Internet a due velocità, c'è il primo sì

Pagando di più si avrà più banda. Net Neutrality in pericolo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-05-2014]

M FCC Internet due velocita net neutrality

Va scaldandosi, e si scalderà sempre più nei prossimi mesi, il dibattito che vede la statunitense FCC impegnata a decidere sulla cosiddetta Internet a due velocità.

La Commissione ha deciso di aprire un periodo di 4 mesi durante i quali ricevere i commenti sul progetto che prevede di differenziare la fornitura dei servizi di connessione e rispondere a essi (due mesi per sottoporre i commenti e due mesi per fornire le risposte).

In pratica, si tratterebbe di concedere la possibilità di offrire pacchetti migliori di connettività a quei soggetti disposti a pagare più degli altri.

La questione vede in campo diversi attori, ognuno con le sue ragioni.

Da un lato ci sono i fornitori di contenuti - come YouTube, Netflix e via di seguito - che per la loro stessa natura consumano parecchia banda e avrebbero ragioni sia per essere a favore che contro, anche se probabilmente le motivazioni per approvare la decisione sono più significative.

Infatti, da un certo punto di vista avere più banda a disposizione, a fronte di una spesa maggiore, significa poter promuovere i propri servizi come migliori, e quindi farli diventare più popolari.

Da un altro punto di vista, ciò si tradurrebbe in una spesa maggiore per la connettività: considerate però le dimensioni dei colossi che beneficerebbero della Internet a due velocità, il denaro non sembra essere un vero problema.

Dall'altro lato ci sono poi gli operatori, i quali hanno il dovere e la necessità di continuare a investire nelle infrastrutture e di tanto in tanto si lasciano scappare commenti poco lusinghieri contro i maggiori sfruttatori delle loro fatiche, ossia i giganti di cui sopra, come anche in Italia ha fatto qualche tempo fa Franco Bernabè.

Sondaggio
Quale di questi dispositivi degni di un film di fantascienza ma già esistenti vorresti avere?
Erascan: un cancellino per lavagne bianche in grado di effettuare una scansione con OCR di tutto ciò che cancella.
Tamaggo Ibi: una videocamera con lente circolare in grado di scattare foto a 360 gradi.
No More Woof: legge le onde cerebrali dei cani e traduce i pensieri in linguaggio umano.
Il drone per le consegne Amazon Prime Air: consegnerà i pacchi volando, rendendo obsoleti i corrieri.
WAT: la lampada alimentata ad acqua.
Transparent TV: grazie alla tecnologia TOLED (LED Organici Trasparenti) è dotato di uno schermo praticamente invisibile.
Electrolux Wirio, la cucina trasportabile composta da quattro diversi elementi, per cucinare e tenere in caldo i cibi.
Touch Hear, per toccare con un dito una parola stampata e ascoltare la pronuncia e il significato.
Immersed Senses, una maschera per sub che estrae ossigeno dall'acqua ed è dotata di schermo per mostrare informazioni utili.
La maniglia che si sterilizza da sola grazie a una lampada integrata a raggi ultravioletti.
Heart Rate Monitor Earphone, gli auricolari che rilevano il battito cardiaco e il consumo di ossigeno.
Voyce, il collare per cani che misura il battito cardiaco e il ritrmo respiratorio, conta le calorie e indica se l'animale non fa abbastanza esercizio.
Makerbot Z18, una stampante 3D che funge da replicatore per oggetti voluminosi.

Mostra i risultati (1641 voti)
Leggi i commenti (3)

I maggiori consumatori di banda vengono infatti accusati di sfruttare la Rete senza contribuire al suo sviluppo dal punto di vista delle strutture: farli pagare di più sarebbe un buon modo, dal punto di vista degli operatori, di costringerli a contribuire.

Infine, vi sono gli utenti comuni e i piccoli soggetti attivi in Rete.

Dal punto di vista degli utenti comuni, che non vanno al di là di quei tre o quattro siti (che sono sempre i più famosi), probabilmente una Internet a due velocità non si farebbe nemmeno notare: chi si limita a saltare da Facebook a Netflix a YouTube a Google, probabilmente non vedrebbe cambiamenti.

Diverso il discorso per i piccoli soggetti e per le startup che, in linea teorica, farebbero più fatica a emergere in una Rete in cui chi ha più risorse ottiene più banda.

D'altra parte, è anche ingenuo ritenere che al momento tutti i soggetti attivi in Rete abbiano le medesime potenzialità: già adesso i giganti hanno i mezzi per poter offrire servizi migliori e velocità di navigazione superiori a quelli dei piccoli concorrenti.

Il problema, su cui si rifletterà nei prossimi mesi, è però capire che cosa possa succedere qualora questo stato di cose venga sancito ufficialmente.

I detrattori della "doppia velocità" temono che la Net Neutrality venga compromessa definitivamente: la Rete non sarebbe più un mezzo neutrale di comunicazioni ma finirebbe nelle mani di chi ha più potere economico.

Di questo parere sono per esempio 11 senatori USA, firmatari di una petizione per conservare una «Internet a disposizione di tutti» e diverse associazioni che stanno facendo sentire la propria voce, anche con proteste, alla FCC.

Intanto Tom Wheeler, presidente della Commissione e autore della proposta per la Rete a due velocità, ha fatto sapere che non ha alcuna intenzione di incidere negativamente sulla neutralità della Rete. I prossimi mesi ci diranno in quale direzione stiamo andando.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'Europa vuole Internet a due velocità
Il Parlamento europeo per la Net Neutrality
I Paesi Bassi impongono la Net Neutrality per legge
Francia, un Consiglio Nazionale per decidere su Internet
L'Europa vigilerà sulla Net Neutrality
Bernabè: "I fornitori di contenuti devono pagare"
La FCC approva una Net Neutrality zoppa
L'Antitrust attacca la Net Neutrality
Google e Verizon svelano il documento sulla Net Neutrality
Google e Verizon vogliono ridefinire la neutralità di Internet
Net neutrality: utopia o possibile realtà?
Gli Usa sostengono la Net Neutrality

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Non mi è affatto chiaro il funzionamento di questa internet a due velocità, che non è questione di banda ma di contenuti. :?
22-5-2014 23:29

Capisco... dall'articolo non si capiva questo punto di vista che - effettivamente - cambia un po' le cose!
21-5-2014 20:46

Non si tratta di pagare di più per una banda più ampia ma di pagare di più per contenuti specifici a discapito degli altri. In pratica l'ISP controlla a priori cosa stai scaricando e a seconda di quanto li paghi decidono di rallentarti volutamente lo streaming dei video, il download dei torrent o qualsiasi tipo di azione in generale, a... Leggi tutto
21-5-2014 11:44

Non riesco a capire il problema. Lavoro per un ISP Wireless e fino al mese scorso avevamo tariffe differenziate... 19.90 per sempre per avere la 7 mega (che viene meno delle adsl tra l'altro) e 14.90 per avere la 2 mega (quindi con una differenziazione al ribasso e non al rialzo). Perché tutto questo polverone, quindi? Vuoi di più,... Leggi tutto
18-5-2014 12:27

{oscar}
Andiamo verso una rete performante per chi può pagare di più e gestita da pochi personaggi che poco a poco dominano il flusso della informazione. Il fare diverse categoria di banda non significherà investire in più risorse di rete, penso che si toglierà a chi meno pagherà per darle più... Leggi tutto
18-5-2014 09:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i prodotti che acquisti di più online?
Abbigliamento
Idee regalo
Libri/riviste
Hardware/software
Biglietti/eventi
Elettronica
Viaggi/turismo
Musica/video
Elettrodomestici
Telefonia/accessori

Mostra i risultati (2008 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics