Smartphone ai bambini, i potenziali effetti sullo sviluppo cerebrale

A che età dare lo smartphone ai propri figli?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-10-2019]

smart worry

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
A che età dare lo smartphone ai propri figli?

La principale preoccupazione per l'utilizzo dello smartphone risulta essere l'eccessivo tempo di utilizzo e la dipendenza, con oltre il 34% che teme il cyberbullismo e l'esposizione a nudità e violenza.

La dipendenza sviluppata in tenera età può condurre ad avere problemi di salute e psicosociali importanti. American Academy of Pediatrics ha approfondito gli effetti da uso del cellulare sullo sviluppo cerebrale dei bambini. Di seguito la sintesi dello studio (disponibile integralmente online), suddivisa per fasce di età degli utenti.

Età 4 - 6 anni

Gli schermi dei dispositivi mobili provocano una sovrastimolazione, producendo dopamina e adrenalina nel cervello, ancora in fase di sviluppo. Questo li rende molto coinvolgenti: tuttavia è importante non rimandare l'apprendimento delle abilità sociali che dovrebbero essere insegnate di persona piuttosto che attraverso uno schermo.

Età 7 - 11 anni

A questa età, i bambini cominciano ad acquisire maggiore indipendenza. Sono a scuola tutto il giorno e partecipano ad attività extrascolastiche dopo la scuola. Questa indipendenza può indurre i genitori a prendere in considerazione l'acquisto di un telefono per restare in contatto con il proprio figlio.

Tuttavia questa è anche un'età in cui il bullismo può iniziare a diventare un problema e i telefoni con accesso a Internet e ai social media possono contribuire a creare delle vittime di questi comportamenti.

Età 12 - 14 anni

Il passaggio alla scuola media spesso viene accompagnato da uno smartphone. In termini di crescita cerebrale, questo è un momento in cui gli adolescenti stanno sviluppando abilità come la risoluzione dei problemi, il pensiero critico e il controllo degli impulsi. Se queste abilità sono riscontrabili, probabilmente è un buon indizio della possibilità di introdurre l'uso dello smartphone sotto supervisione.

Nella crescita e nell'educazione di un figlio è pressoché impossibile indicare un'età universale per fare certe esperienze. Invece è essenziale insegnare un utilizzo consapevole del telefono. Ecco una serie di consigli:

Sondaggio
A partire da quale età è utile un telefono cellulare?
Prima degli 8 anni
Da 8 a 10 anni
Da 10 a 12 anni
Da 12 a 14 anni
Da 14 a 16 anni
Da 16 a 18 anni
Dopo i 18 anni

Mostra i risultati (3379 voti)
Leggi i commenti (15)

- Cominciare con un telefono cellulare senza accesso a Internet.

- Non lasciarsi influenzare dall'età in cui altri coetanei del minore lo hanno ricevuto.

- Creare una serie di regole iniziali sull'utilizzo dello smartphone e stabilire le conseguenze delle eventuali violazioni.

- Impostare il parental control sul dispositivo.

- Controllare il tempo di utilizzo del cellulare nelle impostazioni del dispositivo.

- Pianificare delle attività di famiglia prive di tecnologia per stimolare le interazioni umane e apprendimento non digital.

- Con i bambini più grandi discutere apertamente dei pericoli degli smartphone.

smart4
smart5
smart6

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Spesso sento persone senza figli criticare i giovani o i bambini in generale, perchè usano tablet, smartphone, console di gioco. Senza neanche sapere quanto tempo effettivo lo usano, e quali sono le regole. Critiche atroci, nei confronti sia dei minori, sia dei loro genitori. Il bello è che questi individui poi, se ne stanno con la... Leggi tutto
22-10-2019 11:43

Semplice ed efficace... forse oggi non più politically correct. Leggi tutto
11-10-2019 18:33

Beh! Si può sempre fare come faceva mio padre........ Quando gli chiedevo qualcosa, la sua risposta tipica era: " NO " Di fronte ad una seconda richiesta non c'era un altro "no" mi arrivava direttamente uno schiaffone. Inutile dire che non chiedevo mai 2 volte la stessa cosa che mi fosse già stata rifiutata la... Leggi tutto
27-9-2019 03:18

A mio avviso la decisione fa parte del più difficile dei lavori ovvero quello dell'educazione dei propri figli da parte dei genitori.Ciascuno giudicherà sorvegliando quale sará il momento appropriato.
22-9-2019 14:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1031 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics