La batteria pieghevole che si può inserire nei vestiti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-01-2020]

batteria pieghevole

Gli smartphone e i laptop pieghevoli, come quelli presentati al CES, saranno anche tra gli oggetti del desiderio di quest'anno, ma sono comunque limitati nelle forme che possono assumere da un componente importante: la batteria.

Infatti nessuno è riuscito a creare una batteria pieghevole affidabile, resistente e praticamente realizzabile. O, meglio, nessuno c'era riuscito fino a ora.

I ricercatori di Jenax, azienda sudcoreana, hanno infatti sviluppato una batteria agli ioni di litio che si può piegare e persino arrotolare, e l'hanno chiamata J.Flex.

Flessibile, sottilissima (è spessa appena 0,5 millimetri) e ricaricabile, è stata pensata per essere integrata nei sensori e, in un prossimo futuro, nei dispositivi indossabili.

La struttura esatta della batteria è un segreto; si sa soltanto che essa è costituita da grafite e litio-ossido di cobalto. Può operare con voltaggi compresi tra 3 e 4,25 Volt e, a seconda della dimensione può avere capacità che variano da 10 mAh a 5 Ah. Inoltre, dopo 1.000 cicli di ricarica è ancora in grado di offrire il 90% della propria capacità.

«Ciò che facciamo alla Jenax» - spiega Ej Shin, dirigente dell'azienda - «è mettere le batterie in posti in cui prima non potevano essere messe».

Anche J.Flex è stata tra le novità mostrate al CES 2020. Tra le sue applicazioni pratiche sono stati presentati un casco da football dotato di un sensore in grado di rilevare la pressione e la forza degli impatti subiti; un sensore in grado di rilevare il battito cardiaco inserito in un pezzo di stoffa; un powerbank indossabile inserito in cinture e braccialetti, ideato per coloro che devono indossare dispositivi medici alimentati 24 ore su 24.

Inserita in un sensore - spiega Ej Shin - J.Flex può durare per un mese senza dover essere ricaricata; se invece il suo compito è alimentare un display, chiaramente l'autonomia sarà inferiore.

La Jenax, nel realizzare la propria batteria flessibile, ha risolto anche un altro problema: l'infiammabilità e il rischio di esplosione.

Anche in questo caso i dettagli sono segreti, ma Shin spiega che il cuore della soluzione sta in uno speciale elettrolita semisolido, grazie al quale J.Flex non è infiammabile.

Al momento non ci sono indicazioni sui tempi necessari perché J.Flex arrivi sul mercato.

Qui sotto, il video di presentazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Se si inserisce nei vestiti sarà meglio che si possa anche lavare, penso sia sufficiente non immergere in acqua anche i poli. Leggi tutto
7-3-2020 19:14

:lol: Leggi tutto
7-3-2020 19:13

{Ruzzolo}
Chissa' se si puo' lavare ...
25-1-2020 18:08

Piegare una batteria non è un problema, evidentemente gli autori non hanno mai visto l'interno di una batteria 18650 ai polimeri di litio che si usano da oltre un decennio. Piegarla tante volte potrebbe essere un problema e qui l'articolo non dice nulla su quante volte può essere piegata.
23-1-2020 20:26

{BUTTerie}
"Ciò che facciamo alla Jenax è mettere le batterie in posti in cui prima non potevano essere messe" suona vagamente allusivo
22-1-2020 14:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Recenti scoperte genetiche affermano che l'invecchiamento è controllabile e quindi potremo vivere tutti più a lungo. Cosa ne pensi?
E' una grande scoperta, sono contento di vivere più a lungo.
L'importante è poter vivere bene e in salute.
Trovo che la genetica si stia spingendo oltre i limiti umani.
Significa che dovremo tutti lavorare più a lungo e andare in pensione più tardi.
Questo contribuirà al sovraffollamento del pianeta.

Mostra i risultati (5945 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 agosto


web metrics