Alle origini del complotto dei microchip sottopelle



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2021]

mondex1

Ormai la tesi di complotto dei chip sottopelle che sarebbero strumenti segreti per il controllo mondiale della popolazione è diventata un classico e un tormentone.

Se ne era parlato per esempio già nel 2013, quando si sosteneva che l'allora presidente Obama aveva un piano per rendere obbligatori i microchip sottopelle e un parlamentare italiano sosteneva che questi chip servivano "per registrare, per mettere i soldi, quindi è un controllo di tutta la popolazione".

Ultimamente è tornata alla ribalta in una nuova variante, secondo la quale i vaccini conterrebbero dei microchip segreti controllati nientemeno che da Bill Gates. Ovviamente la tesi circola senza alcuna prova concreta a sostegno.

Ma l'idea di un complotto mondiale per impiantare microchip nelle persone risale ad almeno venti anni fa (Rense.com) e ha origini religiose: l'impianto del microchip (più specificamente un RFID, simile a quello che si usa per l'identificazione dei cani e dei gatti) sarebbe un "marchio della Bestia", cioè di Satana, secondo un'interpretazione della Bibbia che cita il libro dell'Apocalisse, nel quale si parla di un "marchio sulla mano destra o sulla fronte" messo dalla Bestia su "tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi" in modo che "nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio". Pazienza che fra marchio (cosa visibile) e chip sottopelle (per definizione non visibile) ci sia un abisso.

A quell'epoca questa tesi prendeva di mira specificamente due marche di RFID impiantabili: Mondex e VeriChip. Se volete, c'è uno sbufalamento meticoloso delle asserzioni riguardanti il caso Mondex qui su Urban Legends, che si applica pari pari al caso VeriChip.

Ma la smentita più forte è che sono appunto passati vent'anni e di questo fantomatico imminente obbligo di chipparsi non c'è alcuna traccia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Che cosa si può fare tecnicamente?
Un sensore nel cervello per tornare a camminare
Il cerotto che manda in pensione la siringa
L'uomo col chippone sottopelle
Un laser all'infrarosso per dimenticare aghi e punture
Movimento 5 Stelle, chip sottopelle, risate a crepapelle
Obama rende obbligatori i microchip impiantati nel corpo
L'impianto sottopelle che si riassorbe col tempo
La pillola intelligente
Chip sottopelle, prime sperimentazioni
Il chip sotto la pelle
Chip a fior di pelle

Commenti all'articolo (5)

E basta... non se ne pu˛ pi¨ con questa storia!
28-2-2021 15:48

{enrico}
Guardatevi questo corto sf su vimeo: link c'Ŕ chi il microchip se lo mette per comoditÓ ... ma tra poco non servirÓ ... perchÚ abbiamo gia dato tutto.
24-2-2021 20:05

{dicoio}
Il pensiero dicotomico è tipico della fase infantile dell'essere umano e della parte burocratico-legale delle società. giusto - ingiusto bello - brutto vero - falso complottista - non complottista destra - sinistra Come chiudere in un recinto la mente di chi si lascia affabulare, creando conflitti là dove... Leggi tutto
24-2-2021 17:28

In una societÓ come la nostra, in cui sono molti i codici e pass che ci identificano, Ŕ del tutto ragionevole chiamare 'marchio' un chip. Il fatto che le mucche l'abbiano attaccato all'orecchio e noi (ipoteticamente) sotto pelle non cambia il concetto. Per˛, tosto l'Apocalittico: aveva giÓ in mente il virtuale! :D
24-2-2021 11:52

{Pepe Fernando}
Il potere mentale di chi con spiriti ed energie subdole ci vuole far soffrire il feeling di essere dominati per tutto il corso della nostra vita non è mai finito e mai finirà
24-2-2021 06:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1419 voti)
Luglio 2021
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 luglio


web metrics