Google, arrivano i gattini al posto dei Captcha

Il nuovo servizio si chiama No Captcha reCaptcha e capisce al volo se l'utente è umano oppure un robot.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-12-2014]

captcha gattini

I Captcha sono un male necessario: quelle caselle contenenti testo distorto da identificare e trascrivere spesso mettono alla prova gli utenti, ma almeno contengono lo spam generato dai programmi automatici (bot).

Da tempo Google usa reCaptcha, una soluzione acquisita dall'azienda di Mountain View nel 2009. Il guaio è che i software stanno diventando sempre più furbi e riescono troppo spesso a superare la barriera costituita dai Captcha.

Con un post su uno dei blog ufficiali, Google ha annunciato di aver sviluppato una soluzione più semplice per gli umani e allo stesso tempo prova di bot: No Captcha reCaptcha.

«Ci siamo accorti che sarebbe molto più semplice chiedere direttamente ai nostri utenti se sono robot oppure no» scrive Google; in effetti, il nuovo No Captcha apparentemente consiste in una semplice casellina da selezionare se non si è un robot.

Sondaggio
Secondo te quale di questi è il progetto (realizzabile) che cambierà di più le nostre vite?
L'accesso a Internet in tutto il mondo, tramite dirigibili o mongolfiere
Gli smartwatch
Le lenti a contatto con sensori e microcamera
L'hoverboard
L'auto che si guida da sola, senza pilota
Calico, contro l'invecchiamento o addirittura la morte
L'ascensore spaziale
I Google Glass
L'accesso a Internet in fibra ottica
Ara, lo smartphone modulare

Mostra i risultati (2124 voti)
Leggi i commenti (15)

In realtà, dietro ci sono algoritmi sofisticati che analizzano il comportamento dell'utente: «l'anno scorso abbiamo sviluppato un backend di Analisi Avanzata del Rischio per reCatpcha che in modo attivo considera tutta l'interazione dell'utente con il Captcha - prima, durante e dopo - per determinare se l'utente stesso sia un essere umano».

captcha 1

L'algoritmo quindi non ha bisogno che l'utente decifri il testo distorto per capire se si tratti di un bot o meno, il che ovviamente semplifica l'intera operazione anche dal punto di vista dell'utente stesso.

Ciò non vuol dire che i Captcha tradizionali scompariranno di botto dai siti di Google: qualora l'algoritmo sia in dubbio, proporrà la familiare finestrella con il testo distorto o il numero civico da identificare.

CAPTCHA

Il nuovo sistema semplifica la vita a chi usa dispositivi mobili: invece di costringere gli utenti a digitare del testo, propone loro una fotografia che funga da esempio, e poi una galleria di immagini; l'utente dovrà scegliere quelle che somigliano alla prima.

Per esempio, se la prima foto mostra un gatto, nella galleria ci saranno vari animali; l'utente dovrà selezionare soltanto i gatti per farsi riconoscere come umano.

L'idea è che selezionare immagini sia più facile e veloce che non scrivere del testo.

No Captcha reCaptcha è già stato adottato da piattaforme popolari come §WordPress§, §Snapchat§ e §Humble Bundle§; ma è facile prevedere che, data la sua semplicità, il nuovo sistema si diffonderà presto.

Qui sotto, il video dimostrativo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

.Jary.
I captcha per noi ciechi e ipovedenti sono un ostacolo che rende difficile ad esprimere il nostro pensiero e la nostra opinione. Per tale motivo penso che anche gli immagini dei gattini sia una soluzione pessima in quanto molte categorie non potranno trarne beneficio. Ci stiamo avvicinando nel 2015 ma purtroppo con rammarico devo... Leggi tutto
7-12-2014 00:57

{Luisa Derossi}
Era ora! Li odio i captcha.
6-12-2014 11:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1308 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 gennaio


web metrics