Il ransomware che prende di mira gli italiani

Dharma si presenta come una fattura non pagata e cifra l'hard disk.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-02-2020]

dharma ransomware italia

Dharma è il nome di un ransomware che circola ormai da anni, ma in questi ultimi giorni pare aver preso di mira un bersaglio particolare: gli utenti italiani di Windows.

Diversi esperti di sicurezza hanno notato l'apparire di una nuova campagna di spam il cui scopo è installare sui Pc delle vittime il keylogger Ursniff e, per l'appunto, il ransomware Dharma.

L'attacco è molto tradizionale. Il malware si diffonde attraverso email che si spacciano per fatture recenti, includono un testo scritto in un italiano decente e offrono un link che rimanda a un servizio cloud (generalmente OneDrive) da cui scaricare un file zip; il download si avvia immediatamente non appena si visita la pagina.

All'interno dell'archivio ci sono due file: un'immagine jpg e un VBScript dal nome Nuovo documento 2.vbs. L'incauto che esegue quest'ultimo file avvia l'installazione del malware vero e proprio: nel caso di Dharma, i file personali vengono crittografati e alle versioni illeggibili viene apposta l'estensione .Roger.

Infine, come da copione, appare la richiesta di riscatto (in inglese, anche se diretta agli italiani): la particolarità sta nel fatto che non viene indicata una cifra da pagare, ma piuttosto un indirizzo email da contattare per ottenere i dettagli per il pagamento.

Allo stato attuale non c'è modo di decifrare i file crittografata da Dharma: pertanto, chi viene infettato può solo pagare e sperare che i creatori del malware siano di parola oppure - meglio ancora - affidarsi a un backup, così da non invogliare altre campagne di questo tipo.

Qui sotto, un esempio di email-truffa usata per diffondere Dharma.

dharma email

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ransomware che si spaccia per l'app Immuni
Ransomware in ufficio, si torna a carta e penna
Sorpresa, i malware per Mac superano quelli per Windows
Dagli autori di WannaCry un malware che infetta anche Linux
174 Comuni attaccati da ransomware, riscatti fino a 5 milioni

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

A me, queste mail, le elimina direttamente il filtro anti spam....
4-4-2020 14:14

se ti serve fare un backup ho un sacco di spazio libero. =) Leggi tutto
28-2-2020 14:57

però utilizzare su più PC lo stesso cloud potrebbe bastare a patto che non sia in rete in quel momento l'altro PC.
27-2-2020 23:37

E in più sempre connesso alla rete...
27-2-2020 21:52

un NAS senza snapshot? stessa cosa che un HD esterno :x
27-2-2020 12:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3912 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics