Milioni di Android ancora vulnerabili a Heartbleed

Compresi numerosi dispositivi Samsung e HTC.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-04-2014]

M heartbleed android 4 1

Heartbleed, la falla in OpenSSL che tanto panico ha scatenato nei giorni scorsi, sta iniziando a passare in secondo piano.

Tuttavia è decisamente prematuro considerare cessato l'allarme.

Se per i PC e i server il bug è stato risolto tempestivamente, per tablet e smartphone la faccenda è un po' diversa. È vero che Google ha affermato che tutte le versioni di Android sono immuni, ma c'è un'eccezione.

Tale eccezione, ammessa da Google stessa, è la versione 4.1.1, rilasciata nel 2012, e che attualmente è utilizzata in milioni di smartphone e tablet, compresi diversi modelli famosi di Samsung, HTC e altri.

Per avere un'idea delle dimensioni del fenomeno, basti pensare che le statistiche di Google affermano che il 34% dei dispositivi Android (oltre 900 milioni in totale) adopera una variante della versione 4.1.

Sondaggio
Utilizzi una VPN?
Sì, utilizzo un servizio gratuito.
Sì, utilizzo un servizio a pagamento.
No, ma mi piacerebbe risultare anonimo quando uso Internet.
No, non mi interessa essere anonimo.
Non so che cosa sia una VPN.

Mostra i risultati (1650 voti)
Leggi i commenti (8)

Il problema sta nel fatto che i vari produttori, i quali distribuiscono versioni personalizzate di Android, non sono così svelti nell'applicare le patch: anche se Google ha fornito la correzione in tempi rapidi, l'arrivo agli utenti è rallentato.

Il lato positivo è che al momento pare che i dispositivi Android non siano un bersaglio appetibile: sfruttarne la vulnerabilità sarebbe un lavoro faticoso.

È questa l'opinione di Marc Rogers, ricercatore di Lookout: «Dato che gli attacchi ai server colpiscono un enorme numero di dispositivi e sono più facili da compiere, non ci attendiamo attacchi contro i singoli dispositivi finché quelli verso i server non saranno completamente terminati».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi grandi trend dominerà maggiormente il mercato dell'Information & Communication Technology nei prossimi due anni?
Cloud Computing
Mobility
Virtualizzazione
Sicurezza e Risk Management
Energy Efficiency
Business Intelligence
Big Data

Mostra i risultati (1478 voti)
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 31 gennaio


web metrics