con bassissimo interesse (alla fine della trafila,tu paghi il mutuo della tua casa più basso) e la tua azienda può avere più aiuti economici Europei e quindi il tuo posto di lavoro è al sicuro, senza contare le infrastrutture Europee (tra Stato e Stato Europeo) che... Leggi tutto
6-12-2012 20:36

{Carlo Leonardi}
Ma no! E chi se lo sarebbe mai aspettato! Ma allora tutti quegli Apostoli che predicavano (e predicano) il Libero Mercato? In specie tutti i vari "Bocconari" portatori del Verbo...!
6-12-2012 14:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A Milano l'Ecopass si è trasformato in congestion charge: si paga per accedere al centro anche se si ha un'auto poco inquinante. Sei d'accordo?
Sono favorevole a questo modello, per le grandi città: bisogna usare meno l'auto.
Sono contrario in generale: non serve, è solo una tassa per spillare quattrini ai cittadini.
Era meglio il vecchio modello, in cui le auto meno inquinanti non pagavano (o pagavano di meno).
Il problema non mi tocca: non vivo e non vado mai né a Milano né in altre grandi città.

Mostra i risultati (2436 voti)
Maggio 2022
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Che si fa con Telegram? È russo
Lapsus$, arrestati due hacker: sono adolescenti
Registro delle Opposizioni e cellulari, la norma è in Gazzetta Ufficiale
Marzo 2022
Windows 11, video lentissimi in apertura per colpa dell'antivirus
Ex moderatori fanno causa a TikTok: troppi video inquietanti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 maggio


web metrics