Alle origini del complotto dei microchip sottopelle



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2021]

mondex1

Ormai la tesi di complotto dei chip sottopelle che sarebbero strumenti segreti per il controllo mondiale della popolazione è diventata un classico e un tormentone.

Se ne era parlato per esempio già nel 2013, quando si sosteneva che l'allora presidente Obama aveva un piano per rendere obbligatori i microchip sottopelle e un parlamentare italiano sosteneva che questi chip servivano "per registrare, per mettere i soldi, quindi è un controllo di tutta la popolazione".

Ultimamente è tornata alla ribalta in una nuova variante, secondo la quale i vaccini conterrebbero dei microchip segreti controllati nientemeno che da Bill Gates. Ovviamente la tesi circola senza alcuna prova concreta a sostegno.

Ma l'idea di un complotto mondiale per impiantare microchip nelle persone risale ad almeno venti anni fa (Rense.com) e ha origini religiose: l'impianto del microchip (più specificamente un RFID, simile a quello che si usa per l'identificazione dei cani e dei gatti) sarebbe un "marchio della Bestia", cioè di Satana, secondo un'interpretazione della Bibbia che cita il libro dell'Apocalisse, nel quale si parla di un "marchio sulla mano destra o sulla fronte" messo dalla Bestia su "tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi" in modo che "nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio". Pazienza che fra marchio (cosa visibile) e chip sottopelle (per definizione non visibile) ci sia un abisso.

A quell'epoca questa tesi prendeva di mira specificamente due marche di RFID impiantabili: Mondex e VeriChip. Se volete, c'è uno sbufalamento meticoloso delle asserzioni riguardanti il caso Mondex qui su Urban Legends, che si applica pari pari al caso VeriChip.

Ma la smentita più forte è che sono appunto passati vent'anni e di questo fantomatico imminente obbligo di chipparsi non c'è alcuna traccia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
L'impianto sottopelle che si riassorbe col tempo
La pillola intelligente
Chip sottopelle, prime sperimentazioni
Il chip sotto la pelle
Chip a fior di pelle

Commenti all'articolo (5)

E basta... non se ne può più con questa storia!
28-2-2021 15:48

{enrico}
Guardatevi questo corto sf su vimeo: link c'è chi il microchip se lo mette per comodità ... ma tra poco non servirà ... perché abbiamo gia dato tutto.
24-2-2021 20:05

{dicoio}
Il pensiero dicotomico è tipico della fase infantile dell'essere umano e della parte burocratico-legale delle società. giusto - ingiusto bello - brutto vero - falso complottista - non complottista destra - sinistra Come chiudere in un recinto la mente di chi si lascia affabulare, creando conflitti là dove... Leggi tutto
24-2-2021 17:28

In una società come la nostra, in cui sono molti i codici e pass che ci identificano, è del tutto ragionevole chiamare 'marchio' un chip. Il fatto che le mucche l'abbiano attaccato all'orecchio e noi (ipoteticamente) sotto pelle non cambia il concetto. Però, tosto l'Apocalittico: aveva già in mente il virtuale! :D
24-2-2021 11:52

{Pepe Fernando}
Il potere mentale di chi con spiriti ed energie subdole ci vuole far soffrire il feeling di essere dominati per tutto il corso della nostra vita non è mai finito e mai finirà
24-2-2021 06:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (3681 voti)
Agosto 2022
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 agosto


web metrics