Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde

È il consiglio del presidente dell'Automobile Association britannica, almeno da quando gli hanno rubato la macchina proprio da sotto al naso.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-08-2022]

furto auto telecomando king

Molte automobili moderne si sono sbarazzate quasi del tutto delle vecchie chiavi che occorreva faticosamente estrarre dalla tasca (o dalla borsa), inserire nella serratura, poi di nuovo nel blocchetto dell'accensione, e infine addirittura ruotare.

Invece, hanno un più pratico telecomando "intelligente": per esempio, è sufficiente averlo in tasca quando ci si porta vicini all'auto affinché questa - dotata di sensori in grado di rilevare la presenza di detto telecomando - sblocchi da sola le portiere e consenta al guidatore di avviare il motore con la semplice pressione di un tasto.

Il guaio è che la definizione di «vicini», in questo caso, è piuttosto ampia. Tanto ampia che non sono rari i casi in cui auto sono state rubate mentre erano semplicemente parcheggiate nel vialetto di casa, mentre il padrone (con il telecomando) stava all'interno dell'edificio, ossia ancora a portata dei sensori del veicolo.

Se poi la distanza fosse superiore alla portata dei sensori, un eventuale ladro non deve scoraggiarsi: esistono in commercio dei ripetitori di segnale che consentono di portare a termine il furto senza troppe difficoltà: basta che un complice stia vicino alla casa con il ripetitore, e un altro stia vicino all'auto con un trasmettitore che catturi il segnale e lo invii all'auto.

Ciò è esattamente quanto accaduto di recente alla moglie di Edmung King, che non è un perfetto sconosciuto ma il presidente della britannica Automobile Association (l'equivalente dell'ACI): la Lexus da 50.000 sterline (quasi 60.000 euro) è semplicemente svanita, senza che i ladri abbiano dovuto fare la fatica di scassinarla (dopo aver probabilmente compiuto un sopralluogo in precedenza), come ha raccontato King stesso al Telegraph.

«Pensiamo che siano tornati verso le 23.45 e abbiano usato i loro apparecchi per sbloccare l'auto e rimuoverla senza scassinarla né altro» ha raccontato. «Non ce ne siamo accorti sino alla mattina dopo, e a quel punto sarà già stata caricata in un container, con le targhe cambiate, pronta a uscire dal Paese».

E dire che né King né la moglie sono esattamente degli sprovveduti: il telecomando era stato riposto all'interno di una scatola di metallo che in teoria avrebbe dovuto fungere da gabbia di Faraday e impedire la comunicazione con l'auto.

La protezione non è stata efficace, tuttavia, e da allora King ha deciso di aggiungere alla scatola ulteriori protezioni: ha posto il telecomando in una borsa dotata di una rete metallica; poi ha messo la borsa nella già citata scatola; quindi ha posto il tutto nel forno a microonde di casa che a quanto pare funziona benissimo (e, dopotutto, è progettato proprio per fungere da gabbia di Faraday).

Edmund King è così soddisfatto della soluzione che l'ha consigliata ai lettore del Telegraph, ma ha precisato che per buona misura ha anche acquistato un dispositivo per bloccare il volante.

Al di là delle vicende personali della famiglia King, il caso ha consentito di puntare il riflettore su una situazione abbastanza generalizzata: chi ha un'auto che si apre automaticamente a distanza, generalmente non pensa di dover proteggere la "chiave" una volta che è rientrato in casa, e così facendo semplifica la vita ai malfattori.

Non solo: tutto ciò porta anche a chiedersi se una tale tecnologia sia davvero necessaria e utile, o se invece non sia più che altro una fonte di problemi. «Siamo davvero così pigri da non riuscire a premere un bottone su un telecomando, o ruotare una chiave, se ciò serve a proteggersi» si chiede Edmund King.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Per rubare un'auto bastano 14 secondi
Si spoglia nudo per rubare un iPhone
Rubato il portatile con la cura per il cancro

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 25)

{al}
metterci un interruttore no?
20-8-2022 00:43

Tutto è migliorabile e penso che i progettisti delle case automobilistiche siano in grado di risolvere questi problemi, magari nel momento in cui se ne sente davvero la necessità, ovvero quando la richiesta da parte della clientela supera i costi di progettazione, poi tutti si adeguano. Non so, ad esempio, per quale motivo l'auto non... Leggi tutto
14-8-2022 19:00

Il fatto è che, in questo caso, l'accesso è autorizzato perché la chiave è autentica. È come fosse in tasca a chi cerca di entrare nell'auto. Facendo il paragone informatico, è come se l'hacker che vuole rubare dati si autentica con il nome e password dell'admin; è normale che il server gli dia pieno accesso a tutto, visto che per lui è... Leggi tutto
14-8-2022 12:42

A questo mi riferisco quando parlo di handshaking. Si presenta come un meccanismo analogo a quel che fa il listener dei database Oracle, che entra in gioco all'atto di stabilire la connessione della sessione come fosse una sorta di intermediario o catalizzatore, ma una volta assolto il suo compito esce di scena senza per questo... Leggi tutto
14-8-2022 12:11

Con questo sistema è irrilevante l'algoritmo, che potrebbe essere il più sicuro e con chiavi crittografiche da 1024 bit, e nemmeno l'hanshaking è responsabile. Il ripetitore fa credere all'auto di avere la chiave in prossimità; chiunque afferri la maniglia della portiera se la trova sbloccata, e a questo punto l'auto è pronta ad essere... Leggi tutto
14-8-2022 12:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Autorizzi il browser a ottenere la cronologia dei siti Internet che hai visitato?
Ho disabilitato questa opzione
Sì, ma cancello la cronologia regolarmente
Sì, è comodo, così non devo digitare l'intero indirizzo
Non so

Mostra i risultati (2188 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics